VogheraNewsPavia

PAVIA VOGHERA VIGEVANO 14/09/2013: Strage di cani in Romania. Ne stanno ammazzando decine di migliaia. Save the dogs “Mai stata fatta la sterilizzazione”. Servono donazioni per compare un nuovo furgone salva randagi

Settembre 14
20:33 2013

strage cani romania PAVIA VOGHERA VIGEVANOLa catastrofe animale in Romania è in pieno svolgimento. Dopo anni di totale incuria e abbandono rispetto alla popolazione di cani randagi, il governo ha varato una legge che ordina l’uccisione di decine di miglia di cani divenuti improvvisamente scomodi.

I giornali per far accettare il massacro fan leva sulla pericolosità dei cani partendo dalla presunta uccisione di un bambino da parte dei randagi. Nonostante vi siano dubbi sulla storia, i media hanno creato il panico fra la gente, hanno screditato i piani di contenimento attraverso le sterilizzazioni, e alimentato l’odio verso i cani, “tutti” i cani randagi, degni solo di morire.

Od ora è strage: dopo che il Governo con una decisione improvvisa l’altro ieri ha deciso lo sterminio.

Per capire come stiano davvero le cose occorre però sentire anche la versione di chi difende gli animali.

Sara Turetta è italiana, abita in Romania ed è presidente di Save The Dogs ad Other animals. Turetta parla della bufala della sterilizzazione e del sottostante giro di denaro.

“Un’associazione importante come Vier Pfoten sterilizza in un anno, a Bucarest, 2000 cani, quanti noi a Medgidia con 100.000 euro (in una città che ha 43mila abitanti, non 3 milioni!). Il comune di Bucarest sterilizza venti cani a settimana e spende tre milioni di euro all’anno. E ora gridano tutti al fallimento delle sterilizzazioni!”.

LA BUFALA DELLE STERILIZZAZIONI

“Ragazzi – prosegue Turetta -, ma non è così che si fanno i piani di sterilizzazione! È una presa in giro, è folle raccontare bugie alla gente dicendo che le sterilizzazioni hanno fallito!”. “Il Comune di Bucarest ha ucciso 144,000 cani dal 2001 al 2007 – spiega ancora la Turetta – e ha speso 14 milioni di euro per l’attuazione del programma. Dopo che la legge contro le uccisioni venne approvata nel 2008, l’Amministrazione Pubblica ha continuato a spendere otre 3 milioni di euro all’anno, finiti nelle casse del dipartimento per il randagismo, effettuando non più di 6000 sterilizzazioni l’anno, un numero assolutamente ridicolo”.

Dopo il colpo di mano del governo ora è emergenza: i cani vengono uccisi entro 14 giorni dalla cattura (azioni entrambe fatte con metodi che anche gli animalisti, di solito di stomaco forte, definiscono inguardabili).

Le varie associazioni  animaliste sono mobilitate per salvare il salvabile. “Ci stiamo coordinando al fine di organizzare diverse iniziative con estrema urgenza. Chiunque volesse partecipare e collaborare con noi e’ pregato di contattarci”. scrive il presidente di Lamentorumeno.org.

Per altro verso, testimonianze raccontano che parte della popolazione partecipa con zelo allo sterminio.

PER FARE QUALCOSA:

Come scrive l’Enpa: “Dal 2002 l’associazione italiana Save the Dogs lavora instancabilmente in due cittadine della Romania per gestire il problema drammatico del randagismo in modo efficace e rispettoso degli animali. Oltre a sterilizzare ogni anno circa 3.500 animali, Save the Dogs porta avanti un progetto di adozioni internazionali che permette a circa 600 cagnolini non rilasciabili sul territorio. L’unica prospettiva per questi animali – in assenza di adozioni locali, pressoché inesistenti – è volare verso un paese straniero come l’Italia (solo le piccole taglie), la Svezia e la Finlandia.

DONARE SOLDI PER COMPRARE UN FURGONE SALVA-RANDAGI

Save the Dogs ci chiede un aiuto economico che consenta di sostituire il vecchio furgone utilizzato ogni settimana per trasportare gli animali in partenza dai rifugi di STD all’aeroporto di Bucarest. Il veicolo attuale è oramai giunto al capolinea con i suoi 250.000 km e non può affrontare l’inverno. L’associazione vuole acquistare quanto prima un mezzo nuovo, condizionato e in regola con la legislazione rumena e ha bisogno di un aiuto straordinario…”.

COME DONARE

Prosegue l’Enpa: “Facciamo appello a tutti affinchè contribuiscano all’acquisto del nuovo furgone, indispensabile per garantire la salvezza di centinaia di cani senza futuro in Romania. Grazie. Donazione tramite bollettino postale: c/c n°: 62998497 intestato a Save the Dogs and other Animals Onlus Via Pareto 36, 20156 Milano. Donazione tramite bonifico bancario: Banco Posta IBAN: IT48A0760101600000062998497 Donazione tramite carta di credito utilizzando il circuito Paypal a questo indirizzo (https://www.paypal.com/it/cgi-bin/webscr?cmd=_flow&SESSION=tagC0VN0P_7VdtbjoY39EcGghzNrujW-lrFhjoITvi9Cv2uLBFFrf1UC4Aq&dispatch=5885d80a13c0db1f8e263663d3faee8d0038486cd0d9a2f30f3a21df7b0d0cee)”.

Oltre a Save the Dogs c’è un’altra organizzazione ONG italiana sul territorio: si tratta di Lamento Rumeno. Anche loro hanno bisogno d’aiuto. Se volete supportarli, potete scoprire come a questo indirizzo (http://lamentorumeno.org/come-aiutarci/).

Fonte originale dell’articolo: http://www.all4animals.it/2013/09/11/romania-dubbi-bugie-e-strumentalizzazioni-dietro-la-strage-autorizzata-dei-randagi/?fb_source=pubv1

 (Nella foto bambini – alcuni sorridenti – posano di fronte a cani e gatti  appena uccisi)

Commenti

Commenti via Facebook

Mafarka! Il primo panino oltrepadano “certificato”. Salame Varzi Peperone Stafforella. Al Bar Trai2

AUTORIPARAZIONI AUTOSOCCORSO “GIARDINA” VOGHERA

ASM: La NOSTRA Farmacia è la TUA Farmacia

NO ALLA VIVISEZIONE

Molini di Voghera

ALLE 10.30 LA DIRETTA DAL DUOMO DI VOGHERA DELLA MESSA DI DON DANIELE LOTTARI

Avis Donare il sangue è segno di civiltà

Spazio offerto dalla ditta Immac di Codevilla

CONTATTI

Altre Notizie in breve… via Twitter


playlist messe di pasqua a voghera durante il coronavirus

VogheraNews.it partner di RetewebItalia

Fotografia Spazio53 Voghera

GUARDA I NOSTRI VIDEO

farmacie voghera

ANNUNCI: Autoriparazioni Giardina

Amici

Facebook

Settembre: 2013
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

SALICE. Domenica 5 settembre tornano gli Ambulanti di Forte dei Marmi

NO AI RIFIUTI IN STRADA. USA I CASSONETTI . USA LA TESSERA ASM