VogheraNewsPavia

SICUREZZA – Porte e portoni tagliafuoco, sistemi antincendio passivi che salvano vite umane

Settembre 09
00:57 2022

SICUREZZA – Tra i sistemi antincendio passivi disponibili in commercio ci sono le porte e i portoni tagliafuoco, così chiamati proprio perché idealmente tagliano il fuoco e impediscono la propagazione di un incendio.

Sono realizzati con materiali appositi che bloccano le fiamme all’interno di una stanza dove, una volta che l’ossigeno si è esaurito, l’incendio si spegne dal momento che non viene più alimentato. L’obiettivo principale di porte e portoni tagliafuoco è proprio quello di togliere l’alimentazione alle fiamme, che altrimenti rischiano di propagarsi in altri ambienti ricchi di ossigeno.

Le porte tagliafuoco vengono anche chiamate con l’acronimo REI che indica i tre parametri fondamentali che aiutano a determinare la resistenza al fuoco: R (resistenza meccanica), E (ermeticità) e I (isolamento termico).

Inoltre vengono classificate anche secondo la loro capacità di resistere al fuoco nel tempo. Tra le più diffuse ci sono le REI 60 e le REI 120, in grado di resistere rispettivamente un’ora e due ore.

Oltre a proteggere l’incolumità di cose e persone, le porte e i portoni tagliafuoco devono prevedere un’uscita di sicurezza per tutti coloro presenti all’interno dell’edificio e consentire ai soccorsi di intervenire in sicurezza e tempestivamente.

Questi sistemi antincendio passivi, oltre ad essere realizzati con materiali certificati, devono essere installati correttamente, ispezionati periodicamente e sottoposti a manutenzione ordinaria e se necessario straordinaria, tutte azioni che vengono garantite da aziende professionali come GSSI che trattano qualsiasi tipo di porte e portoni tagliafuoco a Torino.

In commercio esistono fondamentalmente due tipi di porte tagliafuoco: scorrevoli e a battente.

Le porte tagliafuoco scorrevoli sono dotate di un’apertura orizzontale e possono avere una oppure due ante. La loro installazione è molto diffusa negli edifici industriali o comunque di grandi dimensioni.

Anche le porte tagliafuoco a battente possono essere composte da una o due ante che vantano una notevole resistenza alle fiamme e alle alte temperature.

In determinati ambienti particolarmente popolosi, come alberghi, centri commerciali, hotel e ospedali l’installazione di almeno una porta tagliafuoco è obbligatoria secondo le nuove normative in materia di sicurezza.

Tuttavia questi dispositivi di sicurezza si stanno diffondendo sempre di più anche tra le abitazioni private, dove si intende innalzare il livello di protezione e sicurezza e impedire che un eventuale incendio possa divampare nelle altre zone dell’edificio.

A livello residenziale, ad esempio, le porte tagliafuoco sono molto richieste per la chiusura dei garage, dove si verificano spesso incidenti e anche scoppi di incendi che rischiano di propagarsi nelle altre aree.

La speranza è che le porte tagliafuoco non debbano mai entrare in funzione, ma la loro presenza rappresenta una misura di prevenzione e di sicurezza in più che protegge maggiormente le persone che vivono o che si trovano all’interno di un edificio.

Commenti

Commenti via Facebook

AUTORIPARAZIONI AUTOSOCCORSO “GIARDINA” VOGHERA

NO ALLA VIVISEZIONE

Fotografia Spazio53 Voghera

Spazio offerto dalla ditta Immac di Codevilla

CONTATTI

Altre Notizie in breve… via Twitter


Molini di Voghera

farmacie voghera

playlist messe di pasqua a voghera durante il coronavirus

VogheraNews.it partner di RetewebItalia

GUARDA I NOSTRI VIDEO

Amici

Facebook

Settembre 2022
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

SALICE. Domenica 11 settembre gli Ambulanti di Forte dei Marmi

Avis Donare il sangue è segno di civiltà

ANNUNCI: Autoriparazioni Giardina