VogheraNewsPavia

PAVIA VOGHERA 21/02/2022: Nasce il progetto RISE. Percorso contro lo spreco alimentare in provincia di Pavia

Febbraio 21
16:50 2022

PAVIA VOGHERAE’ nato un nuovo progetto per combattere lo spreco alimentare in provincia di Pavia. Il progetto punta a contrastare lo spreco alimentare, proprio nelle fasi iniziali della filiera agroalimentare.

Si chiama RISE (Recupero – Innovazione – Sostenibilità – Economia circolare) ed ha ottenuto un finanziamento dalla Regione Lombardia.

Una rete di Enti no-profit lo ha ideato e si è impegnata a realizzarlo entro la fine del 2022.

Capofila è la Cooperativa Sociale 381 di Voghera, affiancata dalla Cooperativa Sociale Balancin di Pavia e dalla Fondazione Romagnosi.

Nei prossimi mesi il progetto valorizzerà una molteplicità di elementi volti a rendere le produzioni più sostenibili e solidali, ossia: l’agricoltura sociale, biologica, locale e i suoi prodotti stagionali a km zero; i processi di produzione artigianale e antispreco; la distribuzione del cibo tempestiva attenta a non generare scarti; la prossimità fra i soggetti che agiscono sulle filiere agro-alimentari; il coinvolgimento dei consumatori nei processi di produzione e distribuzione sostenibili; e le reti virtuose di sostegno agli elementi più fragili della comunità.

L’impegno comune – spiegano gli organizzatori – è quello di contrastare un fenomeno che ha un impatto disastroso sull’economia, sull’ambiente e sul benessere delle comunità: basti pensare che, solo in Italia, lo spreco alimentare in un anno vale poco meno di 10 miliardi.”

Il Progetto RISE si svilupperà nel territorio compreso fra Pavia e Voghera, dove il problema è particolarmente acuto: mancano infatti politiche locali del cibo istituzionali e strutturate.

FRUTTA E VERDURA

Le indagini merceologiche – spiegano ancora i promotori – indicano che i cibi più sprecati risultano essere i prodotti freschi ed in particolare frutta e verdura… e RISE vuole agire proprio in questo settore, importantissimo in un territorio a vocazione agricola come la provincia di Pavia.” Grazie al progetto sarà quindi realizzato un HUB per la raccolta e lo stoccaggio di cibo e sarà consolidata “IO ERO”: una linea di prodotti trasformati, ottenuti dalla lavorazione degli ortaggi ritenuti non idonei per le donazioni.

L’obiettivo finale, ambizioso ma considerato molto concreto, è distribuire oltre 4,5 tonnellate di frutta e ortaggi salvati dallo spreco a circa 1.000 nuclei familiari fragili, ma anche creare una un circuito di economia circolare che valorizzi gli scarti.

Si lavorerà per rafforzare una rete di produttori e venditori disposti a donare le eccedenze e una sinergia di enti che possa promuovere una cultura antispreco fra i consumatori e tutti gli elementi della filiera alimentare”, concludono i promotori.

Commenti

Commenti via Facebook

PER UNA CITTA’ PULITA RISPETTA LE REGOLE. USA LA TESSERA!

Fotografia Spazio53 Voghera

IL TUO SERVIZIO CIVILE ALLA CARITAS di VOGHERA

Spazio offerto dalla ditta Immac di Codevilla

NO ALLA VIVISEZIONE

CONTATTI

Altre Notizie in breve… via Twitter


farmacie voghera

GUARDA I NOSTRI VIDEO

Amici

Facebook

playlist messe di pasqua a voghera durante il coronavirus

Febbraio 2022
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28  

Gli Ambulanti di Forte dei Marmi a Valenza il 3 Marzo

VogheraNews.it partner di RetewebItalia