VOGHERA 12/09/2018: Atletica leggera. I Campionati Italiani Assoluti a Pescara

VOGHERAAlla vigilia degli assoluti molte polemiche, per la collocazione a fine stagione degli assoluti. Disputati dal 7 al 9 settembre nel nuovo stadio di Pescara, dedicato a Giovanni Cornacchia. Grande ostacolista italiano, finalista olimpico. Anche per diversi assenti, non giustificabili. Gli assoluti infatti dovrebbero essere appuntamento fisso nella stagione di un atleta di vertice. E ha fatto bene Gianmarco Tamberi ad onorarli vincendo l’alto con 2,30. Ma non solo lui ha consentito a questa di essere una valida edizione degli assoluti. Molte le gare di alto livello, e molti gli atleti che si sono espressi su elevati valori. A cominciare dal giavellotto femminile, gara incerta fino alla fine. E vinta di misura da Sara Jemai con 58,19 con altre due atlete (Bani e Visca) molto vicine. Una bella gara anche i 100 maschili, vinti da Marcell Jacobs in 10”24 su Rigali e Desalu a 10”33. Doppietta per Davide Re che vince i 400 in 45”92 e i 200 in 21”04. In quest’ultima gara squalifiche per false partenze per Howe e Demonte. Bella gara anche i 110 hs dove Perini si è imposto in 13”57 su Fofana. I 3000 siepi registrano la sorpresa Leonardo Feletto, che mette in fila i gemelli Zoglami con un perentorio finale. Molto brava anche Isabel Mattiuzzi, rivelatasi ai recenti europei di Berlino. La trentina vince con carattere sulla Dalla Montà. Nel mezzofondo gare serrate negli 800 (al favorito Brazzale su Acquaro) nei 1500 (vinti da Joao Bussotti) e 5000 (Razine su Pietro Riva). Tutte combattute e vivaci. Nei 400 hs Bencosme precede Vergani, entrambi sotto i 50 secondi. Luminosa Bogliolo si conferma migliore in Italia sui 110 hs. Nel martello Marco Lingua non ha rivali e lancia ancora a 73,95. Il piemontese ha avuto una lunga stagione, ed è ancora su ottimi livelli. La Pedroso si impone nei 400 hs e Raphaela Lukudo vince i 400 col nuovo personale di 52”38. Irene Baldessari è campionessa degli 800 in 2’02”47, personale, resistendo al ritorno finale di Elena Bello (2’02”65) Con Vandi e Coiro terza e quarta con buoni tempi. Nei salti in estensione vincono Schembri (triplo con Dellavalle secondo) Randazzo (lungo) Strati (lungo donne) e Cestonaro (triplo donne). L’asta va a Stecchi al maschile (5,50) e a Roberta Bruni (4,35). Quest’ultima rientrata da poco alle gare. Una convincente vittoria quella di Nadia Battocletti, giovanissima campionessa dei 5000 metri. Nei lanci femminili Anniballi e Fantini vincono disco e martello. Tra gli uomini Bianchetti nel peso, Faloci nel disco (61,53) e Mauro Fraresso nel giavellotto (76,16). Una buona staffetta 4×400 per le Fiamme Gialle (Aceti,Tricca,Valentini e Re) fa 3’06”48. Nella 4×100 Riccardi in evidenza, con Ferraro,Cattaneo,Martini e Polanco che fanno 40”39. La marcia si è svolta su strada e sotto la pioggia. Bella gara maschile vinta da Massimo Stano in 39’19” su Gianluca Picchiottino (39’26”). Tra le donne Antonella Palmisano si conferma nostra miglior marciatrice, e supera tutte le rivali in 45’15”. Nella velocità donne due bellissime gare. I 100 vedono tre atlete separate da un solo centesimo, vince la Herrera in 11”59 su Irene Siragusa (stesso tempo) e Giovanna Bongioni (11”60). Nei 200 la Siragusa tira fuori tutta la sua grinta, e si impone in un ottimo 23”25 (vento – 0,2) sulla Hooper. La Vallortigara torna vicino ai migliori livelli stagionali vincendo l’alto con 1,91 e Giulia Aprile conquista i 1500 in 4’15”80. Quindi assoluti piu che validi, e che meritano una collocazione migliore l’anno prossimo come data. Prima dell’evento importante (i mondiali che saranno a Doha in Qatar tra il 28 settembre e il 6 ottobre 2019). Ma soprattutto meritano di essere valorizzati dalla federazione. Sicuramente piu di altre manifestazioni.

 

 

Commenti

Commenti via Facebook