VogheraNewsPavia

SALICE TERME 28/11/2014: Ponte danneggiato. Ora occorre evitare il crollo. “200mila euro solo per puntellarlo. 500mila euro per riuscire a riaprirlo”

Novembre 28
17:05 2014

SALICE TERMESi è tenuta questa mattina nella sede territoriale di Regione Lombardia la Cabina di Regia relativa alle problematiche sul ponte sullo Staffora tra Rivanazzano e Salice Terme, lesionato dalla piena di metà novembre.

All’incontro, coordinato dal dirigente della sede territoriale Roberto Daffonchio, hanno partecipato Daniele Bosone, Presidente Provincia di Pavia; Maurizio Visponetti, Assessore ai Lavori Pubblici Provincia di Pavia; Romano Ferrari, sindaco di Rivanazzano e Gabriele Barbieri, sindaco di Godiasco – Salice Terme accompagnati dai rispettivi tecnici.

Daniele Bosone, Presidente della Provincia di Pavia,, dichiara: “Regione, Provincia e Comuni stanno lavorando insieme. Servono risorse importanti che in parte vanno ancora cercate. Il mio impegno è fare in modo che la struttura in questa prima fase sia aperta almeno al traffico ciclopedonale in vista di una riapertura totale a ridosso dell’estate”.

I DANNI

Il ponte, chiuso al traffico dopo l’alluvione delle scorse settimane, ha una pila distaccata dall’impalcato ed una seconda pila che, se pure non mancante di sostegno, risulta scalzata. Inoltre, sempre nel comune di Rivanazzano Terme, a valle del ponte lesionato, la corrente del Torrente Staffora ha causato la rottura della briglia esistente, determinando il completo scalzamento della gabbionata posta in riva destra.

140 MILA DALLA PROVINCIA PER RIVANAZZANO

Regione Lombardia con una richiesta di somma urgenza ha già stanziato 140mila euro per il ripristino della briglia, ma l’impegno più gravoso resta quello della messa in sicurezza del ponte in vista di una sua riapertura.

“All’inizio della prossima settimana Provincia e Regione eseguiranno un sopralluogo congiunto e da parte della Provincia sarà inoltrata al Pirellone una richiesta di contributo – spiega l’Assessore ai Lavori Pubblici Maurizio Visponetti -. Nel corso della Cabina di Regia sono stati prospettati diversi scenari, tutti accomunati dall’obiettivo di intervenire nel più breve tempo possibile per evitare un collasso del ponte”.

LE STIME DI SPESA PER IL PONTE

Le prime stime parlano di lavori che variano da un minimo di 200mila euro solo per puntellare il ponte evitandone il crollo ad una spesa di 500mila euro per riuscire a riaprire il ponte alla viabilità. La Cabina di Regia, su invito del Presidente Bosone, ha preso l’ impegno di valutare la possibilità di un intervento strutturale che consenta in una fase iniziale almeno il passaggio ciclopedonale sul ponte.

 

Commenti

Commenti via Facebook

AUTORIPARAZIONI AUTOSOCCORSO “GIARDINA” VOGHERA

NO ALLA VIVISEZIONE

Fotografia Spazio53 Voghera

Spazio offerto dalla ditta Immac di Codevilla

CONTATTI

Altre Notizie in breve… via Twitter


Molini di Voghera

farmacie voghera

SALICE. Domenica 11 settembre gli Ambulanti di Forte dei Marmi

playlist messe di pasqua a voghera durante il coronavirus

VogheraNews.it partner di RetewebItalia

GUARDA I NOSTRI VIDEO

Amici

Facebook

Novembre 2014
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Avis Donare il sangue è segno di civiltà

ANNUNCI: Autoriparazioni Giardina