VogheraNewsPavia

SANNAZZARO 02/12/2016: L’incendio alla raffineria Eni e il Meteo. Le condizioni atmosferiche ci hanno aiutato. Il meteorologo Poggi spiega come

Dicembre 02
15:46 2016

SANNAZZARO – Il meteorologo Marcello Poggi analizza l’incendio di ieri alla raffineria di Sannazzaro sotto l’aspetto del Meteo, spiegando come il “tempo” ci ha aiutato.

“Probabilmente dalle prime colline, da dove ho assistito all’incendio, era più chiara l’estensione della nube e impressionante lo scenario. Le fiamme erano visibili altissime anche da lì. Il fumo si alzava verticalmente per alcune centinaia di metri, poi si espandeva formando la nuvola, che in un primo momento si è addensata sopra la centrale, ed assomigliava in tutto e per tutto ad un cumulonembo (per intenderci, una nuvola da temporale), poi si estendeva, assottigliandosi, da est a ovest, tra le province di Pavia e Alessandria.

A quel punto il vento, che in quota spirava dai quadranti settentrionali, ha portato parte della nube sull’Oltrepò, in particolare nella zona della Valle Staffora e più ad est, verso il cuore del nostro Appennino.

Le condizioni atmosferiche comunque, se non ideali, almeno per l’Oltrepò. Sono state molto favorevoli, specialmente per chi abita nei pressi della centrale. L’atmosfera, che può sembrarci un “vuoto”, in realtà è a tutti gli effetti un fluido, del tutto simile a un oceano, in cui le sostanze immerse possono rimanere separate, distinguersi per peso o per densità, seguire le correnti e via dicendo.

Ieri il fumo si è innalzato fino a che la sua temperatura è stata superiore a quella dell’aria circostante, rendendolo più leggero di essa. Parte dell’inquinamento ovviamente non ha raggiunto quella quota ma è rimasto vicino al suolo, e se vi fosse stata nebbia la situazione sarebbe stata molto peggiore, intrappolando come spesso accade parte dell’inquinamento nei primissimi metri dal suolo.

Non solo, la nube, una volta raggiunta la quota di equilibrio, non è ricaduta sul suolo, verosimilmente a causa della presenza di una inversione termica, cioè del fatto che era più leggera dell’aria sotto, che faceva come da “soffitto” invisibile.

La temperatura nella notte testimoniava della eccezionale situazione: temperature sotto lo zero ad Alessandria e nella pianura pavese, 7°C circa su Voghera e Tortona, 14 a livello delle prime colline, 10°C a 1500 metri di quota circa. Impossibile per l’aria ricadere al suolo quindi. Un pò di ventilazione da Nord- Nord-Ovest ha fatto il resto, disperdendo gli inquinanti. Certo, non cambia la gravità del fatto né la quantità di sostanza uscita, ma una cosa diversa è avere una situazione perdurante di inquinamento localizzato, con conseguenze anche gravi immediate sia sulle persone che sulle coltivazioni.

A questo proposito c’è una terza possibilità che non si è venuta a creare e viene talvolta invocata: quella della pioggia. Se fosse piovuto avremmo avuto una forte contaminazione del suolo, anche se non avremmo “respirato” a lungo, avremmo forse avuto intossicazioni, e avremmo finito col mangiare prodotti con più alta dose di inquinamento.

Detto questo, il problema dell’inquinamento è un problema cronico più che acuto. Fa molto effetto vedere una nube nel cielo, specie in una giornata limpida come ieri, ma il problema da affrontare seriamente è quello dell’esposizione a lungo termine di inquinanti, cosa difficile da fare, e che non può essere affrontata con innalzamento dei limiti, targhe alterne o costruendo nuovi impianti in una delle zone più inquinate del Pianeta, cioè la nostra Pianura Padana.”

Info meteo http://www.meteopaviaalessandria.com

 

 

Commenti

Commenti via Facebook

Mafarka! Il primo panino oltrepadano “certificato”. Salame Varzi Peperone Stafforella. Al Bar Trai2

ASM: La NOSTRA Farmacia è la TUA Farmacia

Centro Comm Montebello

Spazio offerto dalla ditta Immac di Codevilla

ANNUNCI: Autoriparazioni Giardina

Altre Notizie in breve… via Twitter


Molini di Voghera

Fotografia Spazio53 Voghera

VogheraNews.it partner di RetewebItalia

Avis Donare il sangue è segno di civiltà

CONTATTI

NO ALLA VIVISEZIONE

GUARDA I NOSTRI VIDEO

farmacie voghera

Feste&Patroni e Vogheranews partner

Amici

Facebook

Dicembre: 2016
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

BRONI. Sabato tornano gli Ambulanti di Forte dei Marmi