VogheraNewsPavia

PONTE NIZZA 17/02/2021: Frutta delle Valli. Il Consorzio punta al rilancio. Il presidente: “Malattie e avversità atmosferiche rendono la produzione una vera e propria sfida”

Febbraio 17
18:15 2021

PONTE NIZZA – Nei giorni scorsi si è tenuta l’assemblea dei soci del Consorzio della frutta Valle Staffora. L’occasione è stata un utile momento per discutere del rilancio e del futuro del Consorzio.

Questa realtà infatti raccoglie oltre 30 produttori distribuiti nel territorio della Comunità montana e valli limitrofe e negli ultimi decenni ha anch’essa subito il peso dello spopolamento e dell’abbandono da parte dei giovani del nostro territorio verso altre opportunità lavorative che non fossero l’agricoltura.

Negli ultimi anni invece questo trend si è rallentato e anzi, sta vedendo l’adesione di nuove realtà, composte da giovani imprenditori agricoli che stanno investendo in questo settore.

Il territorio della Comunità montana dell’Oltrepò pavese, soprattutto nella parte più collinare è da sempre vocata alla frutticoltura e ora questa produzione rappresenta circa 30 aziende con le relative famiglie e alcuni operatori che stoccano nelle celle del consorzio circa 5000 q di frutta all’anno. Prodotti di stagione e di eccellenza, basti pensare a Bagnaria città della ciliegia o all’attività di valorizzazione intrapresa per la pomella genovese.

Attualmente il Consorzio è ospitato nella centrale della frutta di Ponte Nizza, di proprietà della Comunità montana, luogo dove molti agricoltori fanno confluire nelle celle frigorifere il loro raccolto. Il Consorzio è diretto un Consiglio direttivo eletto dai soci ora rappresentato dal presidente Fabrizio Lanzarotti, dal vicepresidente Simone Rolandi, dal segretario e tesoriere Aldo Agosti e da altri quattro soci: Brignoli Angelo, Lucchelli Francesco, Bisio Francesco e Rosina Luciano.

Durante l’assemblea si è quindi discusso degli investimenti necessari per proseguire nell’attività del consorzio stesso, dalla più urgente e necessaria manutenzione delle celle ad attività meno urgenti, ma ugualmente necessarie come la valorizzazione e il rilancio dell’immagine del Consorzio stesso.

Essere agricoltore in questa epoca non è facile – dichiara Lanzarotti – infatti seppur il nostro territorio sia particolarmente vocato alla frutticultura, sia per ragioni climatiche sia pedologiche, troppe avversità si stanno di anno in anno presentando rendendo sempre meno produttivi i nostri frutteti. Si pensi ad esempio all’arrivo della cimice asiatica o della Drosofila suzukii, anch’essa alloctona. Veri flagelli per i raccolti. A questo si sommano le avversità atmosferiche di questi ultimi anni che rendono davvero la volontà e la passione di portare avanti questo lavoro una vera e propria sfida di resilienza e di tenacia”.

Commenti

Commenti via Facebook

AUTORIPARAZIONI AUTOSOCCORSO “GIARDINA” VOGHERA

NO ALLA VIVISEZIONE

Fotografia Spazio53 Voghera

Spazio offerto dalla ditta Immac di Codevilla

CONTATTI

Altre Notizie in breve… via Twitter


Molini di Voghera

farmacie voghera

SALICE. Domenica 11 settembre gli Ambulanti di Forte dei Marmi

playlist messe di pasqua a voghera durante il coronavirus

VogheraNews.it partner di RetewebItalia

GUARDA I NOSTRI VIDEO

Amici

Facebook

Febbraio 2021
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728

Avis Donare il sangue è segno di civiltà

ANNUNCI: Autoriparazioni Giardina