VogheraNewsPavia

VOGHERA 24/01/2017: Sanità. Il Pd: “Dalla riorganizzazione di ASST nessun giovamento ma peggioramenti all’ospedale”

Gennaio 24
11:11 2017

VOGHERA – Il Pd di Voghera va all’attacco dell’ASST di Pavia sugli annunciati miglioramenti all’attività dell’Ospedale.

Pier Ezio Ghezzi, candidato sindaco alle elezioni di domenica, e Roberto Gallotti, ex consigliere comunale, esperto delle questioni legate al nosocomio, accusano il Direttore Generale di aver dato vita ad una riorganizzazione dalla quale la struttura “non trae alcun giovamento ma peggioramenti”

A seguire il comunicato emanato da Ghezzi e Gallotti.

“Ancora una volta il Direttore Generale dell’ASST di Pavia esce pubblicamente con un altro dei suoi trionfali annunci che vorrebbero far intendere ai cittadini ed agli operatori sanitari di aver dato corso a provvedimenti migliorativi per le strutture ospedaliere della nostra provincia.

Non entrando nel merito di altre realtà, è possibile affermare che l’Ospedale di Voghera dalle proposte riorganizzative del Direttore Generale non trae alcun giovamento ma peggioramenti perché:

  • Non prende in considerazione problemi irrisolti di carenza di personale dell’equipe chirurgica (chirurghi ma soprattutto anestesisti) e così più di una riorganizzazione sembra di trovarsi di fronte ad un ulteriore taglio di personale che non mira a migliorare ma a risparmiare alle spalle dei pazienti
  • Tutta l’attività chirurgica complessa viene deviata verso l’Ospedale di Voghera dai Presidi di Varzi e Stradella con notevole aumento dell’attività stessa senza incremento di risorse umane di personale medico ed infermieristico già in sottonumero ed oberato di lavoro, prova ne sia che in questo periodo la Direzione Sanitaria di Presidio ha ridotto temporaneamente i letti di Reparto di 10 unità con immaginabile disagio per i pazienti cui erano già stati programmati interventi. Forse sarebbe opportuna la previsione di posti letto per la chirurgia vascolare valorizzando professionalità e Reparto.
  • Regione Lombardia ha sempre garantito ai cittadini, facendone un vanto, libertà nella scelta della struttura in cui farsi curare: è evidente che ora i vogheresi possono godere di questa possibilità solo in minima parte perché in caso di interventi di media e bassa intensità dovranno rivolgersi ad altri Ospedali (Stradella e Varzi) o al nostro Ospedale ma con lunghi mesi di attesa.

Abbiamo la chiara sensazione di essere presi in giro dal Dr. Brait che viene all’Ospedale di Voghera ad enfatizzare l’acquisto di qualche strumentazione da poche migliaia di Euro oppure miglioramenti strutturali futuri quali il nuovo Pronto Soccorso e la nuova Emodinamica senza mettere mai mano ai necessari adeguamenti di personale ma soprattutto per il mancato trattamento paritario, da Lui promesso ad inizio mandato, con l’altro Ospedale Hub (quello di Vigevano).

Basti pensare all’attività dell’equipe di Anestesia, strettamente connessa all’attività chirurgica, mancante di 6 unità e senza la guardia come esiste a Vigevano e persino a Stradella(Ospedale spoke): il Dr. Brait non ne ha mai spiegato i motivi ma soprattutto non chiarisce ai cittadini utenti come fa ad assicurare loro la massima garanzia nelle urgenze diminuendo da tre a due le reperibilità degli anestesisti, figure indispensabili in tre momenti: urgenza chirurgica, trasporti in sicurezza di pazienti in Ospedali maggiori e sala parto che dovrebbe essere di competenza della guardia anestesiologica come, ripetiamo, avviene a Vigevano e Stradella.

Senza dimenticare che la mancata attivazione della guardi di anestesia non permette, se non in parte minima, l’attivazione piena dell’Analgesia del parto con la mancanza di un servizio molto importante.

Qualsiasi proposta di riorganizzazione deve forzatamente passare da una verifica approfondita delle forze in campo e dal graduale adeguamento del personale medico ed infermieristico mancante che crea grosse difficoltà in settori molto importanti come il Pronto Soccorso, l’Ortopedia/Traumatologia e la Cardiologia.

Alcune parole per il Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura: come sollevato dagli operatori e certificato anche dal Presidente di una Associazione disabili le condizioni strutturali del servizio sono ad un livello indegno che risulta fortemente offensivo per la dignità dei pazienti. Nel momento in cui si parla insistentemente di impegni di risorse per miglioramenti strutturali dell’Ospedale, non vorremmo che per la tipologia dei pazienti di questo servizio lo stesso fosse considerato di serie B, non degno della dovuta attenzione, cosa non tollerabile.

Il Direttore Generale si renda personalmente conto della situazione o mandi qualche uomo di fiducia per le opportune verifiche a dimostrazione di una sensibilità non sopita rispetto alla dignità degli utenti di quel servizio.

In presenza di tutte queste criticità che si fondano soprattutto su una politica che ormai da anni la Direzione dell’Azienda Ospedaliera persegue e più precisamente di non adeguamento degli organici del personale, spicca ora come nel passato l’assenza totale di Carlo BARBIERI che ha un suo modo di DIFENDERE VOGHERA ED IL SUO OSPEDALE rimanendo costantemente in silenzio, come ha sempre fatto nel passato, senza creare fastidi agli amici manovratori della sanità provinciale e regionale.

Commenti

Commenti via Facebook

PER UNA CITTA’ PULITA RISPETTA LE REGOLE. USA LA TESSERA!

Fotografia Spazio53 Voghera

IL TUO SERVIZIO CIVILE ALLA CARITAS di VOGHERA

Spazio offerto dalla ditta Immac di Codevilla

NO ALLA VIVISEZIONE

CONTATTI

Altre Notizie in breve… via Twitter


farmacie voghera

GUARDA I NOSTRI VIDEO

Amici

Facebook

playlist messe di pasqua a voghera durante il coronavirus

Gennaio 2017
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Gli Ambulanti di Forte dei Marmi a Valenza il 3 Marzo

VogheraNews.it partner di RetewebItalia