VogheraNewsPavia

VOGHERA 30/04/2015: La famiglia sfrattata che nessuno vuole portata ‘alla chetichella’ a Voghera senza autorizzazioni. Incidente diplomatico con Magherno. Intanto la famiglia protesta. “Trattati senza dignità. Ci sentiamo dei pacchi postali”

Aprile 30
08:54 2015

VOGHERATrovo, Travacò, ancora Trovo, San Martino, ArenaPo, Copiano, Magherno ed ora Voghera.

L’annosa e complicata vicenda della famiglia Conti, domiciliata a Trovo ma da lì sfrattata, e che ora vive in una roulotte offertagli dalla Caritas, è sbarcata (anche se sarebbe meglio dire “scaricata”) a Voghera.

Un arrivo il loro con tanto di polemiche ed anche di “incidente diplomatico” fra Amministrazioni comunali.

Già, perchè la roulotte della famiglia composta da quattro cittadini italiani originari della Puglia e della Campania (madre, figlia, il compagno della madre e il fidanzato della figlia) è stata scaricata alla chetichella sul piazzale Fermi senza che nessuno in città sapesse nulla.

L’arrivo risale a Mercoledì e a condurre la roulotte a Voghera è stato un mezzo della Protezione Civile di Magherno, ultimo Comune in cui il nucleo familiare ha trovato temporanea ospitalità.

L’Amministrazione comunale iriense è venuta a conoscenza dell’arrivo ieri mattina, dopo che i Conti si sono presentati negli uffici di Corso Rosselli per dire: guardate che ora siamo qui da voi.

Di fronte alla notizia il Comune per un attimo è rimasto perplesso, poi è trasecolato, in particolare quando è venuto a sapere che l’intera ‘operazione trasferimento’ era stata gestita dal sindaco di Magherno, il quale, non potendo più tenere sul proprio territorio la roulotte, ha deciso di trasferirla dove vi fosse almeno una piazzola di sosta per i camper.

Una breve ricerca su internet ed ecco emergere Voghera con la sua piazzola attrezzata di Piazzale Fermi.

Dopo la sorpresa iniziale il Comune di Voghera però si è anche mosso, mobilitando i vigili, chiamando il “collega” di Magherno, protestando e ottenendo la promessa del trasferimento della roulotte fuori dai suoi confini.

Allontanamento che dovrebbe avvenire già questa mattina.

“L’area di piazzale Fermi non è adibita allo stazionamento fisso né di camper né di roulotte – spiega l’assessore alla Sicurezza Giuseppe Carbone –. Quanto alla vicenda della famiglia Conti non può che essere gestita e risolta dal Comune di residenza”. Infine l’assessore definisce “superficiale” il Comune di Magherno che ha scaricato il problema su un’altra Amministrazione, senza nemmeno sentirla.

LA FAMIGLIA CONTI

Fin qui la vicenda burocratico-amministrativa.

Poi c’è quella umana, che coinvolge Angela Maria Della Dalia, 39 anni; la figlia Maria Lucia Croce, 20 anni, il compagno Gregorio Conti, 43 anni e il fidanzato della figlia, Francesco Accini, 18 anni.

La loro da tempo è una vita vissuta ai margini. Ed ora anche da reietti.

“Ci sentiamo trattati come dei pacchi postati, non come esseri umani quali invece siamo nonostante tutto… nonostante viviamo in una roulotte senza luce né riscaldamento, con le infiltrazioni e con l’umidità che giorno dopo giorno peggiora la salute di mia figlia, affetta da enfisema – grida quasi la donna -. Nessuno ci vuole – continua -… tutti ci hanno abbandonati. Eppure non facciamo nulla di male. Non rubiamo. Per quel che possiamo cerchiamo anche lavoro… io ho fatto decine di domande ma non si trova nulla… nulla”.

La figlia della donna, Lucia, tempo fa è stata operata di scoliosi ma ha ancora problemi. Il compagno Gregorio invece è epilettico e ha bisogno di medicine.

“Questa situazione precaria ed in continuo mutamento non fa che peggiorare la loro salute – spiega Angela Maria -. Gli unici che ci aiutano, ci tengo a dirlo, sono Forza Nuova e la Caritas, che ci sta vicino nonostante l’aiuto di questo movimento politico… già, perchè anche questa sembra essere una colpa che qualcuno vuole addebitarci: ma noi li ringraziamo perchè non ci hanno abbandonato”.

I Conti ringraziano anche il sindaco di Magherno “che avrebbe voluto tenerci in paese ma è stato indotto ad allontanarci dagli abitanti”, sottolinea Angela Maria.

La famiglia Conti sembra sia in attesa di una casa proprio a Magherno (difficile avere certezze in questa storia) una casa “vera”, che però non sarebbe ancora pronta.

Nell’attesa vengono spostati, in maniera poco seria e poco umana, come pacchi postali senza mittente e senza destinatario fra i vari Comuni della provincia di Pavia.

LEGGI ANCHE

VOGHERA 30/04/2015: Sgomberata la roulotte della famiglia Conti

 

 

Commenti

Commenti via Facebook

ALLE 10.30 LA DIRETTA DAL DUOMO DI VOGHERA DELLA MESSA DI DON DANIELE LOTTARI

NO AI RIFIUTI IN STRADA. USA I CASSONETTI . USA LA TESSERA ASM

Mafarka! Il primo panino oltrepadano “certificato”. Salame Varzi Peperone Stafforella. Al Bar Trai2

AUTORIPARAZIONI AUTOSOCCORSO “GIARDINA” VOGHERA

ASM: La NOSTRA Farmacia è la TUA Farmacia

Molini di Voghera

NO ALLA VIVISEZIONE

Avis Donare il sangue è segno di civiltà

Spazio offerto dalla ditta Immac di Codevilla

CONTATTI

Altre Notizie in breve… via Twitter


playlist messe di pasqua a voghera durante il coronavirus

VogheraNews.it partner di RetewebItalia

Fotografia Spazio53 Voghera

GUARDA I NOSTRI VIDEO

farmacie voghera

ANNUNCI: Autoriparazioni Giardina

Amici

Facebook

Aprile: 2015
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

STRADELLA. Sabato 19 tornano gli Ambulanti di Forte dei Marmi