VogheraNewsPavia

PAVIA VOGHERA 27/11/2019: Giovedì e Venerdì sciopero trasporti. Usb: Contro lo sviluppo capitalistico attuale e le politiche dei governi completamente responsabili dei mutamenti climatici

Novembre 27
12:11 2019

PAVIA VOGHERA Giovedì e Venerdì in Lombardia ci saranno due scioperi: il 28 Novembre si terrà lo scioperò dell’Azienda trasporto locale milanese ATM; il 29 Novembre invece ci sarà lo sciopero nazionale del settore ferroviario e del trasporto pubblico locale di tipo.

In merito alle due mobilitazioni la Regione comunica che – in merito alle limitazioni alla circolazione dei veicoli più inquinanti previste dall’ Ordinanza sindacale PG.103502 del 27/11/2018 e Delibere di Giunta Regionale n° 7095/17 e n° 449/18,e n. 2055/19 – è stata decisa la revoca limitazioni alla circolazione per le giornate 28 E 29 novembre 2019.

Ancora in merito alle modalità dello Sciopero nazionale di 24 ore del giorno 29 novembre 2019, Autoguidovie, società che gestisce il trasporto pubblico urbano e extraurbano in provincia di Pavia, “Potrebbero non essere garantite tutte le corse urbane ed extraurbane in partenza dai capolinea nella fascia oraria: da inizio servizio alle 5.29; dalle 8.30 alle 15.00; dalle 18.01 a fine servizio.

Mentre saranno garantite le corse in partenza dai capolinea e indicate negli orari pubblicati: dalle 5.30 alle ore 8.29 e dalle 15:01 alle 18.

Circa le motivazioni dello sciopero nazionale, l’Unione sindacale di Base (USB) illustra le motivazioni.

“Nell’ambito dello sciopero globale per il clima indetto da Friday For Future per il 29 novembre 2019, cui hanno aderito moltissime associazioni ambientaliste, politiche e sociali, l’Unione Sindacale di Base proclama uno sciopero generale per lo stesso 29 novembre per l’intera giornata lavorativa.

L’Unione Sindacale di Base ritiene lo sviluppo capitalistico attuale e le politiche dei governi completamente responsabili dei mutamenti climatici e delle gravi conseguenze sull’ambiente e sulla vita di milioni di persone, con la devastazione e desertificazione di interi continenti, consapevoli che la salvaguardia dell’ambiente e della natura, così come i diritti inalienabili dei lavoratori e lavoratrici e la lotta alle disuguaglianze sociali sono parte di un’unica grande battaglia.

In particolare l’USB articola la propria protesta:

1 per la chiusura degli impianti a carbone e di tutte le fonti inquinanti, la conversione ecologica delle aziende ad alto consumo energetico, con la salvaguardia di tutti i posti di lavoro;

per la bonifica di tutte le aree utilizzate negli anni come discariche di materiale tossico ed altamente inquinante

2 per lo sviluppo di un’ agricoltura il più possibile a km 0, che valorizzi le coltivazioni locali ed un rapporto più stretto tra coltivatori e consumatori, combattendo l’influenza delle grandi multinazionali dell’agrobusiness e le coltivazioni intensive funzionali esclusivamente al profitto, che elimini la schiavitù diffusa tra i braccianti italiani ed immigrati, assicuri condizioni dignitose di lavoro e di salario e favorisca la soluzione della condizione alloggiativa per i lavoratori delle campagne;

3 per una Legge di stabilità che finanzi la crèscita e lo sviluppo della pubblica amministrazione come strumento eco-compatibile di programmazione e di garanzia, valorizzando la funzione della pubblica amministrazione e dei lavoratori addetti.

4 per un sistema di mobilità che scoraggi il trasporto su gomma e incentivi i sistemi su rotaia, favorendo la comunicazione con le aree interne del paese;

5 per lo sviluppo del sistema di raccolta differenziata ed il superamento di tutti i sistemi inquinanti di smaltimento dei rifiuti, contro il consumo di suolo nel nostro paese;

per il diritto delle popolazioni ad essere sempre consultate su installazioni ed interventi che riguardano il proprio ecosistema;

6 per l’abolizione del Testo Unico sulla Forestazione del 2018, in particolare lì dove prevede
una privatizzazione del patrimonio boschivo ed un indiretto incentivo al disboscamento.

Durante lo sciopero generale saranno garantiti i servizi minimi essenziali.

Eventuali articolazioni di categoria e/o territoriali saranno comunicate a cura delle stesse.

Si rammenta alle istituzioni in indirizzo di garantire il rispetto dell’informazione all’utenza sullo sciopero come previsto dall’art. 2 comma 6 della legge 146/90 e successive modificazioni.

Roma, 11 novembre 2019

Commenti

Commenti via Facebook

Mafarka! Il primo panino oltrepadano “certificato”. Salame Varzi Peperone Stafforella. Al Bar Trai2

ASM: La NOSTRA Farmacia è la TUA Farmacia

Centro Comm Montebello

Spazio offerto dalla ditta Immac di Codevilla

ANNUNCI: Autoriparazioni Giardina

Altre Notizie in breve… via Twitter


Molini di Voghera

Fotografia Spazio53 Voghera

VogheraNews.it partner di RetewebItalia

Avis Donare il sangue è segno di civiltà

CONTATTI

NO ALLA VIVISEZIONE

GUARDA I NOSTRI VIDEO

farmacie voghera

Feste&Patroni e Vogheranews partner

Amici

Facebook

Novembre: 2019
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

BRONI. Sabato tornano gli Ambulanti di Forte dei Marmi