VogheraNewsPavia

VOGHERA 16/06/2020: La Messa della Croce rossa per le vittime del coronavirus e per dire grazie al personale sanitario

Giugno 16
10:59 2020

VOGHERA – “Eroe significa chiamata eroica alla vita! Cosa ci fate dentro a quella tuta Rossa se non siete eroi? Quando vivete con eroismo, cioè con amore appassionato per la vita, voi siete più contagiosi del Covid per l’esempio che date. Grazie amici della Croce Rossa, questo è un grazie di responsabilità che vi invita ad andare avanti alla ricerca del bene per ogni fratello”: così Don Pietro Sacchi, cappellano dell’Ospedale di Tortona, ha voluto omaggiare Volontari e Dipendenti di Croce Rossa presenti in Duomo a Voghera per una ricorrenza davvero particolare, quella del 15 Giugno, giorno solitamente dedicato alla festa per l’Anniversario di Fondazione della Croce Rossa Italiana. Quest’anno la C.R.I. di Voghera ha pensato di trasformare questo momento molto sentito, a fianco della cittadinanza, in una grande preghiera rivolta a tutte le vittime da coronavirus e in un grande grazie a tutto il personale sanitario che si è speso con grandi sacrifici in queste settimane che rimarranno impresse nella storia di ciascuno di noi. Non è stato un caso che a celebrare questa funzione sia stato Don Pietro Sacchi, religioso orionino della comunità del Paterno di Tortona, ovvero colui che ha vissuto in prima linea il dramma del coronavirus, vedendo allineate giorno dopo giorno decine e decine di bare.

Tortona e il suo nosocomio hanno pagato un duro prezzo in questa pandemia, come pure l’ha pagato la città di Voghera che ha visto di fatto scomparire una generazione.

“Eppure – ha sottolineato Don Pietro – ne è valsa la pena vedere così tante casse in fila anziché starmene tranquillo in una chiesa, in una canonica. Grazie allora a tutti i fratelli e sorelle di Croce Rossa, andate avanti a raggiungere l’uomo per il bene che rappresenta, sono le vostre cicatrici che portate addosso dopo questo periodo a far capire ciò che state facendo.”
Il clima raccolto, la commozione che si palpava nell’aria, il canto dell’Ave Maria di Schubert e del Panis Angelicus da parte del soprano Sara Bonini, la conclusione con la preghiera voluta da Papa Francesco per l’Italia in questo periodo di pandemia: tutto quanto ha contribuito a rendere la cerimonia molto partecipata e sentita, un inno alla vita, al volontariato portato avanti dalle tante divise rosse presenti in Duomo.

“L’amore per il prossimo non solo salva, ti fa alzare la mattina e contagia chi ti sta accanto, molto più del Covid-19” ha sottolineato ancora Don Pietro, indirizzando una preghiera e un ricordo al suo papà scomparso ad inizio anno, a Don Enrico e a tutte le vittime da coronavirus. Alla fine il saluto commosso del Presidente della Croce Rossa di Voghera Chiara Fantin e del Sindaco di Voghera Carlo Barbieri, ai suoi ultimi mesi di mandato, ricordando i dieci anni di vicinanza al Comitato, un rapporto di grande collaborazione che ha reso orgogliosa la città nel corso di diversi eventi.

Commenti

Commenti via Facebook

Mafarka! Il primo panino oltrepadano “certificato”. Salame Varzi Peperone Stafforella. Al Bar Trai2

AUTORIPARAZIONI AUTOSOCCORSO “GIARDINA” VOGHERA

ASM: La NOSTRA Farmacia è la TUA Farmacia

Molini di Voghera

NO ALLA VIVISEZIONE

Avis Donare il sangue è segno di civiltà

Spazio offerto dalla ditta Immac di Codevilla

CONTATTI

Altre Notizie in breve… via Twitter


playlist messe di pasqua a voghera durante il coronavirus

VogheraNews.it partner di RetewebItalia

Fotografia Spazio53 Voghera

GUARDA I NOSTRI VIDEO

I VIDEO – DOMENICA LA DIRETTA DAL DUOMO DI VOGHERA

farmacie voghera

ANNUNCI: Autoriparazioni Giardina

Amici

Facebook

Giugno: 2020
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

STRADELLA. Sabato 19 tornano gli Ambulanti di Forte dei Marmi