VogheraNewsPavia

VOGHERA 13/02/2017: Calcio. 6 a 1. Rovinosa caduta dell’OltrepoVoghera a Inveruno

Febbraio 13
08:50 2017

VOGHERAL’OltrepoVoghera cade rovinosamente a Inveruno (6-1) e complici anche i risultati delle altre squadre invischiate nei bassi fondi della classifica, ripiomba all’interno della griglia dei playout. Sei reti a uno rappresenta anche il passivo peggiore di questo campionato, ma non solo. L’OltrepoVoghera, da quando esiste come società e squadra, aveva incassata il passivo più pesante (5-3) in quel di Arconate, nell’ultima gara di campionato di Eccellenza (stagione 2013-2014), ma con i giochi ornai fatti, ovvero con i rossoneri allora allenati da mister Visca, che avevano già ampiamente conquistato la promozione matematica in serie D, categoria dove massimo i rossoneri avevano incassato non più di quattro reti come passivo.
Un ko “figlio” delle assenze (infortuni e squalifiche), ma non solo. Anche di una prestazione che è stata discreta (o appena sufficiente) nel primo tempo, dove l’OltrepoVoghera era riuscito anche ad andare in vantaggio al 10′ con Romano, sebbene dopo aver rischiato comunque di capitolare già in precedenza. Da lì, in pratica, manco a dirlo, è iniziato il calvario per capitan Buglio (aveva lui la fascia data l’assenza di Di Placido per squalifica). L’Inveruno ha ingranato la marcia di macchina da gol (nelle ultime tre domenica 5-4 al Varese e 4-2 alla Caronnese) e si è gradatamente spianto la strada, anche grazie ai guizzi dell’ex Mario Chessa, giocatore incontenibili e immarcabile, che con una doppietta a marchiato la gara, al pari di Broggini (tripletta), anche se a essere sinceri la rete del pareggio di Chessa e quella del 4-1 di Broggini, erano viziate da fuorigioco. Cambiava povco, ai fini del risultato, e delle occasioni. Anche perché l’Inveruno, a parte i sei gol segnati, ha avuto altre occasioni per segnare ancora. Un Inveruno che comunque, arrivato a quota sei, si è fermato, sportivamente, come giusto che fosse. La gara, sul 6-1, è andata definitivamente in letargo e l’arbitro al 90′ non ha neppure fatto trascorrere un secondo di recupero, sancendo il triplice fischio finale. La rete che ha tagliato definitivamente le gambe ai rossoneri, è stata quella di Chessa (la seconda) al minuto 2′ della ripresa, dove l’OltrepoVoghera avrebbe dovuto cercare di rincorrere il risultato, dopo aver chiuso sotto 2-1 la prima frazione. Un OltrepoVoghera partito con il solito 3-5-2, che a un certo punto del primo tempo, ha mutato il modulo in un 3-4-3, per cercare di arginare le avanzate sugli esterni dei padroni di casa. E qualcosa di meglio si era anche visto, con l’Inveruno più in difficoltà. Ma, come detti, il 3-1 incassato al 2′ della ripresa, non ha più permesso all’OltrepoVoghera di cercare di rientrare in partita. Da lì è invece iniziata l’agonia, sino ad incassarne altre tre di reti, arrivando al 6-1. Un risultato sin troppo pesante e arrendevole, anche se l’OltrepoVoghera, così come era messo e strutturato, con questo Inveruno, non poteva fare molto altro, anche se è mancato lo spirito agonistico e la fame, vista nelle prime gare del girone di ritorno, quelle che avevano portato a ottenere tre risultati utili consecutivi ne a tenere testa il Varese, dove i rossoneri avrebbe meritato almeno un punto. Invece a Inveruno il passo indietro, sotto diversi punti di vista, è stato notevole. Un contraccolpo anche al morale, che potrebbe incidere nel prosieguo della stagione. Anche se da martedì è giusto pensare seriamente alla Caronnese, e basta.

 

*************************

CRONACA PRIMO TEMPO _ Incerottato, o forse di più. Dopo tre risultati utili, l’OltrepoVoghera è tornato a incepparsi contro il Varese, anche con la complicità assoluta dell’arbitro che non gli ha assegnato un rigore sacrosanto e gliene ha fischiato uno assai dubbio contro.

OltrepoVoghera incerottato, si diceva. Ne mancano addirittura sette all’appello: Sabau, Tomat, D’Aniello, Maione, Battistotti, Di Placido e Bettoni. Gli ultimi due squalificati, gli altri infortunati. A tutti loro si aggiunge anche Zemide (in panchina) ma non utilizzabile per una rottura ossea alla mano e altri due giovani indisponibili, come Sabbadin e Belluzzo. Troppe assenze per affrontare degnamente l’Inveruno, squadra che nelle ultime tre gare ha vinto a Varese (5-4) e sul campo della Caronnese (4-2, in rimonta), anche se in casa, l’ultima volta, ha pagato dazio con il Borgosesia.

Nell’Inveruno hanno segnato 9 gol a testa Bosio e Mario Chessa, ex dell’SBC Oltrepò in Eccellenza.

Mister Fasce non rinuncia comunque al 3-5-2, rispolverando per la difesa Rizzo (1997) e Tambussi (1999) mettendoli al fianco del reduce Colombo. Quindi sugli esterni Coccu a destra e la conferma del giovanissimo Grani (1999) a sinistra. In mezzo Buglio in regia, al suo fianco Margaglio a destra e Battagliarin (1997) a sinistra. In avanti torna Romano a far coppia con Lazzaro (inizialmente il sacrificato è El Khayari rispetto alle ultime uscite).
OltrepoVoghera in campo con la maglia rossonera, calzoncini e calzettoni bianchi. Inveruno in tenuta blu con bordi gialli.
Mazzo di fiori (anche se non siamo a Sanremo) offerto dall’Inveruno al capitano rossonero odierno, Angelo Buglio.
Si comincia. Calcio d’avvio battuto dall’OltrepoVoghera.

2′

Sfugge Repossi a destra, entra in area, cross in mezzo per la testa di Broggini, para Cizza in presa aerea.

7′

Cizza esce in uscita bassa su Broggini, prende in pieno il pallone che va in angolo. Azione regolare.

7′

Sulla battuta del corner, tiro da dentro l’area di Lazzaro, Cizza pronto di riflessi a respingere ancora. Inveruno già più volte pericoloso.
9′

Ci prova l’ex Chessa con il destro da fuori area, para in presa bassa Cizza.

10′

OltrepoVoghera un po’ a sorpresa in vantaggio. Lancio da metà campo di Buglio per Romano che scatta, mette a terra la palla, si apre un varco e calcia in porta trovando impreparato Cavalli. Per Romano sono sei centri in campionato.

13′

Ancora Romano che entra in area a sinistra e calcia in corsa, palla deviata in angolo.

14′

Su angolo di Buglio, colpo di testa di Lazzaro di poco alto sopra la traversa. L’OltrepoVoghera conclude però quindi il suo momento migliore.
15′

L’Inveruno infatti pareggia. Lazzaro entra in area e calcia, pallone deviato che arriva sui piedi di Chessa solo davanti a Cizza. L’attaccante con un dribbling evita il portiere e mette dentro. Posizione forse più che dubbia quella dell’attaccante gialloblù al decimo centro in campionato.

18′

Broggini sfugge a sinistra, entra in area e calcia in corsa, Cizza in tuffo respinge e dice di no.

26′
L’Inveruno raddoppia. Chessa per Broggini dentro l’area, controllo e con il sinistro in diagonale palla nell’angolo più lontano.

31′

Ancora vicino al gol l’Inveruno. Chessa entra in area a sinistra e serve con un rasoterra Bugno che calcia in corsa con il sinistro, Cizza respinge a terra d’istinto.
33′
Mister Fasce inverte in difesa Tambussi e Rizzo, con Tambussi che va ad occuparsi di Chessa, sino ad ora giocatore imprendibile.
38′

Ancora l’Inveruno che entra in area con Repossi, quindi palla a Broggini che calcia in acrobazia, palla alta sopra la traversa.
38′

Mister Fasce cambia anche modulo, dal 3-5-2, si passa al 3-4-3, con Coccu, Lazzaro e Romano in avanti, a centrocampo Margaglio e Grani esterni, in mezzo Battagliarin e Buglio. Dietro rimangono Tambussi, Colombo e Rizzo.

45′

Concessi 2′ di recupero. L’OltrepoVoghera sembra averne beneficiato dal cambio di modulo, che ha l’effetto di bloccare le corsie laterali all’Inveruno. Si va al riposo con i padroni in vantaggio per 2-1.

****************************

CRONACA SECONDO TEMPO _ Cambio nell’OltrepoVoghera. Dentro Hajrullai per Rizzo in difesa.

1′

Subito Hajrullai in area ferma provvidenzialmente in spaccata un cross rasoterra che stava arrivando sui piedi del temibile Chessa.

2′

Ma l’Inveruno trova poco dopo il terzo gol. Chessa converge verso il centro dell’area e con il destro calcia perfettamente sul palo più lontano. Undicesimo centro in campionato per l’attaccante gialloblù. Gara che rischia di essere già chiusa così.

8′

Gara che si chiude del tutto quando l’Inveruno trova la quarta rete. L’OltrepoVoghera pasticcia nella propria area di rigore. Colombo rinvia su Grani che si allunga con il sinistro la sfera in uscita, ne approfitta Marioli che entra in area, alza la testa e serve Broggini sotto porta (ma probabilmente in posizione di fuorigioco) che da due passi mette dentro per il 4-1.

10′

Chessa sfugge in contropiede, salta Tambussi, arriva in area e calcia con il destro in corsa cogliendo il palo alla sinistra di Cizza, poi Repossi calcia in diagonale sul fondo. Inveruno travolgente.

13′

Arriva anche il quinto gol per l’Inveruno. Repossi di gran carriera entra in area in corsa, seppur marcato da vicino, cambia piede e con il sinistro in corsa calcia sul palo più lontano alla destra di Cizza.

17′

Trova la sesta rete l’Inveruno sempre con Broggini che entra in area e dopo una finta calcia imparabilmente in rete. Per Broggini è tripletta personale arrivando così a 9 gol in campionato.

19′

Ancora Chessa che entra in area di rigore a sinistra, converge e calcia in porta, Cizza si oppone in calcio d’angolo.

L’Inveruno ha abbassato giustamente il ritmo dopo aver segnato anche il sesto gol. La gara ora è molto bloccata a centrocampo e i ritmi sono bassi. Non c’è più nulla da dire.

39′

Ci prova Bosio da fuori area con un destro che lambisce il palo alla sinistra di Cizza.

45′
Non c’è giustamente neppure un attimo di recupero. Si va al 90′ negli spogliatoi con l’Inveruno che largamente e meritatamente vince per 6-1, strapazzando un OltrepoVoghera dalle mille assenze che ha pagato a caro prezzo.

****************************

************
TABELLINO
************
INVERUNO – OLTREPOVOGHERA / 6-1 (primo tempo, 2-1)
RETI: 10’ pt Romano (OV), 15′ pt e 2′ st Chessa (I), 26′ pt, 8′ e 17′ st Broggini (I), 13′ st Repossi (I).

INVERUNO (4-3-3): Cavalli; Marioli, Botturi (5′ st Ciappellano), Battistello, Bugno (21′ st Antonielli); Lazzaro Andrea Maria, Truzzi, Mangili; Chessa (19′ st Bosio), Broggini, Repossi. A disp.: Mustica, Ilivares, Citro, Galli, Villa, Naldi. All.: Mazzoleni.
OLTREPOVOGHERA (3-5-2): Cizza; Rizzo (1′ st Hajrullai), Colombo, Tambussi; Coccu, Margaglio, Buglio, Battagliarin (20′ st Brega), Grani; Romano, Lazzaro Nunzio (14′ st El Khayari). A disp.: Bianucci, Zhuri, Balduzzi, Zemide, Malcotti, Di Palma. All.: Fasce.

ARBITRO: Munerati di Rovigo (assistenti Mazzucchi di Bolzano e Faini di Brescia).
RECUPERI: 2′ pt; 0′ st.
ESPULSI: nessuno.
AMMONITI: 20′ pt Botturi (I), 33′ pt Lazzaro Andrea Maria (I), 35′ pt Rizzo (OV), 45′ pt Repossi (I).

ANGOLI: 4 (IN); 3 (OV).
NOTE: giornata nuvolosa ma non fredda, terreno di gioco irregolare. Spettatori 250 circa, con rappresentanza rossonera.

Commenti

Commenti via Facebook

AUTORIPARAZIONI AUTOSOCCORSO “GIARDINA” VOGHERA

NO ALLA VIVISEZIONE

Fotografia Spazio53 Voghera

Spazio offerto dalla ditta Immac di Codevilla

CONTATTI

Altre Notizie in breve… via Twitter


Molini di Voghera

farmacie voghera

playlist messe di pasqua a voghera durante il coronavirus

VogheraNews.it partner di RetewebItalia

GUARDA I NOSTRI VIDEO

Amici

Facebook

Febbraio 2017
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728  

SALICE. Domenica 11 settembre gli Ambulanti di Forte dei Marmi

Avis Donare il sangue è segno di civiltà

ANNUNCI: Autoriparazioni Giardina