VogheraNewsPavia

VOGHERA 30/04/2022: ‘I’m god of war’ “Allah akbar ” “Vi ammazzo tutti” (AGGIORNAMENTI). Il racconto della Polizia dei minuti di terrore vissuti ieri sera al rondò Carducci

Aprile 30
13:07 2022

VOGHERA – (AGGIORNAMENTO 2)

Il 25enne libico protagonista della folle notte del 29 aprile 2020 al rondò Carducci ha patteggiato un anno di reclusione durate il processo tenutosi al tribunale  di Pavia.  Il giovane ha ottenuto la sospensione condizionale della pena, in forza del fatto che non aveva precedenti penali e non è risultato avere collegamenti con ambienti dell’estremismo islamico.

VOGHERA (AGGIORNAMENTO 1) In un comunicato stampa della polizia di Voghera, il racconto di quanto di folle è accaduto ieri sera alla rotonda Carducci (vedi sotto).

E’ il racconto di chi ha dovuto affrontare in prima persona quell’uomo che gridava minacce brandendo una roncola.

Alle ore 21.54 di ieri sera – scrive la Polizia – sull’ utenza NUE112 del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Voghera perveniva una richiesta d’intervento da parte di un automobilista, il quale riferiva di aver notato, nel transitare in auto nel sottopasso Carducci, la presenza di un uomo, con una cuffia in testa, che camminava armato di una lunga roncola in direzione di via Matteotti. Stante la prevedibile pericolosità dell’intervento, l’operatore di Polizia inviava la volante sul posto con le dovute raccomandazioni in merito all’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale e delle misure di autotutela.”

Prosegue la polizia.

II soggetto in questione, giunto nei pressi del bar ”Alex” vi entrava e dopo pochi secondi ne usciva con una birra in mano. Lo stesso, notato il lampeggiante dell’autoveicolo di servizio accelerava il passo.”

Gli agenti allora scendo dall’auto.

Gli operatori – prosegue il racconto – approcciavano il soggetto con debita cautela ma l’uomo si dirigeva verso di loro con fare minaccioso roteando la roncola e urlando “Allah akbar “…”Cosa volete?” … “Non mi potete fermare“: minaccioso al punto che gli operatori indietreggiavano in direzione opposta per richiedere ausilio alla sala radio, che inviava altri due equipaggi del Commissariato e contemporaneamente richiedeva il supporto dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.”

A quel punto il soggetto ha fatto vedere “una mostrina con una scritta in arabo, che teneva legata al collo” ed ha continuato ad urlare dicendo: ‘‘Im god of war” …”Allah akbar ”…”Vi ammazzo tutti, italiani!’.

Dopo svariati, e vani, tentativi finalizzati a far gettare 1’arma al soggetto, “in considerazione del passaggio di numerosi autoveicoli e al fine di tutelare la sicurezza pubblica” gli agenti hanno “utilizzato lo spray deterrente al peperoncino loto in dotazione”.

Ma anche questa mossa è risultata inutile, anzi. Spiega infatti ancora la polizia: “L‘uomo si è scagliato loro contro sferrando colpi con la roncola ad altezza spalla/testa, costringendo gli agenti ad allontanarsi.”

E’ a questo punto che arrivano i colpi di pistola sentiti dai residenti.  

Durante questa fase concitata – scrive la polizia -, entrambi gli operatori esplodevano dei colpi in aria al fine di far desistere l’uomo, ma questi non abbandonava la condotta violenta e si dirigeva di nuovo in direzione dell”’Alex Bar’ ‘ ove, nel dehor, erano presenti alcuni avventori. Nel contempo lanciava la bottiglia di birra contro gli operatori e, sebbene la stessa fosse schivata, i frammenti raggiungevano comunque un agente.”
A quel punto ai poliziotti non restava che risalire a bordo del veicolo di servizio e “usarlo per cercare di indirizzare il soggetto violento lontano dai presenti.”

Dopo poco sul posto arriva, in ausilio, una pattuglia in abiti civili del Commissariato che, spiega ancora la polizia, “seguendo i movimenti del soggetto invitava le persone presenti ad allontanarsi”.

L’incubo non era ancora finito.

L’uomo infatti, scrive la polizia, “attingeva violentemente con la roncola il cofano dell’autovettura di servizio con violenza tale da perforarlo.”

In considerazione di ciò, per cercare di neutralizzare il soggetto e di disarmarlo, “gli agenti utilizzavano addirittura il getto di un estintore”.

Ma anche questo “senza nessun esito”.

Data la situazione di stallo e di estrema pericolosità, la polizia ha chiesto l’intervento dei Vigili del fuoco: “al fine di utilizzare l’idrante in loro dotazione per disarmare il soggetto, e non arrivare ad un contatto fisico diretto.”

Nell’attesa, sono stati fatti altri, “vani tentativi di far ragionare il soggetto, col quale si interloquiva in italiano, cercando di istaurare un dialogo”.

Nulla però sembrava portare ad una soluzione positiva della folle situazione. Anzi, ogni cosa che veniva provata sembrava peggiorare il quadro.

E infatti, l’uomo armato si è persino “denudato dei vestiti superiori” ed ha ulteriormente urlato: “Sono un militare come voi. I’m a warrior of god“.

Passati alcuni minuti, ecco arrivare sul posto i VV.F… ma prima di utilizzare l’idrante, “l’operante di polizia intimava per l’ennesima volta al soggetto di gettare lontano la roncola”. Per tutta risposta questi, anziché gettarla, “l’agitava ripetutamente, con fare minaccioso,”

Esaurite le azioni, per così dire, ‘passive’, a quel punto la polizia ha agito ‘attivamente’, e, con la collaborazione dei pompieri, ha fatto “indirizzare il getto (d’acqua ndr) contro di lui”, cosa che, “lo faceva cadere a terra e perdere il controllo dell’arma.”

Immediatamente – prosegue la polizia – veniva immobilizzato ed ammanettato (anche in questa fase – precisa la polizia – l’uomo cercando di divincolarsi causava lesioni alla mano di uno degli agenti”)”.

Bloccato l’uomo e sequestra l’arma, il soggetto è stato condotto presso il Commissariato per l’identificazione, dove è stato “dichiarato in arresto ai sensi dell’art. 381 c.p.p. per resistenza a PU aggravata e lesioni personali aggravate.”

Della misura precautelare è stato quindi dato avviso al PM di turno, che ha disposto che l’uomo “fosse collocato presso le celle di sicurezza del Commissariato in attesa dell’udienza di convalida.”

“Oggi all’esito dell’udienza è stato convalidato l’arresto e disposta la custodia cautelare in carcere sino all’udienza del 13 maggio. Sono in corso ulteriori accertamenti atti a comprendere se le condizioni in cui versava il cittadino straniero, nell’occorso fossero dovute all’effetto di sostanze alcooliche/stupefacenti oppure ad una patologia in atto. Si esclude all’evidenza ogni matrice terroristica”, conclude la polizia.

VOGHERA Momenti di paura ieri sera per una persona che girava armata in strada. Il fatto è successo intorno alle 22 al Rondò Carducci, dove, nei pressi della tabaccheria, poco lontano dall’ingresso dell’ASM, alcuni cittadini hanno notato una persona che non solo camminava gridando e straparlando  ma aveva in mano una roncola.

Subito sono partite le chiamate di emergenza, che hanno portato sul posto le forze dell’ordine. Gli agenti arrivati in pochi minuti hanno dovuto affrontare una situazione molto tesa e pericolosa.

Stando alle testimonianze dei cittadini della zona sarebbero stati sparati anche alcuni colpi di arma da fuoco a scopo intimidatorio.

I momenti di tensione si sono protratti per diversi minuti, fino a quando la polizia (solo posto anche i carabinieri) non è riuscita a riportare alla calma e bloccare l’uomo. Poco dopo è stata fatta arrivare anche un’ambulanza, che ha portato l’esagitato all’ospedale cittadino per accertamenti.

Il fermato è un libico di 26 anni, del quale al momento non si conoscono ancora le generalità e le motivazioni del gesto.

L’accaduto si è presto diffuso sui social dove sono comparse testimonianze e anche video. La popolazione residente è rimasta molto colpita dall’accaduto, ed ha denunciato il clima di insicurezza in cui a volte e in alcuni contesti (come la stazione ferroviaria) si vive in città.      

Commenti

Commenti via Facebook

PER UNA CITTA’ PULITA RISPETTA LE REGOLE. USA LA TESSERA!

Fotografia Spazio53 Voghera

IL TUO SERVIZIO CIVILE ALLA CARITAS di VOGHERA

Spazio offerto dalla ditta Immac di Codevilla

NO ALLA VIVISEZIONE

CONTATTI

Altre Notizie in breve… via Twitter


farmacie voghera

GUARDA I NOSTRI VIDEO

Amici

Facebook

playlist messe di pasqua a voghera durante il coronavirus

Aprile 2022
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Gli Ambulanti di Forte dei Marmi a Valenza il 3 Marzo

VogheraNews.it partner di RetewebItalia