Lettere… Lettere… Lettere…

VogheraNews invita i naviganti-lettori a scrivere alla redazione per domandare cose, proporre idee o segnalare fatti, situazioni, eventi su cui si vorrebbe leggere un articolo… e perchè no, anche per avanzare delle critiche sull’operato della testata, oppure ancora per farle dei complimenti (opzione fortemente raccomandata).
La forza di una tesata giornalistica on-line è l’immediatezza rispetto alla realtà ma anche il più diretto e facile contatto fra lettore e redazione.
Perciò. Scrivete, scrivete, scrivete… vi basta un clic… scrivo a: info@vogheranews.it.

Nel caso non foste ancora convinti, pensateci ancora un po’  leggendo una selezione delle lettere già pubblicate.
AVVERTENZE
La Redazione si riserva di pubblicare, a suo insindacabile giudizio, le mail che arrivano a VogheraNews.it. Le mail potranno anche essere ridotte o modificate (senza per altro modificarne il senso) qualora esigenze di spazio e di tempi di lavorazione lo rendessero necessario. Per le lettere che compaiono nella sezione notizie del sito leggere la sezione “avvertenze”.
———————————————-
GITA A PREDAPPIO: NOSTALGICI CONTRO NOSTALGICI

“In una Italia che affonda, incapace di trovare soluzioni concrete alla crescente assenza di lavoro che sta attanagliando le famiglie italiane, c’è chi riesce ancora a perdere tempo dietro ad inutili polemiche di altri tempi. A San Martino Siccomario, La Pro Loco organizza una gita a Predappio e scoppia il putiferio: nostalgici di opposta fazione che si fronteggiano sventolando gli uni santini unti di patina agiografica, gli altri sbiaditi fularini rossi! Che tristezza!!

Riteniamo che chi partecipa oggi alle manifestazioni di Predappio, non abbia capito che il Fascismo fu grande perché rappresentò la novità e la rottura degli schemi, proiettandosi cioè verso il futuro.

Chi vi partecipa oggi vestito da gerarca, in divisa, con medaglie, medagline e medagliette ricorda più ridenti alberi natalizi che non eroi combattenti, guarda verso il passato dimostrando di non aver capito l’essenza vera del Fascismo, ritrovandosi poi a sostenere partiti come PdlL o Lega.

I “nostri” ridenti alberelli, non si rendono conto che così addobbati finiscono per legittimare le maldicenze di quell’anacronismo vivente che si chiama antifascismo, mentre suscitano sentimenti di disapprovazione in chiunque abbia un minimo di cultura, di reale conoscenza e di apprezzamento dei veri principi ideologici del Fascismo. Alcuni di questi sono il risultato di quell’insipido intruglio, nato dalla falsa divulgazione storica del Ventennio Fascista, praticata ormai da moltissimo tempo dall’antifascismo e che viene ingurgitata da tanti giovani a causa della confusione generata loro dalla scarsissima conoscenza della Filosofia Fascista.

Dall’altra parte i nostalgici di quella filosofia che ha arrecato al mondo intero grandi tragedie e che, grazie a Dio, si é disgregata accasciandosi miseramente sul peso della sua stessa inconsistenza, dimostrando in modo ineluttabile l’infondatezza e la pericolositá dei suoi dogmi, e non avendo piú nessun argomento sano e costruttivo da proporre, usano questa strategia continuando a millantare crediti che mai hanno posseduto.

È cosí che l’antifascismo continua ad imperversare impunemente nel tessuto sociale, rendendolo insano e caotico, incapace di generare e nutrire i semi di una cultura veramente propositiva, unica e solida base per un progresso sano e autenticamente civile.

A questi ultimi, vorremmo ricordare che il mondo non si è fermato 70 anni fa, mentre ai primi che il culto degli Avi ci impone di commemorare i nostri morti senza raffigurazioni eclatanti, e con il doveroso e religioso rispetto. Le battaglie politiche si fanno 365 giorni all’anno, usando la penna ed il cervello, e non 3 giorni all’anno facendo il gioco degli avversari”, conclude Daniele Spairani, Coordinatore Provinciale Forza Nuova Pavia.

EUROPEI CALCIO UNDER 21: LOTTA STUDENTESCA ISRAELE NON E’ IN EUROPA
I giovani militanti di Lotta Studentesca Pavia, cosi come tanti altri ragazzi in varie province d’Italia, questo pomeriggio hanno affisso bandiere giganti della Palestina e striscioni contro i campionati di calcio Under 21. Contestiamo dunque la decisione di assegnare ad Israele lo svolgimento dei Campionati Europei e ci sentiamo di sostenere gli appelli firmati da Didier Drogba, Jeremy Menez ed altre personalità calcistiche contro questa scelta. Riteniamo assurdo e quanto meno inopportuna la decisione da parte della FIFA di assegnare ad Israele l’organizzazione degli Europei Under 21 e ci chiediamo come sia stato possibile che questi organi sportivi, da sempre attenti alla tutela dei diritti umani e pronti a contrastare ogni forma di razzismo, abbiano potuto concedere una tale vetrina ad un paese come Israele, colpevole di aver violato nei suoi sessant’anni di vita oltre 70 risoluzioni internazionali, responsabile di crimini efferati contro la popolazione palestinese, da sempre ignorati se non addirittura giustificati dai mass-media internazionali. Con quest’azione vogliamo dunque fare nostro l’appello firmato da diverse personalità sportive a boicottare tale evento e a sensibilizzare l’opinione pubblica sulle misure oppressive e persecutorie che nel completo silenzio dei media il popolo Palestinese è costretto a subire nella striscia di Gaza. Palestina Libera!
Il 5 giugno ha preso il via in Israele il campionato europeo di calcio under 21, mentre nel 2015 andrà in scena nella stessa location l’Under 19 femminile. Lotta Studentesca si schiera con uomini dello sport, tifosi, attivisti per la Palestina, attivisti per i diritti umani, intellettuali ed organizzazioni antirazziste che si sono mobilitati affinché la UEFA rivedesse la propria decisione, impedendo così che la violenza e la brutalità dello stato israeliano venissero ricompensate con l’organizzazione dell’evento sportivo. Lotta Studentesca interverrà con mobilitazione, a livello nazionale e a livello provinciale (anche qui a Pavia) per sensibilizzare l’opinione pubblica contro un paese che non permette ai propri cittadini di fare liberamente sport. Soprattutto se cittadini palestinesi. Saremo nelle piazze Sabato per alzare la voce. ISRAELE NON È EUROPA, PALESTINA LIBERA!

Lotta Studentesca Pavia
LETTERE ANTICACCIA AL COMUNE DI RIVANAZZANO PER LA FESTA DELLA CACCIA

Al Comune di Ravinazzano Terme

E p.c. Redazione Vogheranews

Nell’apprendere dell’imminente svolgimento della 1° Festa della Caccia patrocinata dal Sindaco di Ravinazzano, esprimiamo profondo sdegno per una scelta tanto diseducativa e offensiva per la società civile. Si può constatare per l’ennesima volta che il mondo venatorio, sempre più numericamente in declino, continua ad essere accontentato dai nostri politici con concessioni anacronistiche e spesso lesive degli interessi di intere categorie, costrette a subire impotenti. Invece di puntare sulla valorizzazione dell’ambiente, si sceglie di valorizzare proprio una tra le minoranza più devastanti per l’ambiente stesso. Con l’augurio che questa prima edizione sia occasione di riflessione per gli Amministratori di Ravinazzano, i quali arrivino a decidere che essa sia anche l’ultima.

La caccia è una ignobile barbarie

Daniela Ballestra

S.Benedetto del Tronto (Ap)

———————————————–

Al Comune di Ravinazzano Terme

E p.c. Redazione Vogheranews

Nell’apprendere dell’imminente svolgimento della 1° Festa della Caccia patrocinata dal Sindaco di Ravinazzano. esprimiamo profondo sdegno per una scelta tanto diseducativa e offensiva per la società civile.

Si può constatare per l’ennesima volta che il mondo venatorio, sempre più numericamente in declino, continua ad essere accontentato dai nostri politici con concessioni anacronistiche e spesso lesive degli interessi di intere categorie, costrette a subire impotenti. Invece di puntare sulla valorizzazione dell’ambiente, si sceglie di valorizzare proprio una tra le minoranza più devastanti per l’ambiente stesso.

Con l’augurio che questa prima edizione sia occasione di riflessione per gli Amministratori di Ravinazzano, i quali arrivino a decidere che essa sia anche l’ultima.

Sabrina Simonetti , Danilo Terraroli – Offida (AP)

 

NO AGLI AUTOVELOX IN CITTA’

Mail di Luca Uttini

Egregio Direttore, da cittadino impossibilitato ad esternare il proprio dissenso circa le numerose nefandezze che la politica opera al di sopra dei comuni mortali, sperperando il pubblico denaro in opere assurde, anacronistiche, inutili,in un periodo in cui i problemi legati alla moralità, alla correttezza amministrativa, alla serietà politica sempre più in declino,mi sento in dovere di replicare e segnalare alcune anomalie dette dall’assessore Giuseppe Carbone nell’articolo apparso sulla stampa locale.

Rimango sconcertato dalle risposte fornite dall’assessore in merito alla petizione popolare contro le postazioni fisse (autovelox).

Sono per mia sfortuna un cittadino di Voghera che in passato ha subito un lutto familiare imputabile alle strade della mia città; reputo che delinquenza e disattenzione all’osservanza del codice della strada non siano eliminabili con gli autovelox,trovo assurda la decisione di collocare una decina di postazioni fisse.

Sulle strade urbane se la contestazione della contravvenzione non è immediata, NON è da considerarsi valida, soprattutto in una città come la nostra dove i vigili urbani non vengono inviati in EMILIA per aiutare i terremotati perchè l’organigramma è mancante di diverse unità, dubito che ad ogni postazione fissa ci sia una pattuglia a contestare l’infrazione.

Ignoravo anch’io prima di informarmi

Sulle strade extraurbane invece,la postazione fissa è regolamentata dall’autorizzazione del Prefetto (direttiva Maroni-parere Ministero Infrastr.e trasporti del 04/06/2012 prot.2934), la direttiva di legge stabilisce che dopo la segnaletica di inizio del centro abitato, NON è consentita l’istallazione di postazioni fisse se non con decreto Prefettizio.

L’assessore non lo sa? E i suo consiglieri non lo consigliano?

Abbiamo gettato in discarica denaro pubblico istallando semafori “ROSSO STOP” , ora sperperiamo denari per gli autovelox fissi. Spero che al più presto i politici colpevoli di questi sprechi,vengano allontanati per sempre dalla pubblica amministrazione, certi interventi sono da considerarsi inutili e dannosi.

L’assessore Carbone  non è a conoscenza dell’argomento in questione,ma prima di muoversi,occorre documentarsi e avere rispetto per i cittadini.

La petizione contro questa iniziativa giaceva nei cassetti comunali da tempo, perchè l’assessore non ha provveduto a rispondere nei tempi previsti dalla legge 241/90 .

Nell’intervista l’assessore molto disponibile, sicuro di se stesso ci invita nel suo ufficio a discutere di traffico,senza bussare…perchè la SUA porta è sempre aperta ai cittadini, un dubbio mi assale ma sarà proprio di proprietà dell’assessore??? Un buon amministratore in ufficio lo trovi raramente!

Non era mio desiderio l’essere erudito circa il regolamento del codice stradale, ben vengano in città le rotatorie per rallentare il traffico,ma non questi dispositivi utili solo alle casse comunali.

 

NESSUNA NECESSITA’ DEL DOPPIO SENSO IN VIA CAVOUR 

Mail di Antonio Montagna

Doppio senso in via Cavour? Sinceramente non ne vedo la necessità per l’ingresso in piazza Duomo si usa via Garibaldi, come già avviene da tempo, e per l’uscita si usa via Cavour, a senso unico da piazza Duomo, e così si accontentano pure i commercianti, magari guadagnandoci anche qualche parcheggio”.

Dì la tua sull’argomento: info@vogheranews.it

VIA CAVOUR. PER IL DOPPIO SENSO LA VIA E TROPPO STRETTA 

Mail di Teresio Sanga

Con riferimento al doppio senso di circolazione deciso per lo scorrimento in Via Cavour a Voghera, ora riaperta al traffico, vorrei chiedere al Sig. Sindaco se ha provato a circolare nel tratto compreso tra la Via Canevari e il termine della medesima Via Cavour con il doppio senso di circolazione: ebbene due Suv fanno fatica a passare affiancati se non con tanta tanta cautela e precisione. Ma non ha visto il Sig.
Sindaco di Voghera che la Via Cavour nel tratto dopo Via Canevari si restringe ed è quindi difficoltoso la circolazione degli automezzi in doppio senso di scorrimento? Non era molto meglio lasciare la Via Cavour ad un solo senso di circolazione come prima degli interventi di sistemazione? Sono domande che sorgono legittime e spontanee per ciascun cittadino che utilizza la Via Cavour per entrare o uscire dal centro cittadino. Dì la tua sull’argomento:  info@vogheranews.it

PENSIONATO CHE CURA LE AIUOLE: SONO ALTRI QUELLI CHE DOVREBBERO ESSERE PREMIATO

Mail firmata

Evitiamo trionfalismi per una persona che se pur una lodevole iniziativa, innafia e tiene curata una aiuola in centro, che poi magari non è l’unico, senza dimenticare che voghera negli ultimi anni in fatto di verde pubblico non è poi tenutra cosi male. Se poi invece pretendiamo che l’aiuola davanti a casa che circonda una pianta deve essere tenuta a verde e fiori tutta la stagione….. Magari pensiamo a “fare qualcosa” e ” … cercare di contattare il Sindaco …” come dice il signor Cicciò, per qualcuno che a Voghera o per Voghera ha fatto qualcosa di importante, riconoscendole un premio. Vorrei che fosse chiaro che la mia non è polemica distruttiva, ma costruttiva. Ci tengo a precisare che al signor Cicciò riconosco come lodevolissimo l’suo impegno nella storica organizzatore del “Concorso internazionale di poesia Città di Voghera”. La città di Pavia per esempio, in occasione di San Siro premia i propri cittadini con le Benemerenze intitolate al Santo Vescovo.  I premi vengono assegnati a esponenti della società civile, semplici cittadini, che hanno meritato con il loro lavoro e le loro opere nel sociale e per la Città la benemerenza stessa.  Ogni anno entro un certo termine, vengono presentate le varie candidature, una commissione dopo averle esaminate le porta al vaglio del consiglio comunale dove vengono i premi vengono deliberati.

Alcuni esempi di premi della città di Pavia: PREMIO ALL’IMPEGNO NELL’EDUCAZIONE DEI GIOVANI PREMIO ALL’IMPEGNO NELLA FONDAZIONE AL SERVIZIO DEL TERRITORIO PREMIO ALL’IMPEGNO PER UNA CITTA’ SOLIDALE PREMIO ALL’UOMO DI SCIENZA PREMIO ALL’IMPEGNO DELL’UOMO DELLE ISTITUZIONI PREMIO PER CHI MAGARI CON IL PROPRIO LAVORO HA SALVATO UNA VITA PREMI ALLA MEMORIA

Poi di premi possiamo inventarcene quanti ne vogliamo …”

Caro lettore, ci sembra un giudizio davvero severo quello che esprime sull’iniziativa di Salvatore Cicciò. Se tutti i residenti facessero, nel loro piccolo, come il signor Guido Schiavo avremmo una città indubbiamente migliore. In estate avremmo il verde più curato, meno sporco della popò dei cani e meno rovinato. Estendendo questa logica del “massimo rispetto per la cosa pubblica”, avremmo anche marciapiedi più puliti e marciapiedi liberi dalla neve in inverno (perchè ognuno pulirebbe il tratto di propria competenza)… e tanto altro ancora con ingenti risparmi economici per il Comune. Se davvero la sua sensibilità civile dovesse diffondersi al resto della popolazione, altro che premio… un monumento dovremmo fare al Signor Schiavo. Non crede?” . Ps Quanto al “premio”, se non abbiamo capito male le sue intenzioni, Cicciò pensava ad un riconoscimento simbolico per il pensionato, non ad un premio vero e proprio.

RIMPASTO LO SFOGO DI UN LETTORE

Mail di Antonio La Monaca

“Sento dire dal nostro sindaco che vorrebbe una squadra di consiglieri più impegnati tra le strade ad ascoltare le famiglie in difficoltà quando lui si preoccupa solo di non ascoltare i cittadini. E’ solo ipocrisia visto che i suoi consiglieri se li è scelti bene. Complimenti sig. Barbieri in momenti di crisi lei è la persona meno adatta per governare una città, visto che non è stato in grado di darmi delle risposte quando ha avuto la gentilezza di ascoltarmi. Ora aiuti anche quella famiglia che si è accampata in stazione visto che gli stranieri anno sempre la precedenza su noi italiani che vi eleggiamo”.

Dì la tua sull’argomento: info@vogheranews.it

QUEI SOLDI SPESI MALE PER LA PARATA

Mail di Antonio Montagna

In questi giorni, tristi per gli abitanti delle provincie emiliane e quelle lombarde interessate dai continui ripetuti terremoti, ho visto apparire, durante i tg delle varie emittenti, numeri di conto corrente o telefonici per donazioni private pro-terremotati. Posto che sono dell’avviso che quando si puo’ si deve aiutare chi è in difficoltà, ho provveduto e penso lo farò di nuovo come moltissi altri a rifare il numero telefonico per le donazioni, ma mi chiedo se sia giusto chiedere aiuti ai singoli cittadini, da parte dello stato e poi spendere soldi per una sfilata, mi riferisco a quello del 2 giugno scorso, della quale, francamente, visto il momento triste, penso fosse il caso di rimandarla al prossimo anno stanziandone i fondi in aiuto dei terremotati. Non vi pare?

Dì la tua sull’argomento:  info@vogheranews.it

Ci pare… però oramai è andata e non si è può più far nulla. Non ci resta che sperare che altri sprechi vengano tagliati

A RIVANAZZANO PDL E PD DIVISI DI FACCIATA MA UNITI DIETRO LE QUINTE

Mail di Luca Uttini

“Egregio Direttore, avendo sempre in testa il “cambiamento” mi sono recato a Rivanazzano Terme per osservare da vicino la campagna elettorale. Contrastare il Sindaco in carica Ferrari è un’impresa colossale perchè ha amministrato bene, il paese è cambiato è vivo,ricco di iniziative ed esteticamente più accogliente. Insomma il modello Ferrari ha funzionato talmente bene che ha messo in ombra Salice Terme. Cosa fare per sconfiggere Ferrari??? Un bimbo risponderebbe che tutti uniti si potrebbe ridurre il gap … invece una regia occulta che opera nei monti ha pensato bene di convincere il PDL meno la L a candidare un bravo ragazzo per disperdere i voti. E cosi’ accadrà!

Ci sarà la lista Ferrari, la lista di Alberici PD, la lista della signora Zelaschi e la lista IDV.

Alla presentazione della lista del PD il senatore presidente Bosone e il cons. regionale Villani han detto che è ora di cambiare e che questa esperienza verrà ripetuta in ogni comune della valle Staffora (forse per poter perdere ovunque) ed hanno anche esaltato uno dei protagonisti del fallimento delle Terme di Salice che era presente e che darà una mano nella campagna elettorale.

Insomma PDL meno L sono tutti d’accordo quando c’è da dividere poltrone e potere. Rivanazzano Terme ne è un esempio. La regia della Valle è sempre la stessa e chi pensava in Bosone come ad una ventata di aria fresca,si ritrova a mangiare la solita minestra. Ferrari avrebbe vinto lo stesso,“vincere facile” sarà anche di moda ma non è avvincente! La signora Zelaschi dopo esser stata consigliere per il PD nel comune di Voghera, ha fatto il consigliere e quasi  il vice sindaco nel comune di Godiasco (se Berogno non avesse perso) ora ci prova a Rivanazzano ma si scontra con PDL e PD divisi di facciata ma uniti dietro le quinte. Roma…Milano…Pavia…Voghera…Valle Staffora… PDL …PD…. prima o poi ci rivolteremo a questo sistema  che speriamo abbia i giorni contati. Forse mi devo ricredere e dare ragione al Sindaco di Godiasco : l’unica vera novità  che vedremo dal Penice a Voghera è il cambiamento di nome di un comune diventato Godiasco Salice Terme Alta Collina!

Dì la tua sull’argomento: info@vogheranews.it

 

 

SENZA STRISCE… SU STRADA VALLE E’ MEGLIO BENEDIRSI

Mail di Nonna Daniela Gagliardi

Proprio così : nulla è cambiato! Passano gli anni , i figli crescono, le mamme invecchiano e pure le nonne.

No , non è lo sfogo di chi vede passare gli anni e si deprime, ma quello di chi vede passare gli anni e tutto restare immutabile.

Quasi cinque anni fa scrivevo su queste pagine per lamentare la pericolosità di chi transitava a piedi lungo strada Valle, allora spingevo spesso il passeggino con il mio primo nipotino, facevo la gimkana fra bidoni dell’immondizia , escrementi di cane, sfidavo la sorte ogni volta che transitava una macchina , quasi sempre a folle velocità, e mi raccomandavo a miei, pochi in verità, santi in paradiso ogni volta che vedevo un camion. Facevo notare che strada Valle sembrava dimenticata da tutti, neanche un piccolo marciapiede come palliativo per gli indifesi pedoni !

Il mio nipotino è cresciuto nel frattempo,per un certo periodo è comparsa una linea bianca laterale che ,come la coperta di Linus, dava una piccola sensazione di sicurezza al malcapitato che sfidava la sorte transitando a piedi lungo tale via, era strettina , 80/ 90 cm al massimo, restava la gimkana tra i cassonetti e gli escrementi dei cani posseduti da proprietari incivili.

Poi la via è stata riasfaltata, la linea è scomparsa, di marciapiedi neppure l’ombra anzi non se ne parla proprio, è comparso un display che segnala la velocità delle auto, non si vede mai nessuno a controllare”.

Però una grossa novità c’è : ora ho un nuovo nipotino, spingo ancora il passeggino, ma prima di uscire di casa cospargo lui e me con un tantino di acqua benedetta, recito un paio di rosari ,mi affido a tutti i santi del Paradiso e lascio scritte le mie ultime volontà !!!!!”.

Dì la tua sull’argomento: info@vogheranews.it

 

 

UN MANIFESTO ANCHE PER LA URRU

Mail di  Marco Giganti

Ho visto il manifesto dei due soldati italiani trattenuti in India in  attesa di processo esposto nel municipio di Voghera. Sono contento che l’amministrazione comunale sensibilizzi la collettività su italiani prigionieri all’estero. Mi chiedo come mai non venga esposta la foto di Rossella Urru, la giovane studiosa del mondo arabo che al momento del rapimento lavorava nel campo profughi Saharawi, nel sud dell’Algeria. Non vorrei che ci sia di mezzo la politica con la logica dei due pesi  e due misure. Cordialità”.

Non sappiamo quel che pensano gli altri dello striscione dei Marò o se dietro ad essi vi siano dietrologie politiche. Le diciamo però cosa significa e cosa suscita in noi quell’iniziativa. Lo striscione dei Marò a nostro avviso era indispensabile (oltre che tardivo). Era doveroso perchè i Marò sono lo Stato, sono l’Italia, e sono stati catturati nell’ambito di una missione per conto dello Stato. Per questo andavano ricordati e perciò tutelati. Venendo a Rossella Urru, proprio perchè quei due militari sono l’Italia, in loro chi scrive vede tutti gli italiani tenuti prigionieri in giro per il mondo… perchè la verità purtroppo è che non c’è soltanto la cooperante italiana in mano ai predoni… e seguendo quel ragionamento si farebbe un torto anche esponendo la sua foto senza affiancargli quella degli altri rapiti. Quanto alla “politica”, fa malissimo vedere come ancora una volta l’Italia (Voghera compresa!) non abbia saputo trovare l’Unità nemmeno di fronte alla cattura, per di più fraudolenta, di due suoi, lo mettiamo in evidenza con le virgolette e la maiuscola, “Rappresentanti”.

Dì la tua sull’argomento: info@vogheranews.it

DUE INVALIDI CIVILI. FORNITURA DI ELETTRICITA’ RIPRISTINATA GRAZIE ALL’ASL IL COMUNE DOVREBBE VIGILARE DI PIU

Mail di Massimo V.

Mi chiamo Massimo V.. Io e mia moglie siamo invalidi civili, abbiamo un entrata di € 500. L’ASM di Voghera sapeva che mia moglie invalida con utilizzo di un SALVAVITA si hanno abbassato il voltaggio senza comunicazione cosi facendo ha avuto delle crisi respiratorie molto pericolose. Nonostante gli sforzi per cercare di pagare mensilmente quello che potevamo loro esigevano cifre più alte per estinguere il debito da noi accumulato. ci siamo rivolti alle strutture con risposte negative. Avendo poi presentato un documento dell’Asl che attesta la patologia molto seria, ci hanno ripristinato la potenza iniziale. Il comune dovrebbe interessarsi di più dei cittadini indagando a fondo, invece non vuole prendersi nessuna responsabilità. Il cittadino bisognoso e abbandonato a se stesso Distinti saluti”. Dì la tua sull’argomento:  info@vogheranews.it

ASM E CLIENTI: 2 PESI E 2 MISURE

Mail firmata

Mi unisco alla mail del sig. Uttini, ma secondo me sta sbagliando obiettivo. Credo che gli impiegati Asm facciano sì la loro parte, ma facciano anche ciò che viene loro detto da chi li dirige. Ad esempio lo stacco del Palazzetto era stato effettuato, senonchè, con l’intervento del sig. Sindaco Carlo Barbieri, in barba alle morosità verso Asm e Comune dei gestori (che peraltro si fanno pagare da chi usufruisce della struttura!) il servizio è stato riattivato, senza nulla dire di come e quando si rientrerà dei debiti. MI piacerebbe che lo stesso metro venisse usato anche nei riguardi dei tanti che come me faticano ad arrivare a fine mese, senza avere debiti (lo sottolineo), ma che per il sig. sindaco contano solo in fase di campagna elettorale. Lo voglio dire perchè si è venuto a creare un pericoloso precedente che favorisce i furbi a danno degli onesti. Saluti”. Dì la tua sull’argomento:  info@vogheranews.it

QUEI CREDITI ECCESSIVI CHE L’ASM FA A CERTI CLIENTI

Mail di Luca Uttini

Egregio Direttore, accadono situazioni strane in Oltrepò. Ci sono Sindaci che esultano per aver cambiato nome al paese nel quale risiedono e come dei piccoli “Putin” non accettano un pensiero contrario al loro. Altri invece,non si preoccupano di quello che accade in ASM, la nostra più grande e importante azienda.

Attraverso i quotidiani ho appreso con stupore che l’amministratore di un condominio ha creato un “buco” di 180.000euro nei confronti dei fornitori della struttura stessa. Ma ciò che fa specie non è la fraudolenza del soggetto bensì la risposta alle rimostranze di un cittadino da parte della dirigenza, ASM che si giustifica affermando che il debito accumulatosi in due anni ammonterebbe “soltanto” ad un terzo di questa cifra e che l’immagine dell’azienda sarà tutelata…Ma stiamo scherzando???

Cosa stavano facendo in questo periodo gli impiegati preposti al pagamento utenze??? Erano in ferie?

Erano in malattia? Sono incompetenti …o qualcosa altro??? Non voglio nemmeno pensare ad un anziano che magari in difficoltà economica o per trascuratezza dopo un paio di solleciti si vede piombato il contatore. Da ultime notizie mi sembra che anche la gestione del PalaOltrepò sia “anomala” con utenze inevase per migliaia di euro nonostante il fatto che chi ne usufruisce (società sportive e scuole) paghino fior di quattrini.

Credo che ci sia qualcosa o qualcuno che zoppichi in seno all’azienda che si reputa fiore all’occhiello della città. Fuori dalle finestre di palazzo Gounela metterei anche le foto di questi debitori (almeno quelli che superano debiti oltre la decina!!! ) perchè sarebbe utile alla nostra città far rientrare gli euro e salvare le casse dell’ASM invece di aumentare la tassa sui rifiuti.

Sono preoccupato perchè non vorrei che i miei concittadini esasperati,al posto dei forconi imbracciassero i contatori, per “piombare” la dirigenza ASM !!! “.

Dì la tua sull’argomento:  info@vogheranews.it

 

LAVORI SP35: SOLO PERCHE’ PASSA LA MILANO-SANREMO

Mail di Giampiero

Piccolo commento sui lavori di asfaltatura previsti per la settimana prossima: ho il dubbio che i lavori vengano fatti non tanto per le persone che normalmente transitano per quella strada ma per i ciclisti che sabato 17 marzo passeranno di li (leggasi corsa Milano-Sanremo). Un saluto

Dì la tua sull’argomento:  info@vogheranews.it

 

TURISMO E REFERENDUM A GODIASCO: E’ UNO SPRECO DI SOLDI… ANZI NO…  FACCIAOMONE UNO ANCHE A VOGHERA… PER MEDASSINO

Mail di Luca Uttini

Egregio Direttore, ho appreso che l’ 11marzo 2012 si terrà un referendum a Godiasco per cambiare nome al comune aggiungendo Salice Terme. Se questo referendum lo pagassero i residenti di Godiasco…ma siccome lo pagano tutti i residenti Lombardi, posso esprimere la mia opinione.

Quando ho letto che era il momento del rilancio, dell’unione, per ripartire e far respirare il nostro Oltrepo’ mi si è riempito il cuore di gioia, pensavo che Rivanazzano, Salice, Godiasco e frazioncine, diventassero un unico Comune. Questo avrebbe un senso, per poi interagire con Varzi e l’intera valle, per un progetto di rilancio .L unione dei nomi dovrebbe essere la ciliegina sulla torta, ma per questa volta avrei accettato le buone intenzioni Invece no!!! è solo il comune di Godiasco che vuole aggiungere al proprio nome Salice. E a cosa serve??? Dicono per dare visibilità…ma a chi??? A Godiasco proprio no. Salice è nel periodo più buio della sua esistenza: le Terme, forse in vendita, con 800mila euro di debiti, il bel parco, un lontano ricordo (è nata addirittura una associazione per comprare gli alberi),sono molto lontani i tempi del “concorso ippico”, l’unica cosa viva ben visibile sono le colline di Salice piene di villette. Per anni la Valle Staffora è stata il bacino elettorale dei soliti noti che hanno mangiato, bevuto e rubato energie al territorio paralizzandolo per poi regalare a privati l’unica cosa che avrebbe potuto rilanciare la nostra terra: le Terme di Salice. L’Oltrepò è morto. Per farlo resuscitare non serve cambiare i nomi dei paesi, ma devono cambiare i nomi delle persone,dei burattinai che ci hanno portato in questa situazione. Con una strada provinciale che negli anni ha riempito i cimiteri della valle, con strutture che mancano, con una politica sbagliata, come si può attirare turisti senza attrezzature, alberghi, eventi ecc. ecc. ecc.??? Ci salva la nostra arte culinaria, ma i nostri ristoranti sono troppo cari!!!!! Il discorso è lungo, mi spiace solo che vengano gettati al vento soldi nostri, per un referendum inutile. Olbia non ha mai avuto la necessità di aggiungere al suo nome Porto Rotondo!!! (spero non arrivino querele dalla Sardegna!). Considerando le aquile della regione Lombardia che hanno accettato questo referendum, proporrò una raccolta di firme da consegnare al Governatore, per aggiungere Medassino al nome Voghera…non si sa mai, in fondo, a parte il DUOMO, tutto il resto è a Medassino, dall’autostrada al cavo Lagozzo, dal carcere all’area industriale, dal depuratore alla discarica, insomma, Sindaco Barbieri : rilancia anche tu Voghera!!!

Dì la tua sull’argomento: info@vogheranews.it

Forse, in tutte queste querelle, bisognerebbe interrogarsi sulla parola “turismo”: davvero è possibile investire soldi, qui, per creare un territorio “turistico”, per attirare “turisti”… e per fargli vedere cosa, per fagli fare che cosa? Forse dovremmo tutti impegnarci per costruire una banale e accettabile “normalità”!

 

IL MIO RICORDO DI LUIGINA ALBERGATI

Mail di Oliviero Maggi (Stradella)

Questa mattina sono stato a rendere omaggio alla salma di Luigina Albergati, storica staffetta partigiana e donna delle istituzioni stradelline. Tante le persone che, come me, hanno voluto portarle un ultimo saluto, un vero fiume di gente. Luigina, come ha fatto negli anni della guerra, ha combattuto fino alla fine, senza perdersi d’animo e senza perdere quel sorriso solare che aveva sempre in volto. Di Luigina ho solo ricordi belli: la semplicità, la bontà, il sorriso, appunto, verso chiunque, la buona parola verso tutti, l’attaccamento alle istituzioni di Stradella, al Sindaco e al Consiglio comunale, sui cui banchi è stata seduta molto tempo, l’amore verso i giovani e l’amore straordinario verso i “suoi” partigiani, che citava, a memoria, durante ogni suo discorso del 25 aprile. Luigina ha insegnato tanto a tutti, soprattutto ai giovani: ha insegnato loro a non scoraggiarsi, ad essere sempre forti e onesti. Lei, prima sulle montagne e poi dai banchi del Consiglio comunale, ha portato avanti le idee di uguaglianza e libertà per le quali aveva combattuto e che non esitava a ricordare quando ne sentiva la necessità. Con Luigina se ne va un pezzo di storia di Stradella, la Stradella più bella, la Stradella vicina ai più deboli, la Stradella della Resistenza e dell’esperienza democratica. Ma Luigina rimarrà nel ricordo di tutti noi, rimaranno le sue parole, l’esempio che ha dato in tutta la sua vita. E ora che lei non c’è più toccherà a noi portare avanti quegli ideali che sono stati il fondamento del suo impegno civile. E il suo sorriso non si spegnerà mai, perchè lo porteremo nei nostri cuori e “la Luigina” sarà sempre con noi a combattere le sfide che, giorno per giorno, ci troveremo ad affrontare.

Dì la tua sull’argomento:  info@vogheranews.it

CHE BELLO AIUTARE GLI UCCELLINI A SOPRAVVIVERE AL GELO 

Mail di Giorgio

Non avevo avuto l’occasione di leggere il vostro utile suggerimento. Oggi pomeriggio ho messo sul terrazzo pezzi di frutta secca. Tre furbetti sono arrivati ed hanno portato via subito tutto senza ringraziarmi

Dì la tua sull’argomento: info@vogheranews.it

:-)

 

CHE BELLO AIUTARE GLI UCCELLINI A SOPRAVVIVERE AL GELO 

Mail di Giorgio

In questo periodo troppo nevoso, gli uccellini sono in difficoltà nel procurarsi il cibo. Ogni tanto metto delle briciole di pane sul terrazzo (abito al quinto piano). Già due volte li ho visti arrivare felici qui da me. Anche se questa donazione non è detraibile nel 730, spero che qualcun altro la faccia.

Dì la tua sull’argomento: info@vogheranews.it

Ottima idea, ma tenga conto dei suggerimenti degli esperti. In inverno meglio non dare pane o panettone agli uccellini. Meglio granaglie e frutta secca. Ecco l’articolo che in proposito abbiamo pubblicato pochi giorni fa.  

http://www.vogheranews.it/wp/2012/02/voghera-09022012-aiutiamo-lavifauna-in-inverno-con-freddo-gelo-e-neve-ecco-come/

LUCA BARISONZI IN CITTA: IL COMUNE
NON C’ERA

Mail di Adolfo Eerrico

Carissimo direttore, la ringrazio di
cuore di avermi informato che sabato 04/02/2012 presso la sala del
Millenario della mia città (Voghera) ci sarebbe stata la
presentazione di un libro “La patria chiamo’ libro”, racconto
scritto da Paola Chiesa che parla della vita dell’alpino Luca
Barisonzi coinvolto nel vile attentato che provoco’ la morte di un
altro alpino e del gravissimo ferimento alla sua persona.

Io ho servito il mio paese per 12 mesi
nell’artiglieria contraerea in quel di Mestre (Venezia),e dopo
svariate esercitazioni nbc (nucleare ,batteriologico,chimico) mi sono
reso conto subito che la vita in caserma e’ dura e nessuno ti fa’
sconti, trovi tepore solo tra gli amici che a naja conosci e con loro
condividi tutto. Poi ho svolto in quel periodo anche servizio in
Sicilia nell’operazione Vespri siciliani… le mie esperienze non
hanno nulla a che vedere con quello che ha passato e sta’ passando
Luca. ma entrambi abbiamo chiaro in mente e nell’anima il senso della
patria. Questo ragazzo mi ha colpito moltissimo. La sua semplicità,
il suo modo di fare di esprimersi ti trapassa meglio che le
pallottole. E’ stato un onore partecipare a questo evento… ma allo
stesso tempo sono molto deluso dalla mia città e sono giunto a
questa conclusione, perche’ balle burocratiche a parte ieri (sabato)
nessuno e dico nessuno c’era a rappresentare il comune di Voghera
nonche’ i cittadini. Dov’era il sindaco??? Dove erano le
autorita’????  Questo ragazzo non e’ andato in guerra in Afghanistan,
noi non siamo in guerra in Afghanistan ma a ripristinare la pace e la
libertà principi nei quali io mi riconosco,lui si riconosce e
moltissimi sono morti!!!!. Meritava un accoglimento in pompa magna,
lui ha garantito la nostra sicurezza, lui ha garantito la nostra
libertà dando tutto se stesso. Ieri (sabato per chi legge) la sala
del Millenario era piena, ma la mia città doveva e poteva fare di
più e questo non e’ avvenuto e a me questo fa male!!! . Ora se ne
sono venuto a conoscenza io tramite lei caro direttore perche’ lo ha
scritto sul suo sito. Non ci credo alle balle di alcuni che il Comune
non sapeva nulla… chi era presente lì come qualche consigliere
comunale era a titolo personale… dopo aver avuto l’onore di
conoscere Luca sono ancora piu’ onorato e fiero e orgoglioso di
essere italiano, un po’ meno vogherese devo dire… e di questo me ne
dispiace, la mia citta’ ieri ha mancato l’obbiettivo si usa dire in
gergo militare, mentre Luca non solo non lo ha mancato, ma si e’
sacrificato in nome di una libertà e di una patria che deve
rendergli gli onori che merita!!!!. La ringrazio ancora.

(1°sca1996 -2°batteria skyguard
17°rgm art.c/a caserma Matter Mestre)

Dì la tua sull’argomento:
info@vogheranews.it

A CAPODANNO VOGHERESI CITATI IN TELEVISIONE

Mail di Fabio Tordi

“Ciao. Durante il veglione di
capodanno trasmesso da RaiUno la notte del 31 dicembre in diretta da
Courmayeur (AO) una rappresentanza di vogheresi è  stata notata dal
conduttore Carlo Conti che ha letto il cartello  “Voghera c’è”
(assieme agli altri cartelli “Ciao Mamma” e soprattutto “W
i Dik Dik”) Si può vedere dal filmato
http://www.rai.tv/dl/replaytv/replaytv.html#day=2011-12-31&ch=1&v=101658&vd=2011-12-31&vc=1
(al minuto 1:52:00 e seguenti). Saluti”.

FUOCHI VIETATI. SARETE CONTENTI!!!
MICA TANTO. MEGLIO IL DIVIETO AI CIRCHI

Mail di Luca

“Immagino che un sito animalista come il vostro sia contento del divieto di fuochi a
capodanno. A me invece pare una sciocchezza. Complimenti!”

Dì la tua sull’argomento:
info@vogheranews.it

La stupiremo ma a noi non fa
impazzire questa ordinanza… a nostro giudizio è un po’ troppo
“estemporanea” e poco produttiva di effetti (non ci sono infatti
limitazioni nelle aree private). La baratteremmo volentieri con il
divieto di spettacoli svolti con animali. Ci auguriamo perciò
che nel 2012, per coerenza, il Comune vieti l’accesso in città di
circhi che usano le bestie come attrazione.
Saluti

IL  PRÈEV: RISPOSTA A GIUSEPPE

Mail di Giorgio

“Rispondo a Giuseppe. Ho citato, in
via preliminare, persone che

hanno più di 60 anni. Chi ne ha molti
meno può ricordarsi bene

il prèev, però con il passare degli
anni la riflessione e l’emozione

dei ricordi cambia. Quello che ho
scritto è più condivisibile

dalle persone anziane. Sono riuscito a
scrivere in dialetto dopo aver riletto le eccezionali

poesie del mio caro maestro Lusardi.

Dì la tua sull’argomento:
info@vogheranews.it

IL SOGNO

Mail di Luca Uttini

Ho visto il Sindaco della mia città
dimettersi,esser giudicato innocente

ed essere rieletto a furor di popolo…

Ho visto costruire e crescere una
centrale elettrica che produceva ricchezza ed energia per Voghera,
gestita da professionisti e non da politici . . .

Ho visto che il CDA della Casa di
riposo rinunciava ai 42 mila euro all’anno e le rette dei nostri
anziani erano diminuite. . .

Ho visto il Cavo Lagozzo coperto, con
un depuratore funzionante. . .

Ho visto un assessore competente che si
preoccupava di rifare dopo 20anni la viabilità cittadina,che si
recava in centro,mangiava kebab o il Mc menù per poi andare a
ballare nella nuova discoteca di via Emilia. . .

Ho visto il centro storico di Voghera
pieno di giovani ! sembrava di essere a Pavia, Vigevano, Tortona,
Stradella!!! . . .

Ho visto una giunta composta da
“lavoratori prestati alla politica” e non politicanti di
professione! . . .

Ho visto che l’ASM era il fiore
all’occhiello della città ed il CDA con tutti i suoi direttori
generali percepivano meritatamente lo stipendio dai contribuenti. . .

Ho visto Totò che vendeva a Decio
Cavallo la fontana di Trevi e il Sindaco di Voghera che regalava la
Locomotiva storica della città. . .

Ho visto la Valle Staffora essere una
meta turistica e NON il bacino elettorale dei soliti noti che negli
ultimi 30anni hanno stuprato il territorio. . .

Ho visto una città ricca e non
politici arricchiti dalla cittadinanza!!!

Ho visto che a palazzo Gounela c’era
anche l’opposizione!!!

Ho visto il parco…nel parco
Baratta!!!

Ho visto il Presidente della Provincia
di Pavia con solo questo incarico!!!

Ho visto che la città non aveva
“padroni”, “faraoni”, “cagnoloni” “marescialli”,
“podestà”, “somali”, “principesse”, “professori” e
il “cicciobello” era solo un giocattolo!!!

Ho visto il teatro sociale inaugurato
da Buzzi e Malacalza!

Ho visto tutto questo…ero fiero di
essere Vogherese amavo ancora di più la mia città ma ad un tratto
mi SONO SVEGLIATO ed ho scoperto che era tutto un sogno!

BUON 2012 ! sperando che nel nuovo anno
i sogni diventino realtà !

Dì la tua sull’argomento:
info@vogheranews.it

NO… DEDICHIAMO LA POESIA ANCHE I GIOVANI

Mail di Giuseppe

“Non sono d’accordo con Giorgio, io ho
47 anni ma àl prèev me lo ricordo benissimo, l’ ho utilizzato fino
all’ età di 10 anni, al mattino quando ci si alzava dal letto
c’erano i vetri delle finestre completamente ricoperti di
ghiaccio.Vista la situazione economica che stiamo per andare ad
affrontare, queste cose bisognerebbe raccontarle a quelle persone che
si lamentano quando in casa hanno meno di 22 gradi di temperatura.
Grazie e buon anno a tutti

Dì la tua sull’argomento:
info@vogheranews.it

 

“COMPAGNO & CAMERATA”:  SBAGLIATO LEGARE I NOMI AI FATTI STORICI

Mail di Riccardo Falotico

“Buongiorno, ho letto il “botta e
risposta” sull’uso delle parole “Compagno e camerata” e sono
in pieno accordo con il Sig. Barosselli. Troppo spesso facciamo
l’errore di legare dei termini a fatti di storia. Ogni parola ha un
suo significato, ha un origine antica e quindi non sicuramente legata
a fatti storico-politici. A voler vedere dovremmo abolire tantissimi
vocaboli… Buon anno a tutti”.

Dì la tua sull’argomento:
info@vogheranews.it

PER CHI HA PIU’ DI 60 ANNI

Mail di Giorgio

Un ricordo che può essere condiviso
solo dalle persone che hanno più di sessant’anni.

Un prèev spârì

Quând a s’ era âncura un fiulè

la me ca a l’era mal riscaldà.

E d’ inverân, int’ al me liten

dop sena, i gh’ metìvan un scâlden

ch’a ‘l ciamaavan prèev.

Bej temp, e l’era âsè ch’a gh’
füs lü

pâr durmì sempâr been la not

e svigiàm cuntèent la mâtena.

Dâ pcinen, un po’ distrâat

tropi vòolt mi sö stat :

e donca, ö maj capì ‘l pârchè

âl me càar scâlden

u gh’ iiv’ un nòom insì straân.

A m’ a smja jèer :

pusè d’ sesânt ‘ àan i son pâsà,

ma pâr mi svèlt

e fen troop a svèelt !.

Al di d’ incö quasi tüüt a l’ è
câmbià

e tânti ròob vèeg i son propri
spârì,

ma ch’a t’ pudrìs maj dismentjà

pârchè dentr’ int’ al cöör i t’
son restà,

ânca se indrè a t’ pö no türnà.

E âlura, indè ch’ l’ è ndàat a
finì

âl me povar prèev ?

Pâr mi, sultânt un rimpiânt

Ma lü, che fen l’ avrà fàat ?

CAMERA & COMPAGNO” BAROSSELLI RISPONDE A GIGANTI

Mail di Michele Barosselli (segretareio del Prc di Voghera)

“Caro Marco, ho letto con attenzione
la sua mail e non sono d’accordo con Lei nell’accostare i termini
”camerata” e ”compagno”, in quanto nascondono un senso
profondamente diverso nella sostanza. Credo che a riguardo la più
bella definizione di ”compagni” l’abbia data il celebre scrittore
Mario Rigoni Stern che disse:” Cari compagni, sì, compagni, perché
è un nome bello e antico, che non dobbiamo lasciare in disuso;
deriva dal latino “cum panis”, che accomuna coloro che mangiano
lo stesso pane. Coloro che lo fanno condividono anche l’esistenza”.
Ecco il senso della parola compagno, invece è un peccato che un
pezzo della sinistra abbia abbandonato l’uso di questo termine, che
indica comunione di intenti, obiettivi comuni e solidarietà”.

Dì la tua sull’argomento:
info@vogheranews.it

 

I TERMINI “CAMERATA” E “COMPAGNO” DOVREBBERO SPARIRE

Mail di Marco Giganti

Passeggiando per il centro leggo su di una bacheca il termine ”
camerata”. Provo un senso di fastidio nel chiedermi come sia possibile che venga
utilizzato un termine in uso oramai tanto tempo fa.
E’ un sinonimo di compagno d’arme, ed è appellativo di antico uso
nella lingua italiana che indica mutuamente soggetti i quali
condividano lo stare insieme, l’abitare insieme ed il dormire insieme,
con tipico riferimento al gergo militare e quindi ad una lotta comune
È in uso negli ambienti politici di destra e fu usato durante l’epoca
fascista dagli aderenti al Partito Nazionale Fascista. Lo Statuto del
PNF del 1926 vide la sostituzione, rispetto al precedente, dei termini
“soci” e “iscritti” con “camerati” e “fascisti”.
Per non scontentare nessuno concludo che il termine “camerata”, così
come “compagno”, dovrebbero scomparire dal vocabolario odierno in quanto
legati a fatti e partiti che la storia ha fortunatamente sconfitto”.
Dì la tua sull’argomento:
info@vogheranews.it

 

CHI EVADE  E CHI NON EVADE…MA VORREBBE
Mail di Lucia
“Ode al povero cittadino dipendente
che evadere non può! C’è la crisi! Tutti, specialmente chi meno
può, è chiamato a fare sacrifici, anche se sarebbe meglio chiederli
a chi può di più. Comunque vorrei farmi una domanda a “voce
alta” per sentire i pareri della gente: le tasse debbono essere
pagate almeno un pochino… perchè ancora oggi i tecnici che
riparano gli elettrodomestici vengono a casa, gentilmente fanno il
loro lavoro, sparano delle cifre assurde e, magia delle magie, non
fanno apparire nemmeno un piccolo straccetto di fattura fiscale? Così
era e sempre sarà? O forse dovrei dire: così era e sempre sarà!!
Direte voi “ma è l’acquirente che deve esigere la fattura”.
Giusto, ma poveretti come siamo ormai, anche noi per risparmiare 20
euro (che verrebbero immediatamente aggiunti al dovuto nel momento
stesso in cui si nomina la ricevuta) stiamo zitti zitti, paghiamo le
nostre tasse e quelle altrui. La giustizia a quando? Speriamo almeno
che ci sia nell’aldilà….mah
Dì la tua sull’argomento:
info@vogheranews.it

Diciamo anche noi la nostra. Il
problema sta proprio lì cara signora Lucia, in quella frase:
“così era e sempre sarà!!”. In Italia le tasse non le abbiamo
mai pagate, né in tempi di grassa, né in quelli di magra. Segno che
c’è  qualcosa di profondo che non va in “Noi italiani”: chi
evade evade… chi non evade, anzichè pretendere che tutti lo
facciano (quante accuse assurde si levano all’indirizzo di chi prova
a scovare il ladro… di tasse!!!) aspira a fare altrettanto. Così non va
bene.

 

LUMINARIE NATALIZIE: C’E’ CHI VORREBBE LA TRADZIONE

Mail di Daniela Gagliardi

Passeggiando in centro alla ricerca di suggerimenti per rallegrare il Natale
nonostante il disastro che ci circonda,ho visto le luminarie accese;
di solito esco di giorno quindi non le avevo notate prima.

Ora , dopo un Natale in piena crisi vedo che anche le luminarie si adeguano, ci
mancano solo le lanterne cinesi e al posto della slitta di Babbo
Natale con le renne o del trenino natalizio , tra pochi giorni
vedremo sfilare il dragone animato. Che squallore !!!!! Che siamo
schiavi dei cinesi già lo sappiamo ma almeno a Natale, lasciateci
sognare .

Dì la tua sull’argomento:  info@vogheranews.it

 

STRADE
SPORCHE’!!! MA PERCHE’???

Mail di Emilio
“Buongiorno, abito a Voghera da un
paio d’ anni ormai e venendo da un comune in provincia  di Milano (
con popolazione in linea con quella di Voghera), non ho potuto
notare la disorganizzazione del servizio pulizia strade.
Nel mio
vecchio comune era previsto, per ogni strada un giorno di pulizia con
motoscopa sia della strada che del marciapiedi; ovviamente era
previsto il  divieto di sosta per le auto al fine di agevolare il
servizio di pulizia, pena  multa ( salata) e fino a qualche anno fa
la rimozione dell’ auto.
A Voghera, perlomeno nella zona Pittori
in cui abito, nulla di tutto ciò. Ogni tanto, ogni qualche settimana
( se non mesi) vedo un motoscopa passare in  qualche via un po’ più
importante; ma i marciapiedi non vengono mai (ripeto mai) puliti. Il
risultato è che si deposita terra, vetri, deiezioni animali, aghi di
pino etc. che rendono i marciapIedi inutilizzabili. Ma perchè
funziona
così? Perchè non è stato mai creato un servizio
comunale del genere? Sarebbe anche un valido sistema per monitorare
meglio le strade del comune e  rilevare facilmente auto abbandonate e
valutare eventuali lavori da fare per  migliorare la situazione
stradale. Una ulteriore considerazione:
nessuno è indignato per
la condizione indecente in cui è stata ridotta via  Camillo Benso a
partire dall’ inizio fino in piazza Duomo. Una strada che dovrebbe
essere una passeggiata superba e che è stata oggetto di numerosi
lavori negli ultimi due anni, ma ahimè rattoppata in maniera
oscena.
Laddove c’erano i “sanpietrini”, coperture di
asfalto a macchia di leopardo, il piano stradale che non è più
piano ma pieno di irregolarità. E’ bruttissima e non capisce come il
comune abbia potuto permettere alle  aziende che hanno fatto i lavori
di ridurre una strada bellissima in quel modo,
senza pretendere
una ricopertura fatta come si deve.
Io direi che la strada
andrebbe o tutta asfaltata come si deve, oppure che vengano rimessi
ovunque e sistemati i “sanpietrini” oppure che si decida
per  autobloccanti che possono essere “rimossi e rimessi”
alla bisogna in caso di lavoro. Cosa ne pensate? Saluti”.
Dì la tua sull’argomento:  info@vogheranews.it
Caro signor Emilio, vuol sapere una delle ragioni principali perchè le strade di
Voghera non sono pulite? Perchè la popolazione, quando gli si chiede
di lasciare i posteggi liberi in strada per il passaggio delle
pulitrici, se ne frega. Poi ci sarà certamente anche l’inerzia delle
istituzioni, ma se è il tessuto popolare il primo a non sacrificarsi
un poco per la propria città non c’è scampo.

COME SANZIONARE IL POSTEGGIO SELVAGGIO?

Mail di Luca

“Carissimao Vogheranews, volevo
sapere se fosse possibile come bisogna comportarsi verso i
concittadini indisciplinati che se ne fregano dei loro compaesani,
parcheggiando le loro autovetture occupando 2 posti macchina e che
tantissime volte lasciano la loro macchina sulle strisce pedonali,
scivolo per i disabili e cosi via. Non esiste una legge comunale che
multi queste persone arroganti e maleducate? Grazie.
Dì la tua sull’argomento:  info@vogheranews.it
Semplice. Basta chiamare i vigili (per Voghera 0383 369000) e poi aspettare di
vedere… l’effetto che fa.

 

INCOMPRESIONI AL CANILE: TUTTO RISOLTO!

Mail di Maria

Buongiorno, sono sempre Maria che non è entrata al canile…
Vorrei sapere anch’io chi mi ha risposto da parte della redazione!
Ho già 4 cani e 5 gatti e non accetto morali da parte Vostra sulla
mercificazione degli animali, sul rispetto ,sull’amore, ecc…
Le idee le ho chiarissime, semplicemente preferivo un cucciolo perchè
avendo già cani adulti e avendo ora più tempo da passare a casa (per
motivi di lavoro) avrei preferito educarlo e crescerlo fin
dall’inizio.  Non volevo certo mettere in dubbio il lavoro dei volontari,
semplicemente ho esposto un fatto accaduto…mi sembra che questo
spazio serva proprio a questo giusto?? Ringrazio la Sig.ra
Grazia per la gentile risposta, sicuramente tornerò al canile e
vedrò di spiegarmi meglio! Cordiali Saluti

Dì la tua sull’argomento:
info@vogheranews.it

Il confronto è sempre costruttivo. Grazie delle precisazioni!

 

CHI VINCE SE CROLLA L’ITALIA???
Mail di Giorgio
“Sono bianconero. Quando sul campo di calcio perde la Juve, io so chi vince. Ma se crollasse l’Italia, perdendo sui mercati finanziari, io non ho ancora capito chi vincerebbe. Ora spero che le decisioni di Monti siano tutte approvate in Parlamento.Ma ci sarà un equilibrato ed efficace rapporto fra persone e partiti che hanno sempre litigato? Comunque sono favorevole ad un governo tecnico, non trovo un’ altra soluzione migliore. Ma un altro dubbio mi resta:  se Monti decidesse di usare una motosega per  tagliare i costi della politica, io temo che in Parlamento venga utilizzata una forbicina  simile  a quella che io uso per tagliarmi le unghie. I soldi (anche di più) che usciranno dalle mie tasche saranno finalmente utilizzati per giusti investimenti e riforme eque?  Oppure tanti finiranno ancora nelle tasche di altri? Forse sono troppo severo, se potessi votare domani io sarei in difficoltà a trovare, nella lista, un partito che abbia pochi difetti e che meriti un’elevata affidabilità.
Dì la tua sull’argomento:  info@vogheranews.it
I suoi dubbi sono più che legittimi. Ci permettiamo di aggiungere una cosa: i governi “tecnici” non esistono

INVITO ALLE DONNE
Mail di Alberta Piccinini
Le mamme in attesa sono invitate al meeting di venerdì 11 novembre alle ore 15,30 presso il Circolo “Il Ritrovo”,p.zza C.Battisti, 1-Voghera. L’incontro é organizzato dallo Studio Medico “LE TORRI” la cui Direttrice Sanitaria Dr.ssa Cristina Beccaria si propone di informare le future mamme come affrontare al meglio la gravidanza sia dal punto di vista fisico che psichico. Si auspica che tale invito abbia una risposta significativa di presenze femminili.
Dì la tua sull’argomento:  info@vogheranews.it

IO DIPENDENTE ASM CHIEDO AI POLITICI MENO POLEMICHE E PIU’ FATTI
Mail di (lettera firmata)
Sono un dipendente di ASM Voghera ormai da 20 anni, e grazie a questo   lavoro mantengo la mia famiglia, mando a scuola i miei figli e cerco di   dar loro un futuro. Penso che sia lo stesso anche per i miei colleghi, teniamo al nostro   lavoro e cerchiamo di fare del nostro meglio, nel nostro interesse, certo,   oltre che per quello dei nostri clienti. In questo periodo nero di crisi, di aziende che chiudono e realtà che   sembra non abbiano un domani noi cerchiamo di mantenere quello che   abbiamo, di renderlo una sicurezza.
Personalmente leggendo le diatribe di questi giorni sui giornali mi da’  parecchio fastidio che i nostri politici facciano polemiche, che per i   toni assunti sembrano più un pretesto per farsi notare che non un voler   proporre soluzioni, il tutto sulla nostra pelle, e di riflesso anche sulle   nostre famiglie.
Mi piacerebbe che una volta tanto i politici facessero il loro lavoro,   cioè quello di amministrare la cosa pubblica nell’interesse di tutti, sia   di chi li ha eletti sia di chi invece no, e che pensassero e si   adoperassero per proporre e costruire piuttosto che per opporsi solo per   partito preso, per rendere una delle pochi fonti di occupazione rimaste in   città un po’ più sicura e redditizia, proprio come facciamo noi ogni  giorno, proprio come se il lavoro che abbiamo fosse un po’ anche il loro”.
Dì la tua sull’argomento:  info@vogheranews.it

QUANDO LA PUBBLICITA’ E’ UN INNO AL TEPPISMO
Mail di Lucia
Cara Voghera news, questa sera sono rimasta letteralmente scioccata da una pubblicità televisiva, precisamente dallo spot della Vodafone. Un bambino piccolo devasta la casa, butta le chiavi dell’auto nel water di casa, infila il telecomando dentro un vaso di nutella e dulcis in fundo, decora come novello writer le mura di casa. I genitori rientrano e quasi collassano, ma basta che vedano sulla bianca parete del salone il dipinto fatto dal figlioletto e raffigurante loro tre e un bel cuore rosso, che tutto va  a posto: abbracciano il dolce pargoletto e lo riempiono di coccole. E BRAVI! In un Italia dove tutto va a ramengo, dove le regole vengono continuamente eluse, dove l’educazione delle nuove generazioni viene demandata esclusivamente alla scuola (fatto salvo poi di accusarla di inutilità e incapacità) questo mi è sembrato un inno al teppismo. Bravo bambinetto che quando sarà grande apparterrà a qualche centro sociale e dovrà essere perdonato se sfascerà qualche vetrina o aggredirà qualche poliziotto, perchè è così che si cresce, con questi valori. Chi è educato, obbediente ai genitori , civile con i suoi insegnanti è considerato un povero fallito. E poi diamo addosso agli insegnanti che non sanno educare: ma se il pargoletto sa che ogni cosa che farà, seppur brutta e incivile, il plauso avrà di mamma e di papà… chi mai più lo fermerà? Ingrata società. L’ho finita in rima per sedare un po’ la mia rabbia e il mio rifiuto per questa Italia ormai votata all’inciviltà. Grazie per l’attenzione.
Dì la tua sull’argomento:  info@vogheranews.it

Sottoscriviamo! DIFESA DEGLI ANIMALI:  ITALIA LONTANA DALLA MODERNITA’
Mail di Francesco
Buongiorno, nonostante i vostri sforzi oggettivi, l’Italia rimane una provincia umanista, non esiste una modernità di pensiero,solo bassa speculazione camuffata da una sub cultura da dare in pasto al cittadino del disimpegno con tutte le conseguenze tragiche che le persone sensibili e coscienziose subiscono quotidianamente, uccidere gli animali un divertimento!? No comment…
Dì la tua sull’argomento:  info@vogheranews.it

E’ vero… a volte abbiamo proprio l’impressione di svuotare l’oceano con un cucchiaio. Eppure basterebbe così poco! Ciò che ci sprona però è la consapevolezza che i risultati finora ottenuti si devono a qualche matto che non si è dato per vinto.