VogheraNewsPavia

VOGHERA 02/12/2021: Elezioni provinciali. Azzaretti contro il “Modello Voghera” sceglie Bargigia: “Scegliamo la libertà e la democrazia”

Dicembre 02
12:49 2021

VOGHERA La consigliera comunale Marina Azzaretti interviene per denunciare: “Quando il libero democratico diritto di voto e di scelta ideologica sul modello di amministrazione (partecipata o imposta) viene messo in discussione, ostacolato, a tutti i costi.”

La dittatura – scrive Azzaretti – si sostanzia e vive di minacce, di persecuzioni, di espulsioni e di ogni altra forma coercitiva e punitiva atta a incutere paura, se non terrore, e tacitare ogni voce alternativa e dialettica.”

Azzaretti, che si riferisce all’operato dell’attuale giunta, porta come esempio di “democrazia” quanto accaduto nel voto dell’anno 2015.

Torriani si candida a sindaco di Voghera (dopo esserlo stato per 10 in quota Forza Italia dal 2000 al 2010) con una lista civica, sostenuto da altre liste di Lega, FdI e civiche similari. Forza Italia ufficiale candida, invece, sindaco Carlo Barbieri, al suo secondo mandato. Sono candidati alternativi, o scegli uno o scegli l’altro – precisa Azzaretti -. Torriani però pur andando contro la lista ufficiale di Forza Italia non viene estromesso dal partito, non viene espulso da Forza Italia.

Nessuno viene espulso da nessun partito e di nessun partito.”

Poi la consigliera fa un “Esempio di metodi alternativi”: riferendosi all’“Anno 2021 in cui ci sono le elezioni provinciali.”

I vertici provinciali e regionali della Lega impongono come candidato del centro destra a presidente della Amministrazione provinciale, a sindaci e consiglieri aventi diritto al voto, Palli (il sindaco di Varzi ndr) – scrive Azzaretti -. A ruota i vertici di FdI e Forza Italia sostengono, ligi, la candidatura. Bargigia (sindaco leghista sostenuto da una parte della Lega ndr), presenta, supportato dalle firme (molte di più delle 350 necessarie) e da 11 su 18 sindaci della Lega, la sua candidatura alternativa.”

Lo supportano dunque – insiste Azzaretti – sindaci, consiglieri e politici di centro destra e civici che credono nella democrazia, nella partecipazione, nelle scelte condivise. Nel costruire insieme, dalla base. Ma Bargigia è della Lega – prosegue la consigliera ex di FI -. E nella sua lista ci sono politici amministratori di Lega e Forza Italia “ribelli” e sostenitori di questi metodi partecipati di governo della cosa pubblica.”

Azzaretti aggiunge: “Bargigia e i candidati in lista di Lega e Forza Italia, insieme a ruota agli altri che li hanno sostenuti, vengono espulsi, ripudiati dai rispettivi partiti: Lega e Forza Italia. O avvertiti che lo saranno.”

Per Marina Azzaretti anche in provincia si applica dunque il “modello Voghera” (in cui i leghisti dissidenti, Miracca e Albini, sono stati espulsi dal partito centrale ndr) e, aggiunge, “…siamo solo agli inizi degli stadi successivi”.

Perciò, in vista del 18 dicembre, in cui (col voto dei soli sindaci ) si sceglie il presidente della provincia, Azzaretti proclama: “Scegliamo la libertà e la democrazia”, perchè: “I loghi e i partiti non sono più case di protezione ne protette, ne garanti di un futuro migliore.”

Commenti

Commenti via Facebook

ELEZIONI REGIONALI: SIMONA VIRGLIO

IL TUO SERVIZIO CIVILE ALLA CARITAS di VOGHERA

Spazio offerto dalla ditta Immac di Codevilla

NO ALLA VIVISEZIONE

CONTATTI

Fotografia Spazio53 Voghera

Altre Notizie in breve… via Twitter


AUTORIPARAZIONI AUTOSOCCORSO “GIARDINA” VOGHERA

farmacie voghera

GUARDA I NOSTRI VIDEO

Amici

Facebook

Molini di Voghera

playlist messe di pasqua a voghera durante il coronavirus

Dicembre 2021
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

VogheraNews.it partner di RetewebItalia

SALICE. Domenica 11 settembre gli Ambulanti di Forte dei Marmi