VogheraNewsPavia

VOGHERA 16/03/2017: Insicurezza. Abusivismo. E un totem che non va. I problemi di zona stazione visti con gli occhi di una categoria che lì di fronte ci sta tutto il giorno per lavoro

Marzo 16
13:06 2017

VOGHERALa zona limitrofa alla stazione ferroviaria, è noto, è una delle aree della città di Voghera più degradate.

Lo sanno bene un po’ tutti coloro che per una ragione o per l’altra lì ci vivono o operano per lavoro.

Lo sa bene ad esempio il cittadino cinese, gestore di un bar sala gioghi, che lo scorso gennaio ha chiuso l’attività dopo una serie impressionante di aggressioni subite da parte della clientela e una interminabile sequela di violenze che hanno avuto come teatro il suo locale.

Lo sa bene ad esempio la barista che l’8 marzo scorso è stata picchiata da uno dei personaggi pericolosi che frequentano la zona.

Così come lo sanno bene gli operatori sanitari, che, durante l’anno (vogheranews ha fatto diversi articoli), soccorrono molti sbandati rimasti vittime di aggressioni o di liti violente. Cosi come lo sanno ancora gli abitanti della zona, che vedono e subiscono questa situazione.

Fra coloro che lo sanno c’è anche una categoria produttiva che proprio di fronte alla stazione ha la sua base: quella dei tassisti.

GLI SBANDATI

Sentiti in occasione dell’aggressione dell’8 di marzo (proprio uno di loro è stato il primo a soccorrere la barista presa a calci da un rifugiato nigeriano pluri pregiudicato che da alcuni anni bazzicava indisturbato in zona), i tassisti hanno tratteggiato il clima in cui si trovano a operare.

“Gli sbandati sono solo uno dei problemi che dobbiamo affrontare lavorando in questa zona – dice un di loro -. Comunque sia, l’area effettivamente è popolata da troppi sconosciuti, per lo più stranieri, che si aggirano per la piazza senza avere nulla da fare.”

Il problema si acuisce con l’arrivo della sera.

“Di giorno meno, ma dalle 20 in poi la piazza si riempie di gente poco raccomandabile che rende l’area insicura – precisa il taxista -. Alcuni sono tranquilli, altri invece bevono e poi litigano fra di loro. Qualcuno viene a chiedere soldi. Altri ancora invece vorrebbero dei passaggi che poi non sarebbero in grado di pagare”.

Meno allarmata ma sempre cauta una collega. “A me personalmente non è mai accaduto nulla di spiacevole. C’è da dire però che io finisco il servizio prima delle 19 e la sera non lavoro. Sento però delle volte i colleghi lamentarsi per quel che accade a tarda sera”.

L’ABUSIVISMO

Non è un degrado direttamente dipendente dalla zona “stazione” ma è in questa zona della città che si svolge e che da esso prende forza: è il fenomeno dell’abusivismo nello svolgimento di questa professione.

“Sono circa una decina quelli che vengono in stazione per fare i tassisti abusivi – racconta un regolare –. I più assidui però sono due o tre.”

La tecnica di ‘lavoro’ usata da questi soggetti è abbastanza semplice.

“Alcuni attendono fuori i clienti. Quelli più sfrontati lasciano le auto sul piazzale e poi si spingono fin sui binari. Una volta dentro di solito si posizionano vicino alle scale del primo binario, da dove propongono il loro servizio ai passeggeri appena sbarcati.”

I soggetti che operano in questo modo sono ben noti a tutti i tassisti, che li hanno monitorati, studiati… per capire come agiscono, e qualche volta anche fotografati (ce ne mostrano alcuni).

L’attività di tassista abusivo alla stazione di Voghera si svolge per lo più la sera. Ma non solo. “C’è chi agisce in pieno giorno e in nostra presenza”, spiega ancora uno dei tassisti indicando una station wagon blu che ha appena parcheggiato di fronte alla biglietteria.

“Quel signore di solito arriva, parcheggia e poi, a tutte le persone che escono, soprattutto alle donne, chiede se gli serve un taxi”, rivela il tassista regolare. Poco dopo quell’uomo nel frattempo sceso dall’auto, fa esattamente in quel modo.

“Il fenomeno è noto e noi le segnalazioni qualche volta le abbiamo anche fatte. Ma nessuno è ancora intervenuto”, chiosa amareggiato il conducente regolare, aggiungendo che servirebbe anche più unità fra i componenti della categoria nell’affrontare le problematiche comuni.

IL TOTEM GUASTO

I disagi di zona stazione per i tassisti non sono solo quelli visti finora. Alcuni sono legati, per così dire a, carenze nei servizi.

Uno dei tassisti mentre spiega, estrae una carta magnetica e dice: “Il totem per ricevere le chiamate, ad esempio, è malfunzionante. Ognuno di noi ha in dotazione una carta magnetica per attivare la risposta. Ma più di qualche volta si riesce a rispondere anche senza… con tutto ciò che questo significa in termini di abusivismo”.

“A volte invece il totem proprio non funziona”, aggiunge un altro componendo in nostra presenza il numero della colonnina. Il totem squilla, il conducente avvicina la tessera, pigia il bottone… ma il collegamento non c’è”.

“Questi sono tutti potenziali guadagni persi”, aggiunge una collega, “che si sommano all’abusivismo e alla crisi economica che ci ha già tolto parte del lavoro.”

LA PENSILINA

Insieme al problema del totem viaggia quello della ‘pensilina’. “Ne servirebbe una qui dove siamo noi adesso – suggeriscono quasi in coro i tassisti -. Servirebbe a noi in caso di pioggia ma anche ai nostri clienti in attesa. Ma servirebbe anche a mantenere attivo il totem, il cui funzionamento a singhiozzo potrebbe dipendere dalle infiltrazioni dell’acqua presa.”

Alla fine del breve viaggio nella vita professionale dei tassisti vogheresi: le attese della categoria.

“Abusivismo a parte… per il quale ci auguriamo che qualcuno prima o poi intervenga, la sistemazione della colonnina di chiamata e una pensilina ci farebbero piacere averle. Quanto alla sicurezza, non solo per noi ma anche per tutti coloro che frequentano la stazione, sarebbero necessari passaggi più frequenti da parte delle pattuglie della polizia, dei carabinieri e perché no della polizia locale, anche se sappiamo che l’ordine pubblico non è il loro compito principale”.

 

 

Commenti

Commenti via Facebook

Gli Ambulanti di Forte dei Marmi a Valenza il 3 Marzo

PER UNA CITTA’ PULITA RISPETTA LE REGOLE. USA LA TESSERA!

Fotografia Spazio53 Voghera

IL TUO SERVIZIO CIVILE ALLA CARITAS di VOGHERA

Spazio offerto dalla ditta Immac di Codevilla

NO ALLA VIVISEZIONE

CONTATTI

Altre Notizie in breve… via Twitter


farmacie voghera

GUARDA I NOSTRI VIDEO

Amici

Facebook

playlist messe di pasqua a voghera durante il coronavirus

Marzo 2017
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

VogheraNews.it partner di RetewebItalia