VogheraNewsPavia

PAVIA VOGHERA VIGEVANO 03/12/2019: Troppe cose che non vanno. Gli ambulanti protestano e spiegano i disagi della categoria sulle piazze della Provincia di Pavia

Dicembre 03
11:10 2019

PAVIA VOGHERA VIGEVANO – Domenico Nicodemo, vogherese, commerciante di professione, solleva la questione delle problematiche che affliggono la categoria dei venditori ambulanti che partecipano ai mercati presenti in provincia di Pavia.

“Sono stato contattato – spiega Nicodemo, che è anche  attivista del movimento civico l’Italia del Rispetto – da diversi miei colleghi impegnati sulle diverse piazze di tutta la provincia e mi voglio farmi portavoce della loro, della nostra, preoccupazione per ciò che da troppo tempo sta accadendo e che non sembra trovare una soluzione.”

Racconta Nicodemo. “L’ambulante svolge un lavoro duro: sta tutto il giorno al freddo d’inverno, al caldo d’estate, e inizia a lavorare prestissimo la mattina. Inoltre, come pochi riconoscono, ricopre anche un ruolo sociale fondamentale: perchè ha contatti quotidiani diretti con la popolazione; perchè genera e mantiene contatti fra le persone di una città… e perchè, con il suo mercato, porta vita e vitalità nelle città e nei paesi in cui si reca.”

Un lavoro nobile, così come lo sono tutti i lavori duri, ma pieno di problematiche mai risolte.

“Sono tante le questioni che dovrebbero essere prese di petto e finalmente affrontate – spiega l’ambulante vogherese -. Una delle prime è certamente quella legata alla verifica della ‘Carta di esercizio’ (con relativa foto). Cosa che troppo spesso non avviene. Un fatto grave, in quanto spesso al banco non si trova il titolare della Carta ma qualcun altro che non ha alcun titolo per vendere, e che quindi, per rispetto di chi le regole le segue, dovrebbe essere allontanato.”

“Un secondo problema – prosegue Nicodemo – riguarda gli obblighi relativi alla dimensione, al posizionamento e alle distanze dei banchi e fra i banchi, tutti elementi che troppo spesso, anche in questo caso, non vengono verificati e fatti rispettare… e che quindi generano malumore fra tutti coloro che invece sono rispettosi delle norme.“

Terzo punto la merce usata.

“In presenza di merce usata sui banchi – spiega ancora l’ambulante vogherese – i venditori dovrebbero segnalarla: invece ciò, spessissimo, non accade, con ovvi danni per la concorrenza e per la clientela.”

“Altri problemi – aggiunge Domenico Nicodemo – sono: quello delle assenze/presenze da parte degli ambulanti fissi e degli ‘spuntisti’, e quello del rispetto delle dimensioni delle corsie fra i banchi, che dovrebbero essere abbastanza larghe da consentire il passaggio dei mezzi di soccorso”.

Infine un auspicio.

“Che finalmente vengano fatti controlli capillari e costati da parte delle polizie locali sul rispetto di tutte queste regole troppe volte disattese, e anche che la loro presenza fra i banchi sia più assidua”, conclude l’ambulante Domenico Nicodemo.

Commenti

Commenti via Facebook

ELEZIONI REGIONALI: SIMONA VIRGLIO

IL TUO SERVIZIO CIVILE ALLA CARITAS di VOGHERA

Spazio offerto dalla ditta Immac di Codevilla

NO ALLA VIVISEZIONE

CONTATTI

Fotografia Spazio53 Voghera

Altre Notizie in breve… via Twitter


AUTORIPARAZIONI AUTOSOCCORSO “GIARDINA” VOGHERA

farmacie voghera

GUARDA I NOSTRI VIDEO

Amici

Facebook

Molini di Voghera

playlist messe di pasqua a voghera durante il coronavirus

Dicembre 2019
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

VogheraNews.it partner di RetewebItalia

SALICE. Domenica 11 settembre gli Ambulanti di Forte dei Marmi