VogheraNewsPavia

VOGHERA 27/02/2017: Caccia in Oltrepo. Il bilancio degli animalisti. La Lav: ancora troppo animali innocenti uccisi

Febbraio 27
11:19 2017

VOGHERALa stagione venatoria 2016/2017 si è da poco conclusa e le associazioni che lottano per la difesa degli animali tracciano il loro bilancio.

I primo pensiero va alle vittime, non solo di “bestie”.

“La stagione si è lasciata dietro le spalle il solito tragico bilancio, che conta, oltre alle stragi di animali e ai danni all’ambiente, le numerose vittime tra cacciatori e gente comune – dice a Lega anti vivisezione dell’Oltrepo in via generale -. Ottanta fra morti e feriti, secondo i dati forniti dall’Associazione Vittime della caccia.”

Per quel che riguarda l’Oltrepò, invece, “la stagione ufficiale è terminata con lo sterminio legalizzato di decine di fagiani da allevamento (praticamente domestici) uccisi in una sorta di tiro al piattello”. Il riferimento è a quanto  accaduto al 30 di gennaio nel comune di Ruino, dove la Lav aveva cercato di bloccare una battuta di caccia al fagiano detta “alla francese” (fatta con fagiani nati in cattività liberati e subito abbattuti), frangente di fronte al quale aveva dovuto arrendersi perché i cacciatori avevano dalla loro parte la legge, che consente anche questo tipo di attività venatoria.

La Lav della stagione ricorda poi diversi episodi dell’annata 2016.

“Solo pochi giorni prima, avevamo ricevuto la segnalazione della presenza di una volpe morta impallinata e mutilata della coda, tranciata probabilmente per farne un trofeo, rinvenuta proprio nello stesso identico luogo dove, il 24/12/2015, avevamo denunciato il ritrovamento di una femmina di capriolo, morta annegata in una pozza d’acqua, colpita da un pallettone che le aveva devastato un arto, causandole una fine lenta e terribile.”

Nella conta delle vittime, la Lav non dimentica anche “i tanti, troppi, cani da caccia abbandonati, per la maggior parte segugi, senza microchip, senza segni di riconoscimento, tutti estremamente magri, sfiniti, terrorizzati, “dimenticati” nei boschi dai cacciatori, perché evidentemente non ritenuti sufficientemente validi per la caccia.”
In calo invece per l’associazione le segnalazioni della presenza di cacciatori intenti a sparare in terreni privati e vicino alle abitazioni. Un calo che la Lav teme non sia dovuto alla diminuzione degli episodi, “ma ad una rassegnazione da parte dei residenti, scoraggiati anche dalla scarsa presenza della vigilanza venatoria sul territorio.”

Pio c’è il bracconaggio, “che continua e che ha provocato anche la morte di due cani di proprietà a Menconico e in una frazione di Montecalvo Versiggia, per l’ingestione di bocconi avvelenati”, spiega la Lav, che avanza ance dei sospetti sul perchè, “presumibilmente lasciati per uccidere le volpi, prima di liberare le lepri per la caccia di frodo.”

Questi sono solo alcuni dei tantissimi episodi, come dice ancora la Lav, “a cui purtroppo non abbiamo potuto opporci”. Per questo l’associazione “invita tutti voi che ci sostenete e che amate gli animali vivi e non vittime indifese di questo assurdo “sport”, a segnalare sempre ogni episodio di abuso o di bracconaggio. Solo insieme possiamo essere la voce di chi non può urlare per queste crudeltà. Attraverso gli interventi e le denunce, possiamo sperare di contrastare e ridurre la brutalità dell’intensa attività venatoria nel nostro territorio.”

 

Commenti

Commenti via Facebook

AUTORIPARAZIONI AUTOSOCCORSO “GIARDINA” VOGHERA

NO ALLA VIVISEZIONE

Fotografia Spazio53 Voghera

Spazio offerto dalla ditta Immac di Codevilla

CONTATTI

Altre Notizie in breve… via Twitter


Molini di Voghera

farmacie voghera

playlist messe di pasqua a voghera durante il coronavirus

VogheraNews.it partner di RetewebItalia

GUARDA I NOSTRI VIDEO

Amici

Facebook

Febbraio 2017
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728  

SALICE. Domenica 11 settembre gli Ambulanti di Forte dei Marmi

Avis Donare il sangue è segno di civiltà

ANNUNCI: Autoriparazioni Giardina