VogheraNewsPavia

VOGHERA 30/07/2021: Delitto di piazza Meardi. Azzaretti. Sindaca colpevole di non aver svolto il suo ruolo di guida e coordinatrice. Cambi rotta

Luglio 30
10:43 2021

VOGHERA Il consiglio di mercoledì pomeriggio sul tragico caso Adriatici-Youns El Boussetaoui, si è caratterizzato per gli interventi dei consiglieri di maggioranza e di opposizione (parte dei quali hanno chiesto la dimissioni della giunta).

Nell’opposizione è risuonata forte la posizione critica della consigliera del gruppo misto Marina Azzaretti.

L’ex assessora della giunta Barbieri ha ricordato le figure degli uomini coinvolti nella tragedia e accusato la Giunta Garlaschelli di non aver aiutato né l’uno nè l’altro.

La sindaca in particolare è stata accusata di non aver ottemperato al suo ruolo di indirizzo rispetto all’operato degli assessori. Per tutto questo infine Azzaretti ha chiesto un cambio di rotta al governo della città.

A Seguire l’intervento completo della consigliera Marina Azzaretti.

Buona giornata a tutti e grazie per la parola concessami. Ci tengo innanzitutto, come gruppo misto, a portare le mie condoglianze ai famigliari di Musta’, il marocchino, pur senza fissa dimora e con precedenti e con problemi psichici, vittima della tragedia di Piazza Meardi. Ci tengo però anche a significare tutta la mia più sentita compassione per l’avvocato Adriatici ed i suoi parenti. Perche’ quest’uomo, pur nella inaccettabilità del suo gesto risolutivo, oggi mi fa pena. E apro una duplice riflessione che mi sento di sottoporre a voi tutti.

In primis, come può un pluripregiudicato, più volte segnalato per molestie alle forze dell’ordine, colpito da diversi decreti di espulsione, girare liberamente per una città? Mi chiedo… l’Assessore ai Servizi sociali se fosse a conoscenza del suo caso, se seguisse il caso di questa persona con evidenti squilibri psichici e problematiche di convivenza sociale. E non possiamo non riflettere sul fatto che i decreti di espulsione spesso non hanno riscontro nella pratica. Competenza però non è certo degli Enti Locali, ma ciò è dovuto a un vuoto, una lacuna normativa nazionale sulle modalità tecniche di attuazione operativa dei medesimi affinchè siano realmente efficaci. Che’, magari, se aiutato dai Servizi Sociali o riportato al suo paese, come da ordinanze, tutto ciò non sarebbe successo. Musta’ è stato abbandonato al suo destino.

La seconda riflessione su Adriatici. Illustre e stimato avvocato, si è rovinato con questo gesto la vita e la professione. Abbiamo due vittime di questa tragedia, uno purtroppo deceduto, l’altro è lui. Anche lui lasciato solo, con le sue evidenti insorte turbe intime mentali.

Abbiamo poi una città, da sempre pacifica, sconvolta, attonita, impaurita da un fatto di cronaca nera cosi agghiacciante… e dai risvolti e dalle complicanze così evidenti sulla percezione collettiva della giustizia, della convivenza e dell’inclusione sociale. Una comunità già profondamente toccata da un altro fatto di cronaca sempre riguardante la sua Amministrazione: quell’Amministrazione in cui ha creduto, che ha eletto a furor di voti, fiduciosa che a Voghera (forse) “cambiassero le cose”, fosse apportatrice di pace, di welfare, di maggior sicurezza pubblica. Ricordo infatti che è in corso un’altra indagine a carico di un altro Assessore, sempre in quota Lega, per corruzione elettorale, voto di scambio. Anche se certo le accuse sono ancora tutte da provare e restiamo garantisti.

Due Assessori, quota Lega, due componenti di un Esecutivo che è chiamato per legge a decidere le sorti di una città. Un esecutivo i cui componenti, Pubblici Ufficiali (24hsu24) sono per i cittadini.. dovrebbero essere un punto di riferimento, un esempio.

Bene, io credo, anche per la mia lunga esperienza amministrativa da Assessore , che ruolo fondamentale del Sindaco sia direzionare il lavoro del suo esecutivo, dei suoi Assessori, della sua squadra di governo. Seguirli, indirizzarli, condividerne e portarne ad approvazione le proposte se corrette, richiamarli se sbagliano. Prendere posizione di fronte al loro comportamento ed alle loro azioni, se non conformi il loro ruolo… parlare alla sua città.

Questo, signor Sindaco, lei non l’ha fatto.

Sul caso Miracca si è limitata a ribadire la sua fiducia nell’Assessore – certo attendiamo tutti l’esito delle indagini – ma una parola alla città di condanna per eventuali reati di questo tipo, seppur in termini generici, come difesa della legalità, sarebbe stato un bel messaggio. Dopo la tragedia di Piazza Meardi, che molto ha provato e continua a provare la nostra città, portandola inoltre alla ribalta delle cronache internazionali con una pessima immagine, ha preferito il silenzio stampa. Interrotto solo da un freddo comunicato ai commercianti in cui consigliava di chiudersi le serrande in occasione della successiva manifestazione di solidarietà per Musta’. Amplificando così il clima di paura (soprattutto di fronte agli extracomunitari) in città. Anche perchè la manifestazione si è dimostrata più che pacifica (per non parlare del freddo video di invito generico alla calma)

Il silenzio, le rammento, spesso viene associato ad indifferenza… (ad assenza) se non peggio… ad assenso.

Un Sindaco si deve prendere le sue responsabilità, onori ed oneri. E non credo possibile che nessuno della Giunta e lei in particolare non abbiate intercettato avvisaglie di insorte problematiche psicologiche nell’Assessore Adriatici prima di questa tragedia. In certe scelte di dubbia efficacia, come si sono dimostrate.

L’Assessore Adriatici, io ritengo, si sia a un certo punto sentito addosso, da ex poliziotto ed avvocato, con il ruolo di Assessore alla Sicurezza e i limiti normativi alle sue possibilità operative, un peso che non riusciva a togliersi, credo che la sua testa abbia iniziato a ragionare male di fronte a un vuoto legislativo che non gli permetteva di mettere in atto le misure idonee a fare quella “pulizia sociale” che lui, come tutta la Lega, aveva promesso e promosso.

E così si è armato, è uscito da solo a fare lo sceriffo per la città.

Voi dovevate aiutarlo, correggerne il tiro… certe devianze manifeste, richiamarlo al suo ruolo. Questo era ed è uno dei compiti, Sindaco, affidatovi dalla città: guidare la vostra squadra.

Ecco allora io la invito signor Sindaco, e con lei invito tutta la Giunta e la sua  maggioranza, a fare una riflessione sul suo ruolo di conduttore e guida di una citta, sul vostro ruolo… se amministrare una città è un compito a cui voi siete preparati e se ne siete capaci.

E vi invito a un cambio di rotta, perchè se non ci sarà un vero, drastico, cambio di rotta… temo che per Voghera il prosieguo e le conseguenze saranno ancora peggiori.”

Commenti

Commenti via Facebook

Mafarka! Il primo panino oltrepadano “certificato”. Salame Varzi Peperone Stafforella. Al Bar Trai2

AUTORIPARAZIONI AUTOSOCCORSO “GIARDINA” VOGHERA

ASM: La NOSTRA Farmacia è la TUA Farmacia

NO ALLA VIVISEZIONE

Molini di Voghera

ALLE 10.30 LA DIRETTA DAL DUOMO DI VOGHERA DELLA MESSA DI DON DANIELE LOTTARI

Avis Donare il sangue è segno di civiltà

Spazio offerto dalla ditta Immac di Codevilla

CONTATTI

Altre Notizie in breve… via Twitter


playlist messe di pasqua a voghera durante il coronavirus

VogheraNews.it partner di RetewebItalia

Fotografia Spazio53 Voghera

GUARDA I NOSTRI VIDEO

farmacie voghera

ANNUNCI: Autoriparazioni Giardina

Amici

Facebook

SALICE. Domenica 5 settembre tornano gli Ambulanti di Forte dei Marmi

NO AI RIFIUTI IN STRADA. USA I CASSONETTI . USA LA TESSERA ASM