VOGHERA 23/07/2018: In arrivo la nuova raccolta differenziata dei rifiuti. Nel frattempo continuano i comportamenti incivili di alcuni cittadini

VOGHERAIn città a breve verrà avviata, da parte dell’Asm, una nuova forma di raccolta differenziata (fatta fra l’altro con isole ecologiche e cassonetti “blindati” dotati di apertura con badge).

La novità inizierà a in ottobre ma il 27 agosto verrà avviata la distribuzione del kit informativo comprensivo di tessera magnetica nominativa per ogni famiglia.

In attesa che il nuovo sistema “combinato”, così come vene definito, parta; alcuni vogheresi continuano ad interpretare a modo loro la raccolta differenziata: come questo cittadino, che, in via Angelini, ieri ha smaltito una sedia in plastica nel giusto cassonetto ma usando una metodologia per così dire creativa ma non civile.

L’episodio, che sulla nostra pagina facebook sta provocando commenti di vario tipo, fornisce l’occasione per parlare della novità che investirà i vogheresi fra 2 mesi.

Spiega l’Asm.

“A partire dal mese di Ottobre sarà avviato a Voghera il nuovo metodo di raccolta dei rifiuti urbani che coniuga il vecchio “porta a porta” con i cassonetti stradali. Un sistema misto, suddiviso in 2 macro zone (Voghera Centro e Resto Città), con raccolta a domicilio solo di carta e cartone, mentre nei cassonetti stradali, accessibili mediante una tessera elettronica di riconoscimento personale (badge), si destineranno gli altri tipi di rifiuti (esiste una una Tabella Riassuntiva).”

“Il nuovo kit – prosegue la Spa – comprensivo di badge e materiale informativo sarà consegnato da ASM tramite ditta esterna incaricata, direttamente presso le famiglie. Inoltre sarà attivato un INFO POINT attrezzato per tutte le esigenze del nuovo servizio e promossa una campagna di comunicazione tradizionale e digitale per informare la popolazione (famiglie, imprese, scuole, etc) anche attraverso riunioni e workshop riguardanti tutte le parti interessate e i beneficiari del nuovo metodo.

Quanto alle “tessere di riconoscimento” (“badge”), faranno funzionare i nuovi “cassonetti intelligenti”, che, muniti di un display con semplice interfaccia, saranno in grado di riconoscere il cittadino che getta i rifiuti e mappare le sue abitudini sulla raccolta differenziata (in sostanza: senza tessera i dispositivi non si aprono; esattamente come quando ci si reca al bancomat).

“Solo il contenitore della plastica e quello per vetro e lattine saranno sempre accessibili tramite le apposite bocchette – spiega ancora l’Asm -. Anche i cassonetti per le ramaglie e per l’umido, infatti, verranno aperti con la tessera personale.”

Nella calotta dello scarto indifferenziato, si potranno inserire solo sacchetti della capienza massima di 30 litri circa (la dimensione di un sacchetto della spesa).

“Con la calotta – precisa Asm – si limita la quantità di rifiuto indifferenziato conferito, incentivando la raccolta differenziata e disincentivando l’inserimento di oggetti molto grandi, che riempirebbero velocemente tutto il cassonetto, impedendo il normale conferimento dei rifiuti.”

Quanto agli oggetti grandi, che non entrano nella calotta, andranno portati presso il centro multiraccolta, oppure si potrà richiedere il servizio di ritiro a domicilio degli ingombranti (gratuito).

L’augurio di tutti è che con l’arrivo del nuovo metodo, certe pratiche scorrette da parte dei cittadini finiscano. Per cercare di colpire i maleducati l’Asm, insieme al comune, potrebbe utilizzare delle telecamere nascoste come già accade in altre città.

 

Commenti

Commenti via Facebook