VogheraNewsPavia

RETORBIDO 28/11/2014: Pirolisi alla ex Vadata. Parla la ditta proponente. “37 nuovi posti di lavoro, tecnologia all’avanguardia, rispetto dell’ambiente, sicurezza, efficienza energetica, bonifica del sito esistente, i punti di forza del progetto”

Novembre 28
15:57 2014

RETORBIDO – La ditta che ha proposto al Comune di Retorbido la realizzazione di un impianto di recupero di Pneumatici Fuori Uso alla ex Valdata ha emanato un comunicato in cui spiega la bontà del progetto. Pubblichiamo integralmente il documento – firmato dalla Hill&Knowlton Strategies – in cui fra l’altro si annunciano come i punti di forza del progetto 37 nuovi posti di lavoro, tecnologia all’avanguardia, rispetto dell’ambiente, sicurezza, efficienza energetica, bonifica del sito esistente”.

DEPOSITO VIA

“Sono state depositate le istanze per l’iter autorizzativo di VIA, AIA e Paesaggistica per la realizzazione di un impianto di pirolisi per il recupero di Pneumatici Fuori Uso (PFU) ubicato nel territorio di Retorbido.

IL SITO

L’area su cui si prevede di realizzare l’impianto è attualmente occupata dallo stabilimento per la produzione di argilla espansa della ditta Laterlite S.p.A. che verrà dismesso.

Tale impianto, attualmente in fermata temporanea per accorpamento della produzione in altro sito della Ditta stessa, nel mese di Giugno 2014 ha ottenuto dalla Provincia di Pavia il rinnovo dell’Autorizzazione Integrata Ambientale.

BONIFICA DELL’AREA

L’impianto in progetto verrà realizzato all’interno del terreno dello stabilimento della Laterite S.p.A., senza nuova occupazione di suolo al di fuori dell’attuale perimetro dell’impianto esistente. Il sito, ancora prima di iniziare i lavori di costruzione del nuovo impianto, sarà bonificato a cura dell’attuale Proprietà, rimuovendo quanto di pericoloso dal punto di vista ambientale derivante dalla precedente installazione (ad esempio verrà effettuata la rimozione del cemento-amianto presente negli edifici esistenti).

DEMENSIONI: TRATTERA TUTTI GLI PNEUMATICI LOMBARDI

L’impianto è stato dimensionato per trattare, alla massima capacità produttiva, 100 tonnellate al giorno di PFU, che su base annua si traducono in una capacità di trattamento della totalità degli pneumatici fuori uso della Lombardia, forniti e garantiti totalmente dal Consorzio Ecopneus.

LA TECNOLOGIA

La tecnologia utilizzata è stata sviluppata e realizzata dalla Nippon Steel & Sumikin Engineering Co., Ltd e testata con successo da più di 10 anni presso il sito produttivo giapponese del gruppo stesso presso Hirohata Works, ma ancora non presente in Europa.

LA PIROLISI

La pirolisi è un processo di decomposizione termochimica di materiali organici, ottenuto mediante l’applicazione di calore e in completa assenza di un agente ossidante (normalmente ossigeno). Di conseguenza il materiale non viene bruciato bensì subisce la scissione dei legami chimici originari con formazione di molecole più semplici, permettendo il recupero del materiale costituente gli pneumatici sotto forma di olii combustibili, acciaio e carbon black.

L’OBIETTIVO

L’obiettivo principale della soluzione impiantistica proposta è quindi quello di realizzare un impianto che costituisca un nuovo riferimento per l’implementazione di una tecnologia di recupero degli PFU finora non applicata a livello europeo, fornendo una efficace ed efficiente soluzione al problema del recupero dei rifiuti costituiti dagli PFU tramite la realizzazione di un impianto di pirolisi caratterizzato da molti vantaggi:

I VANTAGGI

Un ciclo produttivo compatibile dal punto di vista ambientale e di modesto impatto :

* emissioni inferiori rispetto alle prescrizioni previste dalla normativa attuale in materia;

* consumi energetici molto competitivi in virtù del recupero del syngas per la produzione di energia termica ed elettrica necessaria al funzionamento di tutte le parti dell’impianto ;

* produzione di rifiuti ridotta al minimo, prevedendo tra l’altro il recupero dei fanghi oleosi come prodotto.

 

Produzione di materie prime seconde collocabili sul mercato

Viene recuperata integralmente tutta la materia di cui lo pneumatico è composto attraverso la trasformazione in frazioni organiche da avviare alla vendita nei mercati di riferimento :

  • olio idrocarburico pesante (per autotrazione) e leggero (per l’industria chimica dei solventi)
  • fibre di acciaio (per acciaieria)
  • fanghi oleosi (per realizzare guaine isolanti da utilizzare negli asfalti)
  • carbon black (sotto forma di granuli da impiegare come filler nelle mescole di manufatti in gomma)

OCCUPAZIONE

La realizzazione delle opere comporterà un incremento occupazionale diretto considerando il personale impiegato per la fase di cantiere e di esercizio dell’impianto.

Per l’esecuzione del progetto si stima saranno coinvolte circa 100 unità al giorno in un arco temporale di lavoro di circa 18 mesi.

In fase di esercizio è prevista un’occupazione indicativa di 37 unità in condizioni di normale funzionamento dell’impianto. Verranno inoltre impiegati lavoratori esterni per attività di manutenzione e logistica.

IL BLOG

Per condividere questo processo con il territorio nei prossimi giorni sarà online il blog www.Impianto-pirolisi-Retorbido.it. che nasce dalla volontà di offrire un contributo di informazioni da condividere e discutere con tutti i soggetti interessati, cittadini, amministratori, organi di controllo, mondo imprenditoriale, società civile.

L’obiettivo è creare le basi per un dialogo libero e trasparente con tutti coloro che vorranno saperne di più su come funziona l’impianto, sugli aspetti ambientali, sulla sicurezza ma anche sui vantaggi economici e occupazionali.

Un luogo virtuale ma concreto, fondato sulla condivisione di informazioni e contenuti oggettivi, che sia sempre aperto al confronto. Uno spazio per scambiare e condividere informazioni e commenti , per rispondere a dubbi, domande, curiosità e, perché no, critiche.

 

ALTRI ARTICOLI CHE TI POSSONO INTERESSARE

 

RETORBIDO 25/11/2014: Impianto di “pirolisi” alla ex Valdata. E’ nato il Comitato per il No. Achille Cester. “Impianto mastodontico che produrrebbe fumi e cambierebbe l’aria e la vocazione del territorio” – See more at: https://www.vogheranews.it/wp/2014/11/retorbido-24112014-impianto-di-pirolisi-alla-valdata-e-nato-il-comitato-il-no-achille-cester-impianto-mastodontico-che-produrrebbe-fumi-cambierebbe-la-vocazione-del-territorio/#sthash.EO0ldvgh.dpuf

 

RETORBIDO 24/11/2014: Il paese spera e trema al tempo stesso. Una ditta propone al Comune la nascita alla ex Valdata di un impianto di recupero di pneumatici usati. Si tratterebbe di “pirolisi” – See more at: https://www.vogheranews.it/wp/2014/11/retorbio-24112014-il-paese-spera-trema-al-tempo-stesso-una-ditta-propone-al-comune-la-nascita-alla-valdata-di-impianto-di-recupero-di-pneumatici-usati/#sthash.LBRnT3HY.dpuf

 

 

Commenti

Commenti via Facebook

STRADELLA. Sabato 19 tornano gli Ambulanti di Forte dei Marmi

ELEZIONI: SIMONA VIRGILIO PER GARLASCHELLI SINDACO

ELEZIONI: CLAUDIO ZUFFI INSIEME PER VOGHERA

ELEZIONI: Movimento civico vogherese fabio aquilini

Mafarka! Il primo panino oltrepadano “certificato”. Salame Varzi Peperone Stafforella. Al Bar Trai2

AUTORIPARAZIONI AUTOSOCCORSO “GIARDINA” VOGHERA

ASM: La NOSTRA Farmacia è la TUA Farmacia

Molini di Voghera

Fotografia Spazio53 Voghera

Avis Donare il sangue è segno di civiltà

Spazio offerto dalla ditta Immac di Codevilla

Altre Notizie in breve… via Twitter


playlist messe di pasqua a voghera durante il coronavirus

RIVEDI LA SECONDA INTERVISTA AL SINDACO DI VOGHERA

RIVEDI L’intervista al Sindaco di Varzi Giovanni Palli

RIVEDI L’INTERVISTA A TERESIO NARDI (SLOW FOOD)

RIVEDI L’intervista in diretta al sindaco di Voghera

RIVEDI L’intervista in diretta al sindaco di codevilla

ANNUNCI: Autoriparazioni Giardina

VogheraNews.it partner di RetewebItalia

CONTATTI

NO ALLA VIVISEZIONE

GUARDA I NOSTRI VIDEO

farmacie voghera

Feste&Patroni e Vogheranews partner

Amici

Facebook

Novembre: 2014
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930