VogheraNewsPavia

VIGEVANO 04/11/2014: La vita di un’infermiera nelle mani della Magistratura, I Carabinieri chiedono misure restrittive per il suo presunto persecutore

Dicembre 04
12:24 2014

VIGEVANO – Starebbe perseguitando un’infermiera 40enne di Vigevano mettendo in atto un corteggiamento asfissiante.

L’uomo avrebbe finto malori per essere ricoverato quando è di turno la donna, e avrebbe commesso altre decine di piccoli dispetti, come ad esempio riempirle di nascosto il carrello della spesa di prodotti non necessari, per metterla in difficoltà una volta giunta alla cassa.

Il persecutore avrebbe anche inviato centinai di mail di apprezzamento, effettuato appostamenti e sarebbe comparso improvvisamente di fronte alla donna spaventandola.

L’uomo, un operaio 35enne originario di Cernusco Sul Naviglio, al momento è libero di agire ma i Carabinieri di Vigevano, a seguito di accertamenti su tali comportamenti persecutori (attuati sembra a partire dal mese di luglio 201) nei confronti della donna (che nel frattempo si è dovuta attrezzare da sola cambiando abitudini di vita e vivendo con la paura per la propria incolumità) hanno segnalato lo stalker all’Autorità Giudiziaria richiedendo l’emissione di una misura cautelare.

Lo stalker (da definire “presunto” finché la magistratura non sarà intervenuta) – che sarebbe entrato in contatto con la donna tramite una chat – non si è fermato nemmeno nelle occasioni in cui la donna era in compagnia del marito, e alle contestazioni dei militari avrebbe riferito di “essere convinto della corrispondenza di sentimenti da parte dell’infermiera”.

Nonostante ciò i Carabinieri di Vigevano avrebbero accertato non solo il rifiuto delle avance da parte della donna ma anche gli episodi di minacce e molestie nei suoi confronti, cosa che, come detto, li ha indotti a segnalare lo stalker (presunto!) all’Autorità Giudiziaria richiedendo l’emissione di una misura cautelare, “al fine di impedirgli l’avvicinamento sia fisico che attraverso i mezzi di comunicazione”.

 

LEGGI IL CASO DELLO STALKER (RECIDIVO) FERMATO (MA NON ARRESTATO) SOLO DOPO 8 DENUNCE DELLA VITTIMA  

VIGEVANO (PAVIA VOGHERA) 25/11/2014: “Devi essere mia e basta!”. Nonostante le aggressioni e le denunce niente arresto per il persecutore di una 33enne. “Tanto non hai capito che qua nessuno mi fa niente?” la frase dello Stalker alla vittima – See more at: https://www.vogheranews.it/wp/2014/11/vigevano-25112014-devi-essere-mia-basta-nonostante-le-aggressioni-le-denunce-niente-arresto-il-persecutore-di-una-33enne-tanto-hai-capito-che-qua-nessuno-mi-fa-niente-la-fra/#sthash.otXgiwY2.dpuf

 

Commenti

Commenti via Facebook

AUTORIPARAZIONI AUTOSOCCORSO “GIARDINA” VOGHERA

NO ALLA VIVISEZIONE

Fotografia Spazio53 Voghera

Spazio offerto dalla ditta Immac di Codevilla

CONTATTI

Altre Notizie in breve… via Twitter


Molini di Voghera

farmacie voghera

SALICE. Domenica 11 settembre gli Ambulanti di Forte dei Marmi

playlist messe di pasqua a voghera durante il coronavirus

VogheraNews.it partner di RetewebItalia

GUARDA I NOSTRI VIDEO

Amici

Facebook

Dicembre 2014
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Avis Donare il sangue è segno di civiltà

ANNUNCI: Autoriparazioni Giardina