VOGHERA 01/10/2018: Da domani via al nuovo Cup dell’Ospedale. Niente code in piedi. Niente sportelli. Ma comode scrivanie a cui sedersi. Possibilità anche di prenotare il posto in coda via smartphone

VOGHERA - “Oggi abbiamo inaugurato il nuovo Centro unico di Prenotazione, frutto di un lavoro molto bello di recupero di un’area dell’ospedale, l’ex pronto soccorso, nel quale avviamo una nuova concezione di ‘accettazione’ nei confronti dell’utenza: superando il concetto di avere un sportello con il vetro, e della persona che sta in piedi ad aspettare. Cercando di dare un segnale tangibile della nuova accoglienza invece, la persona che verrà da noi potrà sedersi alla scrivania avendo di fronte un operatore con cui instaurare un rapporto cordiale”.

Così, questa mattina, il direttore generale dell’Asst di Pavia Michele Brait ha illustrato la nascita in città (con attivazione nella giornata di domani) del nuovo servizio di prenotazione dell’Ospedale di Voghera.

Al taglio del nastro, fra gli altri, anche l’assessore regionale alla Sanità Giulio Gallera, il sindaco Carlo Barbieri, e il vescovo monsignor Vittorio Viola (coadiuvato da Mons. Gianni Captini, vicario del Duomo di Voghera e dal Cappellano dell’Ospedale Don Vittorio Muzzin).

).

“A nome della città ringraziamo l’Azienda ospedaliera perché ha tracciato un solco che, da quasi tre anni a questa parte, sta portando l’ospedale di Voghera a diventare un punto di riferimento significativo per il territorio – ha dichiarato il sindaco Barbieri -. Devo dire che si sta rispettando il programma e che con il nuovo Cup è stato posto un altro tassello di un puzzle più ampio che si completerà con il nuovo pronto soccorso e la nuova emodinamica.”

“Quello che sta facendo oggi l’Asst è il segno dell’impegno della Lombardia che lavora, non solo per rafforzare i grandi ospedali delle grandi città ma per fornire strumentazione e locali di grande qualità a tutti i presidi del territorio – ha detto Gallera -. Per questo grande territorio – ha aggiunto – abbiamo intenzione di fare investimenti uguali se non addirittura maggiori di quelli che faremo in altri ospedali. Un esempio è questo Centro unico di prenotazione assolutamente all’avanguardia”.

Un’avanguardia fatta di 10 postazioni separate, composte da altrettante scrivanie cui sedersi, dotate di terminale e tavoletta grafimetrica su cui apporre la propria firma per poter anche ricevere nella propria posta elettronica tutta la documentazione relativa alla prenotazione.

Di fronte alle 10 postazioni ci sono poi due aree d’attesa dotate di sedie, schermo, totem per l”emissione dei numeri, ed anche un’area dedicata ai bambini… con un piccolo tavolo e delle seggioline.

Asst ha posto poi grande attenzione all’innovazione tecnologica e alle comodità che essa garantisce.

“Abbiamo introdotto anche sistema taglia code con la possibilità di effettuare la prenotazione del posto in coda tramite una App – ha spiegato Brait -. Scaricando il programma (denominato WebSì Toem ndr) sul proprio cellulare, il sistema è in grado di identificare la posizione del paziente, dire quanto tempo ci vuole per raggiungere lo sportello, stimare il tempo di attesa, e infine, tramite il totem, emettere il biglietto usando un codice QR Code che appare sul cellulare”.

“Apprezziamo molto questa innovazione che esaudisce le esigenze di chi lavora. Diamo atto ad Asst di fare investimenti che vanno incontro alle esigenze della cittadinanza”, ha dichiarato Nicola Affronti presidente del consiglio comunale di Voghera.

Presenti alla inaugurazione anche il consigliere regionale Giuseppe Villani, la direttrice sanitaria degli ospedali dell’Oltrepo Luigina Zambianchi e tutti i primari dell’ospedale di Voghera.

L’inaugurazione si è conclusa con una visita ai cantieri della nuova emodinamica e del nuovo pronto soccorso, prossimi passi in tema di investimenti da parte di Asst.

 

 

 

Commenti

Commenti via Facebook