VogheraNewsPavia

VOGHERA 09/08/2019: Nuovo centralino della Guarda medica. Le preoccupazioni e le richieste dei Medici di Base. Parla Grandi dell’Idr. Timori per la sorte di Casteggio

Agosto 09
16:49 2019

VOGHERA – La recente riforma del sistema della Guarda medica della provincia di Pavia (il cui centralino è stato spostato dalle singole sedi periferiche provinciali alla sede centrale milanese dell’Areu della Regione) sotto alcuni aspetti preoccupa i medici di base di Voghera.

Della vicenda si sta interessando, fra gli altri, Michele Grandi, medico a Voghera, ed anche esponente del Movimento civico “L’ Italia del Rispetto” (IdR), che, facendosi portavoce delle esigenze della categoria in tema di Servizio di Continuità Assistenziale, avanza alcune osservazioni e richieste.

“Come medico di Guardia Medica – dichiara – esprimo soddisfazione per il fatto che finora non si è avuto sentore di disagi tra gli utenti del servizio, e questo grazie alla perfetta armonia e intesa tra colleghi con cui si lavora presso la postazione di Voghera, nonché per la competenza e la professionalità degli operatori che rispondono agli utenti.”

Come attivista di un Movimento civico, tuttavia, Grandi condivide le preoccupazioni espresse da alcuni esponenti politici locali circa le possibili criticità che potrebbero insorgere durante la stagione invernale, “quando le chiamate saranno molte di più criticità – sottolinea Grandi –  dovute al fatto che in centrale non è presente alcun medico che possa fornire almeno una consulenza telefonica quando noi siamo impegnati in visita domiciliare.”

Grandi invece si dice “decisamente rammaricato per quanto riguarda il comportamento dell’ ATS”, in quanto, “il potenziamento della postazione di Voghera con un terzo medico (a mio avviso attualmente non necessario a meno che non ci sia un disegno per ora non noto di chiudere la postazione di Casteggio), non è stato supportato da un adeguamento logistico.”

Il presidio infatti dispone di sole 2 camere, per cui, sottolinea ancora Michele Grandi, “due medici sono costretti, durante il riposo tra una visita e l’ altra (la maggior parte dei turni si svolge di notte), a condividere una camera, con poco spazio per riporre gli effetti personali… cosa che ci obbliga ad opere ‘accampati’, senza alcun rispetto per i principi più elementari della privacy.”

I medici vogheresi, su tale base, hanno perciò richiesto alla dirigenza del Servizio la disponibilità di una terza camera.

“Il Direttore Sanitario dell’ ATS si è dichiarato disponibile a venire incontro alla nostra richiesta: spero che ciò avvenga in tempi brevi”, conclude l’esponente dell’IdR.

Commenti

Commenti via Facebook

Mafarka! Il primo panino oltrepadano “certificato”. Salame Varzi Peperone Stafforella. Al Bar Trai2

ASM: La NOSTRA Farmacia è la TUA Farmacia

Centro Comm Montebello

Spazio offerto dalla ditta Immac di Codevilla

ANNUNCI: Autoriparazioni Giardina

Altre Notizie in breve… via Twitter


Molini di Voghera

Fotografia Spazio53 Voghera

VogheraNews.it partner di RetewebItalia

Avis Donare il sangue è segno di civiltà

CONTATTI

NO ALLA VIVISEZIONE

GUARDA I NOSTRI VIDEO

farmacie voghera

Feste&Patroni e Vogheranews partner

Amici

Facebook

Agosto: 2019
L M M G V S D
« Lug   Set »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

BRONI. Sabato tornano gli Ambulanti di Forte dei Marmi