VogheraNewsPavia

VOGHERA 22/05/2019: Recupero Teatro Sociale. Gli ‘imprevisti’ costano 301mila euro. La Giunta ha votato la “variante”. Azzaretti: “La somma rientra nel ribasso d’asta. Non toccati i fondi pubblici”

Maggio 22
17:17 2019

VOGHERA – Come molti già sanno, durante i lavori per il restauro definitivo del Teatro Sociale, è emersa la necessità di apportare modifiche al progetto del recupero. In particolare, nel corso delle operazioni di scavo condotte nel sottopalco e nei corridoi della platea per l’abbassamento del piano previsto in progetto, sono venute alla luce diverse evidenze archeologiche di epoca medievale e postmedievale.

Al termine degli scavi si è reso necessario quindi modificare il progetto delle fondazioni dei pilastri portanti la nuova graticcia del palcoscenico, secondo le indicazioni e prescrizioni della Soprintendenza Archeologica di Milano. Oltre a ciò è emersa tutta una serie di altre criticità che hanno reso necessario un aggravamento della spesa per il recupero del monumento. Spese che sono state oggetto di una variante economica del progetto che è stata approvata oggi in Giunta comunale, e grazie alla quale i lavori possono proseguire.

“Gli interventi fatti, comportano in generale una maggiore spesa di euro 301.545,59 al netto del ribasso d’asta”, spiega l’assessore Marina Azzaretti. Che aggiunge, “Tale somma ha trovato copertura nel finanziamento complessivo dell’opera. La somma rientra infatti nel ribasso d’asta e quindi non vengono toccati i fondi pubblici.”

Quanto agli imprevisti incontrati in corso d’opera, e le relative soluzioni trovate e avviate, l’assessore precisa ancora.

“Con gli scavi e la rimozione degli intonaci nei corridoi della platea è emersa la presenza di archi in muratura tagliati ed interrotti da precedenti demolizioni; pertanto si è provveduto al ripristino dei tratti di muratura mancante e alla sottomurazione degli archi in muratura.”

Nel parere autorizzativo della Soprintendenza, inoltre, una delle prescrizioni riguardava il recupero del pavimento in seminato dell’ingresso.

“Con l’inizio dei lavori di scavo nei locali adiacenti – spiega l’assessore Marina Azzaretti -, si è constatato che la pavimentazione è risultata maggiormente compromessa rispetto alle indagini iniziali. Tale situazione si è verificata per l’eccessiva risalita di umidità che nel tempo ha creato anche una separazione tra lo strato di sottofondo cementizio e lo strato di finitura. Questo fenomeno è dovuto al fatto che il pavimento è stato posato direttamente sul terreno. In relazione allo stato di degrado è stata proposta e concordata con la Soprintendenza ai beni architettonici di Milano una soluzione consistente nella realizzazione di una nuova pavimentazione – con le stesse caratteristiche della preesistente (in seminato) – poggiata su vespaio areato atto a consentire il risanamento delle parti sottostanti, con la conservazione degli elementi decorativi in marmo botticino esistenti.”

Per le pareti della platea e in parte dell’ingresso, invece, il Comune concordemente con la Soprintendenza, ha deciso di “riportare alla luce la finiture originarie a finto marmo grigio, rimuovendo meccanicamente gli strati di finitura superficiali applicati successivamente nel corso dei decenni.”

Fra le altre magagne emerse, i lavori di restauro hanno portato alla luce anche una fessurazione longitudinale dei voltini dei corridoi dal primo ordine al loggione, che ha reso necessario un intervento di consolidamento più incisivo rispetto al progetto.

“La variante economica fatta – conclude l’assessore Azzareti – comprende anche aspetti di dettaglio migliorativi dei singoli componenti dell’opera, come ad esempio: interventi di consolidamento voltini passaggi e porte esistenti, vasche antincendio, sabbiatura della volta dei servizi igienici, accessori dei bagni e il mantenimento delle porte di accesso ai palchetti, senza apportarne modifiche, ed opere di finitura varie.”

Come detto tutti i suddetti interventi hanno comportano una maggiore spesa di 301.545,59 euro al netto del ribasso d’asta. Cifra che è stata votata oggi in Giunta. I lavori al Sociale possono proseguire.

Commenti

Commenti via Facebook

Mafarka! Il primo panino oltrepadano “certificato”. Salame Varzi Peperone Stafforella. Al Bar Trai2

AUTORIPARAZIONI AUTOSOCCORSO “GIARDINA” VOGHERA

ASM: La NOSTRA Farmacia è la TUA Farmacia

NO ALLA VIVISEZIONE

Molini di Voghera

ALLE 10.30 LA DIRETTA DAL DUOMO DI VOGHERA DELLA MESSA DI DON DANIELE LOTTARI

Avis Donare il sangue è segno di civiltà

Spazio offerto dalla ditta Immac di Codevilla

CONTATTI

Altre Notizie in breve… via Twitter


playlist messe di pasqua a voghera durante il coronavirus

VogheraNews.it partner di RetewebItalia

Fotografia Spazio53 Voghera

GUARDA I NOSTRI VIDEO

farmacie voghera

ANNUNCI: Autoriparazioni Giardina

Amici

Facebook

Maggio: 2019
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

SALICE. Domenica 5 settembre tornano gli Ambulanti di Forte dei Marmi

NO AI RIFIUTI IN STRADA. USA I CASSONETTI . USA LA TESSERA ASM