MONTEBELLO 03/10/2018: Scuola. Idr: “Troppi disagi e costi per i residenti che portano i bambini alle materne di altri Comuni”

MONTEBELLO – I “disagi scolastici” degli abitanti di Montebello della Battaglia finiscono nel mirino dell’Italia del Rispetto: movimento che, come oramai da tradizione, si “muove” dopo aver ricevuto segnalazioni di problematiche da parte degli abitanti di Voghera (città in cui la formazione politica è nata), ma anche e sempre di più, degli abitanti dei diversi comuni oltrepadani (il movimento nel 2019 sarà candidato in 10 realtà oltrepadane).

Anche questa volta è andata così.

“Sono stato contattato – spiega Fabio Aquilini -da un gruppo di residenti di Montebello della Battaglia per sensibilizzare il Comune e il territorio sul problema legato alla mancanza in paese di una scuola materna. Il gruppo infatti, composto da genitori e nonni, lamenta il fatto che per frequentare una scuola statale (a Montebello ce ne è solo una materna gestita dalle suore), sono obbligati a portare i bambini nei Comuni vicini”.

Il tutto con non indifferenti problematiche legate ai costi.

“Non ci sono solo le spese dei trasferimenti, a volte difficoltosi – sottolinea Aquilini -. Ciò che incide sulle tasche dei residenti a Montebello spesso infatti sono anche, ad esempio, i pasti, le cui rette, per chi non è residente nel luogo in cui sorge la scuola, ricadono nella fascia più alta di prezzo. La stessa cosa vale per le iscrizioni – aggiunge Aquilini – per le quali vengono spesso privilegiati i residenti a discapito di chi viene da fuori”.

Il leader del Moviemento, dopo aver ringrazio il gruppo di genitori per aver contattato l’Italia del Rispetto (“a dimostrazione di un nostro modo di fare politica vicino alla gente e rivolto alla risoluzione dei problemi, al di là delle logiche e delle appartenenze di partito”), conclude chiedendo al Sindaco “di prendere in considerazione la questione sollevata da alcuni residenti” e di “valutare anche l’idea di realizzare una scuola materna statale in paese”.

 

 

Commenti

Commenti via Facebook