VogheraNewsPavia

VOGHERA PAVIA 31/01/2019: Sanità in Carcere. Ecco come funziona in provincia. In arrivo molti nuovi medici

Gennaio 31
10:21 2019

VOGHERA PAVIACon l’obiettivo di rinforzare gli organici delle strutture extra ospedaliere facenti capo all’ASST di Pavia, il Direttore Generale, Michele Brait, ha disposto numerosi arruolamenti da destinare all’Unità Operativa di Sanità Penitenziaria che gestisce le attività sanitarie delle tre Case Circondariali di Pavia, Vigevano e Voghera.

L’Unità Operativa è diretta da Roberto Marino della Direzione Socio Sanitaria di ASST Pavia.

“Si tratta di un’attività articolata, complessa e delicata, che comporta per l’Azienda la presa in carico del 18% dei detenuti di tutta la regione Lombardia, ossia circa 1500 soggetti – spiega Asst – . Gli Istituti di Vigevano e Voghera sono strutture con Servizio Medico Multiprofessionale Integrato (SMMI) che prevede la presenza del personale sanitario medico e infermieristico sulle 24 ore. Sono garantite le prestazioni specialistiche di psichiatria, malattie infettive, cardiologia, odontoiatria e dipendenze oltre a tutte quelle necessarie per la cura e la terapia delle altre forme morbose presenti nella struttura. Sono assicurate inoltre le attività di promozione della salute, degli screening e dell’attività fisica indicata per la prevenzione delle patologie croniche.”

L’Istituto Penitenziario di Pavia, afferisce invece alla categoria regionale di Servizio Medico Multi-professionale integrato con sezione specializzata (SMMPI).

Rispetto alle sedi di Voghera e Vigevano, tale servizio aggiunge la presenza di una sezione detentiva sanitaria specializzata per fornire assistenza psichiatrica riabilitativa a soggetti in condizioni particolari.

Per ciò che riguarda Voghera, l’Unità Operativa di Sanità Penitenziaria fa riferimento all’Hub/Spoke presente nell’Ospedale Civile di Voghera, con stanze dedicate all’interno del Reparto di Urologia e provvisto di due camere, per un totale di 4 letti di degenza.

L’organico del personale sanitario presente in ogni Istituto prevede le seguenti figure: medico coordinatore responsabile, medico di pronto intervento, medico di riferimento, coordinatore infermieristico, infermieri ed OSS, psichiatra, psicologo, cardiologo, odontoiatra oltre a professionisti afferenti al SERD (Servizi Territoriali per le Dipendenze): medico, psicologo ed assistente sociale.

Presso l’Istituto Penitenziario di Pavia è attiva una sezione detentiva ad alta assistenza sanitaria. Qui vengono presi in carico soggetti con grave patologia psichiatrica al fine di una stabilizzazione del quadro clinico che possa permettere un rientro in sezione comune o l’attivazione di percorsi sanitari alternativi alla detenzione.

“L’ASST di Pavia riconosce un ruolo prioritario alle problematiche inerenti la salute mentale e tossicodipendenza all’interno degli Istituti Penitenziari – spiega Asst -, per tale motivo i responsabili sanitari dei tre istituti sono specialisti in psichiatria con lunga esperienza.”

FOCUS SUI SUICIDI

In considerazione dell’alto tasso di suicidi (circa 10 volte superiore rispetto alla media nazionale), la Direzione Strategica dell’ASST di Pavia ha deciso di porre a coordinamento delle attività sanitarie dei tre Istituti Penitenziari altrettanti medici specialisti in Psichiatria con esperienza pluriennale all’interno del Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze.

“E’ stato poi formalizzato un protocollo aziendale, fra DSMD e Sanità Penitenziaria, per la presa in carico congiunta dei pazienti autori di reato”, spiega l’Asst.

NUOVO PESONALE

A fronte di un’attività così ampia, l’ASST di Pavia ha proceduto ai seguenti arruolamenti di personale:

assunzione a tempo indeterminato, mediante concorso pubblico, della dott.ssa Martina Ballerio, destinata all’U.O. Sanità Penitenziaria Carcere di Pavia;

reclutamento, con contratto di lavoro autonomo in regime fiscale di libera professione, di n. 8 medici di Sanità Penitenziaria;

conferimento di incarichi di lavoro autonomo in regime fiscale di libera professione a n. 2 Psicologi per l’U.O.S. Assistenza Detenuti per Patologie da Dipendenze;

assegnazione di incarichi di lavoro autonomo in regime di libera professione a n. 2 Psicologi per l’U.O. Assistenza Detenuti per patologie da dipendenze;

affidamento di incarico di lavoro autonomo in regime fiscale di libera professione a n. 8 Medici di Sanità Penitenziaria;

reclutamento di n. 12 Medici di Sanità Penitenziaria con incarico di lavoro autonomo destinati agli Istituti Penitenziari dell’ASST di Pavia.

Nel mese di gennaio, inoltre, l’ASST di Pavia ha indetto pubbliche selezioni finalizzate al reclutamento di altri n. 23 medici ai quali affidare incarichi di lavoro autonomo nell’ambito degli Istituti Penitenziari: la procedura è in corso di svolgimento.

Commenti

Commenti via Facebook

Mafarka! Salame Varzi Peperone Stafforella. Al Bar Trai2

ASM: La NOSTRA Farmacia è la TUA Farmacia

Spazio offerto dalla ditta Immac di Codevilla

ANNUNCI: Autoriparazioni Giardina

Altre Notizie in breve… via Twitter


Molini di Voghera

Fotografia Spazio53 Voghera

VogheraNews.it partner di RetewebItalia

Avis Donare il sangue è segno di civiltà

CONTATTI

NO ALLA VIVISEZIONE

GUARDA I NOSTRI VIDEO

farmacie voghera

Feste&Patroni e Vogheranews partner

Amici

Facebook

Gennaio: 2019
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Centro Comm Montebello

Arrivano gli Ambulanti di Forte dei Marmi