VAL DI NIZZA 05/01/2019: Perseguitava moglie e figlia. I carabinieri arrestano un 54enne. L’uomo si era rifugiato in un’area dismessa di Voghera

VAL DI NIZZA – I Carabinieri della Stazione di Zavattarello, questa mattinata hanno tratto in arresto A.I., un rumeno 54enne, di Val di Nizza.

L’uomo è finito in manette su esecuzione di un’ordinanza di misura cautelare in carcere della Procura della Repubblica di Pavia, che, dopo le indagini delegate ai Carabinieri del luogo, ha richiesto al G.I.P. l’emissione di un’ordinanza di carcerazione.

L’epilogo dopo che la moglie e la figlia dell’uomo avevano sporto diverse denunce presso la Stazione Carabinieri di Zavattarello per maltrattamenti in famiglia.

L’uomo, dopo essere uscito dal carcere a seguito di una condanna per analoghi fatti, in modo reiterato, avrebbe minacciato e molestato la moglie e la figlia, tanto da cagionare in loro quello che viene definito “un perdurante e grave stato di paura”, stato che ingenerava nelle vittime “un fondato timore per la loro incolumità”.

Consorte e figlia infatti sarebbero state così terrorizzate da barricarsi in casa nel timore di incontrarlo per strada. Gli episodi si erano intensificati nell’ultimo mese, anche con gravi minacce finalizzate ad ottenere denaro. Per tali motivi l’arrestato è stato indagato anche per estorsione.

Dopo minuziose ricerche da parte dell’Arma avviate a seguito della decisione del magistrato, il rumeno è stato localizzato a Voghera. Il 54enne era all’interno di uno stabile abbandonato situato in un’area dismessa nei pressi della stazione ferroviaria.

Commenti

Commenti via Facebook