VOGHERA 10/10/2018: Marito e moglie spacciavano cocaina nel loro appartamento del centro storico. La Polizia li scopre e li arresta

polizia-droga-coca-arresti voghera VOGHERAVia Canevari. All’ingresso di una palazzina un continuo via vai di gente ad ogni ora del giorno, anche di persone poco raccomandabili.

Lo strano movimento giunge all’orecchio della polizia, che avvia le indagini. Dopo una prima verifica in cui si stabilisce l’effettiva anomalia della situazione – nella strada del centro storico che   unisce via Cavour con via Bellocchio erano presenti anche noti assuntori di stupefacenti – il Commissariato avvia un’attività di indagine che prevede agenti in borghese e appostamenti fissi.

L’investigazione si è conclusa ieri con le ultime verifiche e con un blitz e che ha portato all’arresto di due persone, marito e moglie entrambi di origine marocchina, e il sequestro di una non banale quantità di droga pronta allo smercio.

Per arrivare al risultato, i poliziotti come detto hanno svolto pedinamenti e appostamenti, durante i quali è emersa chiaramente l’attività di spaccio. Gli agenti in via Canevari hanno notato entrare ed uscire dalla palazzina attenzionata diverse persone, fra queste c’era la presenza fissa di un uomo di una donna. I due, poi risultati affittuari di un appartamento nello stabile, vendevano sia a domicilio che, spesso, consegnando di persona la droga a persone che arrivano in macchina.

Gli spacciatori in quel caso salivano a bordo con il cliente, facevano con lui un piccolo giro, quindi si facevano riportare in via Canevari, dove risalivano nella loro abitazione.

Individuati i sospetti e anche il piano e l’appartamento, il primo, gli uomini del commissariato hanno effettuato il blitz.

Pedinando uno dei clienti, gli agenti sono entrati nell’abitazione prima che la porta si richiudesse alle sue spalle, e hanno immediatamente messo in atto una perquisizione personale e del luogo.

Nell’abitazione la polizia ha trovato diversi cellulari, alcuni dei quali utilizzati per prendere gli ordini dai clienti, nonché una busta trasparente con all’interno 6 grammi di cocaina. Sempre in casa sono state trovate anche 31 dosi di cocaina, suddivise per colore in base al peso; tutto il materiale classico per il confezionamento, compreso un bilancino di precisione, e 700 euro in contanti.

In tutto la polizia ha sequestrato 28 grammi di cocaina, compreso il grammo e mezzo sequestrato ad una cliente della coppia, bloccata in strada poco prima dell’irruzione in casa.

Alle luce di quanto scoperto e rinvenuto, sono scattati gli arresti. A finire in manette sono stati Y.E, 37enne marocchino incensurato e regolare in Italia, e I.E.N., moglie dell’uomo, 35enne, anch’essa marocchina, con piccoli precedenti alle spalle.

All’operazione, questa mattina è seguita l’udienza al Tribunale di Pavia: durante la quale è stato convalidato l’arresto e, in attesa del processo, sono state decise le misure cautelari degli arresti domiciliari per la donna e del carcere per l’uomo.

Durante l’operazione, come detto, sono stati fermati alcuni clienti. La polizia in questo modo ha potuto pure verificare l’importanza dell’operazione svolta e il grosso peso economico del traffico di droga che si svolge in città, dove, per una dose da 1.5 grammi, un cliente aveva infatti pagato la modica somma di 200 euro.

 

Commenti

Commenti via Facebook