VogheraNewsPavia

BRUXELLES 21/06/2016: Pirolisi. Il progetto è sbarcato al Parlamento Europeo. Gli oltrepadani si aspettano il sostegno dell’Europa. Alcuni appoggi son già arrivati

Giugno 21
10:25 2016

BRUXELLES – Una delegazione di sindaci e politici dell’Oltrepo pavese ieri si è recata al Parlamento Europeo per chiedere il no anche dell’Unione alla realizzazione di un Impianto di recupero pneumatici con la Pirolisi a Retorbido.

Capo delegazione e ideatore dell’iniziativa Federico Taverna consigliere di centrodestra di Voghera (attualmente sospeso per il commissariamento del Comune).

Con lui il sindaco di Retorbido, Isabella Cebrelli; quello di Rivanazzano, Romano Ferrari; quello di Bagnaria, Mattia Franza, e quello di Voghera (sospeso anche lui per il commissariamento) Carlo Barbieri.

Ad accoglierli l’europarlamentare Alberto Cirio (Forza Italia-Partito Popolare europeo) che ha perorato la causa oltrepana pavese a Bruxelles e ieri (insime al sindaco Cebrelli) ha illustrato la petizione presentata in rappresentanza di oltre 130 Comuni del Pavese e corredata da oltre 20.000 firme contro l’impianto di Pirolisi.

“Abbiamo ottenuto la richiesta ufficiale al Governo italiano e alla Regione Lombardia di uno stop alla procedura, in attesa che la Commissione europea si esprima sulla questione”, commenta Cirio.

L’europarlamentare ha anche ringraziato “la collega Eleonora Evi – Portavoce M5S Parlamento Europeo, il collega greco del Gruppo dei Conservatori Notis Marias, la spagnola Soledad Cabezon Ruiz e il tedesco Peter Jahr, coordinatore del PPE”, per aver “appoggiato la causa italiana e espresso una ”chiara e netta presa di posizione contro un progetto che va contro le politiche ambientali dell’‪#‎Ue‬ e mette a rischio un intero territorio”.

In attesa che il parlamento europeo si pronunci sulla questione, in Italia prosegue l’iter autorizzativo della Regione e la lotta dei contrari per farlo propendere per il no.

Le prossime tappe della lunga e complicata vicenda sono tre

Oggi, 21 giugno, ultimo giorno concesso per presentare le osservazioni conseguenti le integrazioni presentate dalla IET, la ditta proponente il progetto, e su cui il Comitato per il No ha annunciato nuove battaglie (“Sottolineiamo che sono numerosissime le criticità emerse proprio dalle modifiche, rilevanti, apportate da IET al progetto. Puntualmente stiamo segnalando e segnaleremo tutto quanto a Regione Lombardia”, commenta il Comitato).

Domani, 22 giugno, giorno dell’audizione in Senato del medesimo Comitato per il No (che dice, “Abbiamo pronto materiale interessante che stimolerà i Senatori nella formulazione di domande d’approfondimento e conseguenti considerazioni”).

E infine dopo domani, 23 giugno, quando a Milano si terrà la tanto attesa Conferenza dei Servizi.

 

 

 

Commenti

Commenti via Facebook

AUTORIPARAZIONI AUTOSOCCORSO “GIARDINA” VOGHERA

NO ALLA VIVISEZIONE

Fotografia Spazio53 Voghera

Spazio offerto dalla ditta Immac di Codevilla

CONTATTI

Altre Notizie in breve… via Twitter


Molini di Voghera

farmacie voghera

SALICE. Domenica 11 settembre gli Ambulanti di Forte dei Marmi

playlist messe di pasqua a voghera durante il coronavirus

VogheraNews.it partner di RetewebItalia

GUARDA I NOSTRI VIDEO

Amici

Facebook

Giugno 2016
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Avis Donare il sangue è segno di civiltà

ANNUNCI: Autoriparazioni Giardina