VogheraNewsPavia

VOGHERA PAVIA 15/11/2017: Allarme Smartphone. Il 40% lo usa anche mentre guida. 3 incidenti su 4 dovuti a distrazione. L’indagine della Regione

Novembre 15
12:03 2017

VOGHERAPAVIA Il 40 per cento di chi guida un’auto, quasi il 50 di chi va in bicicletta, e il 10 di chi si muove in scooter utilizza lo smartphone alla guida.

Sono questi alcuni dei dati emersi da un’indagine sulla ‘Conoscenza dei rischi da uso improprio in strada di cellulari, smartphone e loro applicazioni’, commissionata dalla Regione Lombardia.

I numeri sono stati illustrati dall’assessore regionale alla Sicurezza Simona Bordonali durante la Giornata della ‘Sicurezza e Fraternità stradale’ che si è tenuta all’auditorium Gaber di Palazzo Pirelli a Milano.

I dati, derivanti da una rilevazione Eupolis sono riferiti all’area città metropolitana di Milano nello scorso mese di ottobre (su un campione di 2.653 studenti delle classi 4° e 5° degli Istituti Secondari Superiori), ma sono ‘estendibili’ all’intera Regione.

I NUMERI DEGLI INCIDENTI IN LOMBARDIA –

“Nel 2016 in Lombardia si sono verificati 32.785 incidenti che hanno portato a 45.435 feriti e 434 morti. Una vera e propria piaga sociale – ha detto Bordonali -. E’ importante per noi  dedicare una giornata alle Associazioni, ai Corpi e in generale a tutte le persone che si dedicano all’educazione e al soccorso stradale. Le istituzioni hanno il compito e il dovere di sensibilizzare la popolazione sui rischi derivanti dall’incidentalità stradale e ovviamente di lavorare il più possibile per prevenire”.

Fra i dati emersi dall’indagine: Il 65 per cento circa degli intervistati ha dichiarato di passare al cellulare dalle 2 alle 8 ore al giorno (il 34 per cento circa dalle 2 alla 4 ore, il 31 per cento circa dalla 4 alle 8 ore).
Circa l’uso dello smartphone: dichiara di usare lo Smartphone mentre guida il 40 per cento di conducenti di auto, quasi il 50 per cento di chi va in bicicletta (anche se di questi pero’ piu’ del 30 per cento afferma di farlo raramente) e oltre il 10 per cento di chi guida il motorino.
L’USO DEL CELLULARE AL VOLANTE

Tra coloro che dichiarano di usare lo Smartphone, il 43 per cento afferma di rispondere alla telefonate, il 17 per cento di fare telefonate, il 13 per cento di leggere messaggi, il 7 per cento di scrive e inviare messaggi, il 20 per cento di usarlo indistintamente per tutte le sue funzioni.
SMARTPHONE IN MANO ANCHE MENTRE SI ATTRAVERSA

Poichè i guai non vengono mai da soli, allarmante è anche un altro risultato della ricerca:

oltre il 60 per cento dei ragazzi intervistati (anche se oltre il 40 per cento ammette di farlo raramente) dice di usare il cellulare mentre attraversa una strada, aggiungendo così alla distrazione degli automobilisti quella propria.

A mitigare il quadro, la consapevolezza del 58 per cento circa dei giovani intervistati, che ritiene che sia pericoloso parlare al cellulare anche quando si attraversa a piedi una strada (e di questi circa il 66 per cento ritiene che l’azione sia ugualmente pericolosa di quando la si compie alla guida di un auto).
LA PERCEZIONE DEL PERICOLO

Stando ancora sulla percezione del pericolo, l’indagine dice che oltre il 95 per cento circa degli intervistati ritiene pericoloso parlare al cellulare mentre guida un “motorino” e di questi circa il 90 per cento lo ritiene ugualmente pericoloso che farlo mentre si guida un auto.

I MESSAGGINI

Stessa linea anche rispetto all’invio e lettura dei messaggi alla guida dei diversi veicoli: l’84 per cento circa ritiene sia pericoloso farlo in senso assoluto, il 14 per cento circa crede lo sia, anche se non quanto si dice, e solo il 2 per cento circa ritiene non sia pericoloso farlo.
I SELFIE E I SOCIAL

Testata dall’indagine anche l’opinione dei ragazzi rispetto a due assurde e pericolosissime azioni: ovvero farsi i selfie e postare sui social network mentre si guida un veicolo (non solo un auto) o mentre si va a piedi.

In questo caso, circa la conduzione di auto e motorini, la percezione del pericolo appare loro chiara (oltre il 72 per cento risponde infatti che farlo e’ molto pericolo ed oltre il 21 per cento che è da incoscienti, solo il 7 per cento dice che e’ di moda). La percezione del pericolo si attenua pero’, quando gli si chiede se e’ pericoloso farlo anche mentre si guida una bici (la percentuale di chi lo ritiene un comportamento alla moda sale infatti al 15 per cento) o mentre si va a piedi (60 per cento circa risponde che e’ di moda).

TROPPI INCIDENTI ANCHE IN PROVINCIA DI PAVIA

Quanto all’incidentalità nella provincia di Pavia, i dati sono preoccupanti, anche per ciò che riguarda le cause, spessissimo attribuibili alla distrazione (3 volte su 4), fra cui c’è sempre più speso anche l’uso dei cellulari.

I dati della Polizia Stradale di Pavia dicono che dal 2015 i numeri dei sinistri sono tornati a salire: nel 2012, ci sono stati 18 incidenti mortali con 18 morti; nel 2013, 13 incidenti mortali con 15 vittime; nel 2014, 7 incidenti mortali con 8 morti; nel 2015 15 incidenti mortali con 17 morti; nel 2016, 11 sinistri mortali con 13 vittime.

In base poi ai dati di Istat e Pra (Pubblico registro automobilistico), Eupolis in un’altra indagine aveva calcolato che quella di Pavia è la provincia lombarda peggiore quanto a numero di feriti (147 ogni 100 incidenti, mentre la media regionale è di 137.

Come detto, anche nella nostra provincia fra gli imputati c’è lo smartphone che, come spiegato recentemente dalla Stradale, mette in crisi il nostro cervello, che non è in grado di fare troppe cose contemporaneamente.

OGNI DISATTENZIONE PUO’ COSTARE LA VITA

Dall’assessore regionale, quindi, arrivato l’invito a ribadire in ogni sede come “l’utilizzo di uno smartphone alla guida, l’eccessiva velocità o qualsiasi disattenzione possano costare la vita”.

“Sicuramente c’è ancora molto lavoro da fare – ha concluso Bordonali – bisogna continuare a lavorare per una nuova e più approfondita cultura della sicurezza. Gli incidenti stradali sono un costo enorme per la nostra società, sia in termini di vite umane che di spesa sanitaria.”

 

Commenti

Commenti via Facebook

PER UNA CITTA’ PULITA RISPETTA LE REGOLE. USA LA TESSERA!

Fotografia Spazio53 Voghera

IL TUO SERVIZIO CIVILE ALLA CARITAS di VOGHERA

Spazio offerto dalla ditta Immac di Codevilla

NO ALLA VIVISEZIONE

CONTATTI

Altre Notizie in breve… via Twitter


farmacie voghera

GUARDA I NOSTRI VIDEO

Amici

Facebook

playlist messe di pasqua a voghera durante il coronavirus

Novembre 2017
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Gli Ambulanti di Forte dei Marmi a Valenza il 3 Marzo

VogheraNews.it partner di RetewebItalia