VogheraNewsPavia

PROVINCIA 08/06/2021: Uso dei fanghi in Agricoltura. Da Giussago una scossa all’Arpa. Elogi ai sindaci ‘sentinella’. E Legambiente condanna senza appello la pratica

Giugno 08
11:40 2021

PROVINCIA – La tremenda vicenda dello spandimento di fanghi tossici sui campi coltivati di molte province del nord Italia, compresi quelli della provincia di Pavia (vedi altro articolo sotto) ha riacceso le attenzioni dei più sul fenomeno e rinfocolato le polemiche circa l’uso in sè di questi rifiuti in agricoltura.

Per tale motivo, il direttivo del Comitato “Io Amo Giussago” (costituito dai fondatori Roberto Piazza, Ciro Troccoli e Luciano Bianchi oltre a Massimo Sambati) ha inviato una pec ad Arpa Lombardia per sapere le condizioni del paese

Nella lettera via mail si legge. “L’articolo (di giornale ndr) relativo all’indagine sulla WTE srl e sullo spandimento nei campi di prodotti velenosi ci ha messi in allarme, dato che sulla nostra cittadina sono già presenti l’impianto di A2A che in condivisione col Comune di Lacchiarella di fatto è un terzo paese tra i confini di Milano e Pavia e Acqua & Sole nel Comune di Vellezzo Bellini.”

II Comitato “Io amo Giussago ” chiede perciò “di conoscere quali siti in provincia di Pavia, oltre a Monticelli e a Marzano, siano stati coinvolti e se il nostro paese è in qualche modo stato toccato da questo ulteriore avvelenamento.”

Inoltre chiede, “di imporre un divieto assoluto di qualsiasi tipo di coltivazione a scopo primario di tutela della salute pubblica della popolazione come prevede l’articolo 32 della Costituzione.” “Il nostro impegno per la sicurezza ecologica e ambientale della zona è attivo da tempo – aggiungono i firmatari – per cui riteniamo nostro dovere richiedere il massimo controllo della situazione, consci che la salute dei cittadini è sempre più in pericolo.”

I firmatari invochiamo, tra l’altro, “il Principio di Precauzione e il diritto di conoscenza delle procedure di partecipazione ai processi decisionali in materia ambientale come descritto nella Convenzione di Aarhus.”

Sul caso interviene anche l’associazione Futuro Sostenibile in Lomellina, per elogiare i sindaci che “si sono mostrati attenti al territorio, che difendono sempre con coraggio e determinazione.”

“Non so se lo scandalo fanghi tossici – scrive Alda La Rosa – sarebbe saltato fuori se Enrico Berneri, sindaco di Monticelli Pavese, non avesse subito allertato i carabinieri e Arpa quando nel gennaio 2018 nelle campagne di Monticelli i criminali sversarono 5 tir di fanghi tossici. Come non ringraziare Berneri e il drappello di sindaci che ricorsero alle vie legali contro l’innalzamento del limite degli idrocarburi da parte di regione Lombardia. Giustamente vengono definiti le vere sentinelle del territorio.”

Infine, sempre sul caso Legambiente Lombardia fa sapere che si costituirà parte civile nel processo “contro i fanghisti criminali che hanno riempito i nostri campi di veleni.”

“Si tratta di un danno – dichiarano Barbara Meggetto, presidente di Legambiente Lombardia e Stefano Ciafani presidente nazionale dell’associazione – che potrebbe assumere le dimensioni del disastro ambientale, se gli accertamenti verificheranno lo stato di contaminazione dei suoli interessati. Per questo, e per la gravità delle condotte messe in atto, intendiamo costituirci parte civile nel processo a carico dei responsabili”.

Ma il bersaglio grosso di Legambiente è l’uso dei fanghi in sè e per sè.

“Ciò che è altrettanto grave è che la pratica di trasformare i fanghi di depurazione in gessi si svolge in un quadro di totale, e ben nota, inadeguatezza delle norme, che non consentono alle agenzie regionali di protezione ambientale, così come agli organi di polizia, di svolgere i necessari controlli su materiali classificati come fertilizzanti e correttivi per i suoli agrari: succede così che materie di rifiuto quali sono i fanghi di depurazione, che in quanto tali sono sottoposti a severissimi controlli atti ad attestarne l’eventuale idoneità all’impiego in agricoltura, possano intraprendere una comoda scorciatoia che consiste nell’essere inviati in stabilimenti dove, con un semplice trattamento chimico, diventano materie fertilizzanti, sfuggendo di fatto ai controlli sulla qualità del materiale di partenza (nella sostanza e a norma di legge, i ‘gessi’ possono essere usati con le stesse precauzioni con cui si spande un letame! Purtroppo, però, la trasformazione in gessi non risolve affatto il problema di una materia prima non idonea, quanto ad esempio a livelli di contaminazione, e un’impropria lavorazione e utilizzo sovente ne aggrava le emissioni in termini di odori estremamente molesti.”

“La pratica di trasformare i fanghi in gessi è diventata la modalità prevalente di smaltimento dei fanghi di depurazione, soprattutto in Lombardia che è la regione in cui hanno sede la maggior parte delle imprese che lavorano fanghi. Ciò è avvenuto per eludere le problematiche e i costi connessi all’impiego di fanghi in agricoltura, giustamente soggetto a severi limiti e a rigorose attività di tracciatura e controllo. Quanto rivelato dall’inchiesta svolta dai carabinieri forestali non è dunque una sorpresa, ma una dolorosa conferma di una situazione divenuta sempre più fuori controllo”, conclude Legambiente.

ARTICOLI CORRELATI

PAVIA 26/05/2021: Da Brescia fanghi contaminati sparsi nei campi di 4 Regioni e 12 Province. Nel pavese carichi verso due Comuni. Ecco quali sono

Commenti

Commenti via Facebook

SALICE. Domenica 5 settembre tornano gli Ambulanti di Forte dei Marmi

Mafarka! Il primo panino oltrepadano “certificato”. Salame Varzi Peperone Stafforella. Al Bar Trai2

AUTORIPARAZIONI AUTOSOCCORSO “GIARDINA” VOGHERA

ASM: La NOSTRA Farmacia è la TUA Farmacia

NO ALLA VIVISEZIONE

Molini di Voghera

ALLE 10.30 LA DIRETTA DAL DUOMO DI VOGHERA DELLA MESSA DI DON DANIELE LOTTARI

Avis Donare il sangue è segno di civiltà

Spazio offerto dalla ditta Immac di Codevilla

CONTATTI

Altre Notizie in breve… via Twitter


playlist messe di pasqua a voghera durante il coronavirus

VogheraNews.it partner di RetewebItalia

Fotografia Spazio53 Voghera

GUARDA I NOSTRI VIDEO

farmacie voghera

ANNUNCI: Autoriparazioni Giardina

Amici

Facebook

Giugno: 2021
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

NO AI RIFIUTI IN STRADA. USA I CASSONETTI . USA LA TESSERA ASM