VogheraNewsPavia

VOGHERA 06/05/2019: “Insegnare libertà”. Presentato in Biblioteca il libro di Massimo Castoldi

Maggio 06
08:06 2019

VOGHERA – A pochi giorni di distanza dall’anniversario della Liberazione grande partecipazione alla presentazione, promossa da Anpi e Fivl, del testo “Insegnare libertà”che racconta della lunga e tenace battaglia condotta da maestre e maestri antifascisti, negli anni della violenza squadrista e successivamente all’interno delle scuole durante il regime.

Corrado Stajano sul Corriere della Sera lo ha definito “Un libro amaro, doloroso, commovente, utile a far capire perché quel passato deve davvero passare per sempre, soprattutto oggi che il fascismo sembra venga guardato con indulgenza…

E’ una pagina oscurata – come afferma l’autore, Massimo Castoldi – sulla quale è importante approfondire la ricerca e la conoscenza.

I 12 maestri ricordati sono figure con età, storie, culture e appartenenze politiche diverse ma che hanno in comune il rifiuto di piegarsi ad un ruolo di semplici funzionari/propagandisti del regime.

Sono 8 uomini e 4 donne che, tra l’altro, si espongono in modo più netto pagando duramente.

Le storie di questi maestri sono costellate di violenze, repressione, licenziamenti, arresti, fino alla morte: sono cinque i maestri ricordati nel libro che verranno uccisi dai fascisti – tra il ’21 e il ’26 il socialista Cammeo, l’altoatesino Innerhofer, il popolare Cessi, mentre il socialista Principato è tra i 15 partigiani fucilati a Pizzale Loreto dagli sgherri della “Muti” il 10 agosto 1944 e la cattolica Anna Botto muore a Ravensbruck.

Alcune figure ricordate nel libro interessano la nostra provincia: Fabio Maffi (S. Zenone Po) quasi sessantenne alla nascita del fascismo non rinuncia ad opporsi e Aurelio Castoldi (Pavia) militante socialista, scrive su “La Plebe” dal ’19 al ‘24, aggredito e costretto a bere l’olio di ricino dai fascisti, il fratello è presente all’assassinio di Ferruccio Ghinaglia, scriverà testi teatrali per l’infanzia. Entrambi legati dall’attività nella produzione del Dizionario enciclopedico moderno e dell’Enciclopedia del ragazzo italiano. Infine Anna Botto, alessandrina di nascita, insegna in diverse sedi, fino ad arrivare a Vigevano nell’ottobre ’40. Dopo l’8 settembre ha alle spalle 27 anni di scuola e 47 anni: sceglie la Resistenza con immediatezza. Scrive l’epitaffio per Giovanni Leoni (primo fucilato per rappresaglia nell’ottobre ’43) e porta i suoi alunni alla messa in suffragio del partigiano Carlo Alberto Crespi (fucilato a Varallo). Arrestata a scuola viene deportata e uccisa a Ravensbruck

Commenti

Commenti via Facebook

playlist messe di pasqua a voghera durante il coronavirus

RIVEDI LA SECONDA INTERVISTA AL SINDACO DI VOGHERA

RIVEDI L’intervista al Sindaco di Varzi Giovanni Palli

RIVEDI L’INTERVISTA A TERESIO NARDI (SLOW FOOD)

RIVEDI L’intervista in diretta al sindaco di Voghera

RIVEDI L’intervista in diretta al sindaco di codevilla

Mafarka! Il primo panino oltrepadano “certificato”. Salame Varzi Peperone Stafforella. Al Bar Trai2

ASM: La NOSTRA Farmacia è la TUA Farmacia

Spazio offerto dalla ditta Immac di Codevilla

ANNUNCI: Autoriparazioni Giardina

Altre Notizie in breve… via Twitter


Molini di Voghera

Fotografia Spazio53 Voghera

VogheraNews.it partner di RetewebItalia

Avis Donare il sangue è segno di civiltà

CONTATTI

NO ALLA VIVISEZIONE

GUARDA I NOSTRI VIDEO

farmacie voghera

Feste&Patroni e Vogheranews partner

Amici

Facebook

Maggio: 2019
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

BRONI. Sabato tornano gli Ambulanti di Forte dei Marmi