VOGHERA 16/07/2018: Alla Pascoli scuola aperta anche in luglio. 50 i ragazzi che hanno partecipato al progetto “R…Estate a scuola!”

VOGHERASi è da poco concluso il campus estivo organizzato dalla Media Pascoli e destinato agli alunni delle Classi Quarte, Quinte Primarie e Prime Secondarie dell’Istituto Comprensivo di Via Marsala. Sono in tutto una cinquantina i ragazzi che hanno partecipato alle attività proposte dalla scuola: laboratori di ludo-linguistica, scrittura creativa, canto corale, musica ritmico-strumentale, matematica e attività motoria.

Per finanziare il progetto l’Istituto ha usufruito dei Fondi Strutturali Europei stanziati nell’ambito del PON (Piano Operativo Nazionale del Ministero dell’Istruzione, 2014-2020) per iniziative di inclusione sociale e per garantire l’apertura delle scuole dopo il termine delle lezioni. I docenti coinvolti nel progetto hanno adottato un approccio ludico-laboratoriale che mettesse al centro l’alunno, la sua creatività e i suoi talenti, senza trascurare l’acquisizione di competenze specifiche negli ambiti dell’italiano, della matematica, della musica e delle attività motorie.

Sono stati proposti lavori individuali e di gruppo, gare a squadre, attività creative di vario tipo, anche con lo scopo di favorire la socializzazione fra alunni di classi ed età diverse. «Fare scuola al di fuori dei momenti curricolari rappresenta un’occasione irripetibile», ha dichiarato la Dirigente Scolastica Dott.ssa Maria Teresa Lopez, «per promuovere la motivazione, l’autostima e la curiosità nei confronti di metodi e contenuti diversi da quelli svolti durante l’anno.» Ed è proprio questa la finalità prioritaria del progetto: realizzare occasioni per vivere la scuola con gioia e interesse, senza l’incombenza di verifiche e valutazioni, con una metodologia pienamente inclusiva che dia spazio anche alle fasce più deboli e svantaggiate. «Fondamentale anche il rapporto con il territorio, ad esempio con la Civica Biblioteca Ricottiana che ha ospitato gli alunni intrattenendoli con una interessante “caccia al libro”.

È nostra intenzione incrementare la collaborazione con il territorio nei prossimi progetti», afferma ancora la Dirigente, «poiché è importante che la scuola costruisca un ponte tra la famiglia e la città valorizzando le sue risorse.» Ottimo il riscontro delle famiglie che hanno apprezzato l’iniziativa della scuola – segno di una vera alleanza educativa – e hanno potuto osservare i lavori svolti dai ragazzi in un momento di condivisione a conclusione del progetto.

Commenti

Commenti via Facebook