VogheraNewsPavia

VOGHERA 17/05/2015: Ascensione. Alle 11 in Duomo la suggestiva cerimonia della sacra Spina

Maggio 17
10:07 2015

VOGHERATorna a Voghera, dopo alcuni anni di assenza per i ponteggi necessari al restauro del Duomo, il rito della “Sacra Spina”. Oggi, Domenica 17, festa di Voghera, durante la messa celebrata in Duomo alle ore 11, un Vigile del Fuoco, lentamente, salirà una lunga serie di scalini sino ad arrivare ad una quindicina di metri di altezza, poi aprirà una ad una le tre pesanti serrature di un tabernacolo, circondato da angeli e collocato nell’abside del Duomo, alle spalle dell’antico altare maggiore.

Quindi estrarrà un antichissimo reliquiario, donato da Gian Galeazzo Visconti, custodito in Duomo da quasi 700 anni, contenente (secondo la tradizione) una delle Spine della Corona posta sul capo di Gesù. Sul basamento del reliquiario Visconteo, un viso smaltato ricorda la figura di San Giovanni, patrono del Sovrano Militare Ordine Ospitaliero di San Giovanni di Gerusalemme, poi di Rodi, poi di Malta, oggi più semplicemente conosciuto come Ordine di Malta.

È verosimile che la reliquia sia giunta a Voghera in seguito alle crociate in Terra Santa, e non a caso l’Ordine di Malta, che sarà presente in Duomo con i suoi Cavalieri, a Voghera gestiva due ospedali dedicati agli ammalati e ai pellegrini.
Nel Settecento la Spina era famosissima, tanto da destare l’interesse anche da parte dei regnanti Savoia.
Voghera faceva parte dello Stato Sardo – Piemontese e i suoi Re vennero in città proprio per poter ammirare la Spina della Corona di Cristo. Documenti di archivio ricordano l’arrivo, il 17 maggio del 1775, del Re Vittorio Amedeo III assieme ai familiari che diventeranno successivamente i Re Carlo Emanuele IV e Vittorio Emanuele I. In quell’epoca la reliquia era permanentemente conservata nel tabernacolo posto in alto nel catino absidale, incorniciato dalla preziosa composizione in stucco, la “Nube luminosa”, circondata dagli angeli rappresentante la Divina Presenza (similmente alla “Gloria” del Bernini nell’abside di San Pietro a Roma). La Sacra Spina era fatta scendere per la venerazione dei fedeli nel giorno dell’Ascensione mediante un marchingegno sofisticato, in pratica un carrello elevatore spinto a mano attraverso una serie di ingranaggi e chiamato la “Nivola”, sormontato da putti. Era una scena di grande effetto. Poi la “Nivola” cessò di funzionare e la cerimonia della Sacra Spina si interruppe. Domenica in Duomo, la reliquia sarà agganciata ad una carrucola di sicurezza, scenderà a terra accompagnata dai Vigili del Fuoco e quindi sarà consegnata all’Ordine di Malta che, a sua volta, la porterà al Vescovo per essere venerata dai fedeli.

 

Commenti

Commenti via Facebook

Mafarka! Il primo panino oltrepadano “certificato”. Salame Varzi Peperone Stafforella. Al Bar Trai2

AUTORIPARAZIONI AUTOSOCCORSO “GIARDINA” VOGHERA

ASM: La NOSTRA Farmacia è la TUA Farmacia

Molini di Voghera

NO ALLA VIVISEZIONE

Avis Donare il sangue è segno di civiltà

Spazio offerto dalla ditta Immac di Codevilla

Fotografia Spazio53 Voghera

Altre Notizie in breve… via Twitter


CONTATTI

playlist messe di pasqua a voghera durante il coronavirus

VogheraNews.it partner di RetewebItalia

GUARDA I NOSTRI VIDEO

farmacie voghera

Feste&Patroni e Vogheranews partner

ANNUNCI: Autoriparazioni Giardina

Amici

Facebook

STRADELLA. Sabato 19 tornano gli Ambulanti di Forte dei Marmi

ELEZIONI: SIMONA VIRGILIO PER GARLASCHELLI SINDACO