PAVIA 07/11/2018: Piena del Po. Il Fiume sale ancora ma di poco. La Provincia esclude la chiusura dei ponti

PAVIA – Il Po sale ancora ma ancora per poco e senza provocare conseguenze gravi come la chiusura dei ponti.

L’Aipo ha comunicato che “si prevede che la piena si mantenga sulla soglia 2 di criticità (criticità moderata) anche per le prossime 24 ore nel tratto piemontese fino a Isola S.Antonio,  per poi decrescere a partire dalla serata di domani.”

“In seguito – aggiunge l’Aipo -, la propagazione della piena nella parte successiva dell’asta fluviale è attesa con livelli di criticità 1 (ordinaria) o, in alcune sezioni, 2 (moderata).”

Alle ore 18 l’Aipo ha reso noto che l’ultimo dati rilevato alla Becca è di 4.26 mt sullo zero idrometrico, valore che si pone sopra la prima soglia di attenzione (3.50) ma sotto alla seconda soglia 4.50 (la terza è a 5.50). Al momento non ci sono rischi di chiusure.

Lo spiega anche la Provincia, responsabile di ponti. Per ciò che riguarda la Becca, Piazza Italia, dichiara: “ A seguito delle ripetute richieste di informazioni sulla situazione che si è venuta a creare in conseguenza degli eventi atmosferici di questi giorni, si comunica che la Struttura Tecnica della Provincia di Pavia ha potuto rilevare un battente idrico di m. 4,20, sottolineando come l’intradosso del piano viabile del ponte sia collocato a m .8.”

E ancora. ”Da informazioni raccolte sull’andamento idrometrico della piena risulta che il Po è già in fase decrescente all’altezza di Valenza. Per quanto si stimi che l’attuale andamento possa, nelle prossime ore, portare il battente idrico a m. 5 non risulta, al momento, una particolare evidenza rispetto alla necessità di chiusura del ponte della Becca, che potrebbe verificarsi allorchè il battente idrico superasse m. 5,50.”

Perciò: “Non sussistono criticità riguardanti la piena per gli altri ponti nel territorio provinciale.”

 

 

Commenti

Commenti via Facebook