VogheraNewsPavia

VOGHERA 30/11/2018: M5S. Ecco l’impegno del deputato Romaniello per il Paese e il suo territorio di riferimento

Novembre 30
17:23 2018

VOGHERA Cristian Romaniello, eletto alla Camera per il Movimento 5 Stelle, quale rappresentante a livello nazionale del territorio provinciale, con un comunicato evidenzia “quali sono le azioni svolte fino ad oggi” e le “iniziative che vuole mettere in atto per il bene del Paese e della Provincia di Pavia.”

“Lavoro in Parlamento per il Paese, ma con il pensiero rivolto al mio territorio – esordisce il parlamentare -. Non sono stato eletto per tagliare nastri e sorridere in pubblico, alle sagre. Il mio ruolo di Parlamentare mi impegna e mi appassiona, per la maggior parte del tempo a Roma, lontano dalla mia terra e dalla mia famiglia.”

COMMERCIO INTERNAZIONALE

Deputato in Commissione Affari Esteri, in questi giorni Romaniello ha avuto un incontro con il Ministro Uchikawa, Vice Capo Missione dell’Ambasciata Giapponese e il Sig. Nishida, responsabile della politica interna, per discutere di alcune importanti tematiche e accordi tra i nostri due Paesi.

“Se il Made in Italy fosse un Marchio, sarebbe il terzo al mondo, secondo solo a Visa e Coca Cola – spiega il deputato -. Per questo noi del Movimento 5 Stelle sosteniamo il commercio di qualità e la creazione di opportunità per le nostre imprese, battendoci contro le delocalizzazioni, le desertificazioni industriali e i prodotti di qualità inferiore rispetto ai nostri standard.”

Prosegue Romaniello. “Mi ha fatto piacere osservare quanto la fama dei nostri produttori preceda ogni scambio di idee. Per tale motivo, nelle prossime settimane incontrerò le associazioni di categoria che hanno guardato con interesse e senza pregiudizi queste interlocuzioni, iniziando un percorso di incontri con le associazioni del territorio pavese, al fine di collaborare per un progetto di internazionalizzazione che vedrà l’inizio della sua realizzazione già nel prossimo anno.

Ho avuto modo di constatare le possibilità che le filiere del nostro territorio possono avere in molti mercati internazionali, ed è mia intenzione massimizzare queste possibilità di crescita per nostre aziende e il nostro territorio.”

LA MANOVRA DEL POPOLO

Nelle prossime settimane, poi, sarà approvata la manovra finanziaria, un atto fondamentale per la gestione del Paese. L’obiettivo del M5s è “il rilancio della domanda interna e il sostegno alle famiglie.”

“In queste ultime settimane sono stato invitato in diversi programmi di approfondimento politico, per parlare -tra le altre questioni- della manovra – dichiara l’on Romaniello -. Ho sottolineato che la manovra del Popolo sarà un provvedimento economico espansivo, che determinerà un aumento del PIL, importanti investimenti sulle nuove tecnologie, sulle infrastrutture (anche digitali), la FlatTax, e Quota 100.”

IL REDDITO DI CITTADINANZA

Per l’esponente del movimento “L’intervento di maggior impatto sociale sarà il reddito di cittadinanza, per il quale il Governo è pronto ad investire 9 miliardi di Euro. Un provvedimento che non è un semplice sussidio di disoccupazione, ma un sostegno a chi si trova in un periodo di difficoltà e un supporto per un veloce reinserimento nel mondo del lavoro, grazie alla riqualificazione dei centri dell’impiego. Domani ci rimetteremo tutti in gioco, perché il mondo del lavoro cambia sempre più velocemente, e dobbiamo essere pronti a sostenerne la domanda.”

Cristian Romaniello ricorda poi l’altra deputata pavese, tristemente scomparsa pochi mesi fa: Iolanda Nanni

LA QUESTIONE ECOLOGICA: I FANGHI

“Oggi, se non fosse mai arrivata la notizia della sua tragica scomparsa, starei facendo gli auguri di buon compleanno ad una donna straordinaria – commenta il deputato vogherese -. Da quando ci ha lasciati, seguo con attenzione il tema dello spandimento dei fanghi di depurazione e la crisi che si è venuta a creare dopo l’annullamento della DGR Lombardia n°X/7076, che poneva limiti altissimi agli idrocarburi, mai stati normati, ma sempre spanti sui nostri campi.”

Sui fanghi Romaniello precisa ancora. “ Nel decreto emergenze, l’articolo 41 trattava proprio di questo tema. Il blocco dei depuratori avrebbe portato ad una catastrofe sanitaria per l’inquinamento dell’intero ecosistema, o all’incenerimento totale dei fanghi, con evidenti ripercussioni sanitarie.

Il testo dell’articolo 41 non è ottimo, ma si può migliorare solo grazie ad una nuova normativa di settore che tenga conto di parametri fondamentali.”

Sul tema il deputato spiega cosa ha fatto in prima persona (presentare due Ordini del Giorno in Aula che sono stati approvati entrambi).

“Il primo – spiega – impegna il Governo a realizzare una banca dati sulle caratteristiche dei fanghi e dei terreni su cui vengono spanti, in modo da approfondire i parametri quantitativi di elementi che possono essere presenti negli stessi, oltre che per una maggiore trasparenza.”

“Il secondo OdG a mia prima firma – prosegue Romaniello -, impegna il Governo a riformare, in tempi brevi, il quadro normativo che disciplina l’utilizzo dei fanghi in agricoltura, prevedendo che esso debba essere generato nel più breve tempo possibile, e debba essere costituito in osservazione dell’impedimento di ogni effetto nocivo su suoli, vegetazione, animali e salute umana, prestando la medesima attenzione anche ad ogni altro rifiuto o prodotto derivato, come ad esempio i gessi di defecazione, per tutelare ambiente e salute.”

SMALTIMENTO RIFIUTI

Un’altra questione che sta a cuore al deputato riguarda i rifiuti pericolosi e il loro smaltimento, in particolare riguardo alla vicenda della discarica di Ferrera Erbognone.

“Questa settimana ho depositato un’interrogazione, la n°4/01712 al Ministro dell’Ambiente Costa – rivela Romaniello -, nella quale ho chiesto al Governo quali iniziative, per quanto di competenza, intenda assumere – considerati i rischi derivanti dalla vicinanza di siti industriali a rischio di incidente rilevante e della necessità di ottemperare agli impegni derivanti dall’adesione all’Unione europea in materia di smaltimento dei rifiuti contenenti amianto – per scongiurare rischi ambientali e sanitari.”

“Credo che occorra una nuova valutazione d’impatto ambientale, oltre ad una nuova autorizzazione integrata ambientale, che rispetti la sentenza n.313 del Consiglio di Stato (peraltro accolta all’unanimità attraverso la mozione n°407 del 2015). Una cosa deve essere ben chiara: non è più accettabile che il principio di precauzione venga disatteso!”, conclude Cristian Romaniello Deputato del Movimento 5 Stelle.

 

Commenti

Commenti via Facebook

Mafarka! Il primo panino oltrepadano “certificato”. Salame Varzi Peperone Stafforella. Al Bar Trai2

AUTORIPARAZIONI AUTOSOCCORSO “GIARDINA” VOGHERA

ASM: La NOSTRA Farmacia è la TUA Farmacia

Molini di Voghera

NO ALLA VIVISEZIONE

Avis Donare il sangue è segno di civiltà

Spazio offerto dalla ditta Immac di Codevilla

Fotografia Spazio53 Voghera

Altre Notizie in breve… via Twitter


CONTATTI

playlist messe di pasqua a voghera durante il coronavirus

VogheraNews.it partner di RetewebItalia

GUARDA I NOSTRI VIDEO

farmacie voghera

Feste&Patroni e Vogheranews partner

ANNUNCI: Autoriparazioni Giardina

Amici

Facebook

Novembre: 2018
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

STRADELLA. Sabato 19 tornano gli Ambulanti di Forte dei Marmi

ELEZIONI: SIMONA VIRGILIO PER GARLASCHELLI SINDACO