VOGHERA 11/07/2018: Per viaggi all’estero (e non solo) col proprio “amico a 4 zampe”. Ecco cosa occorre sapere

VOGHERA – Una comunicazione utile per chi (magari per un vacanza estiva) viaggia all’estero col proprio “amico a 4 zampe” arriva dai veterinari Francesca Bettini e Maurizio Cornelli

“Vi informiamo che se volete partire portando con voi il Vs. cane e/o il Vs. gatto, è necessario che siano muniti di: Microchip (cosiddetto tatuaggio elettronico); Passaporto Veterinario (emesso dall’ASL); Cani, gatti e furetti devono essere vaccinati contro la rabbia (il periodo di validità della vaccinazione decorre dal 21o giorno dal completamento del protocollo vaccinale della prima vaccinazione e ogni successiva vaccinazione deve essere eseguita durante il periodo di validità della precedente); e una dichiarazione di buona salute rilasciata da un medico veterinario nelle 48 ore precedenti alla partenza”

Per i viaggi verso la Finlandia, il Regno Unito, l’Irlanda, Malta e la Norvegia è necessario il trattamento dei cani contro la tenia echinococco. Alcuni paesi richiedono anche il titolo anticorpale della rabbia”, aggiungono Bettini e Cornelli.

Infine un ultimo consiglio: “se viaggiate con una compagnia di navigazione anche se vi spostate nel territorio italiano, chiedete sempre se occorre il vaccino contro la rabbia. Nonostante non sia più obbligatorio da anni, in Italia, alcune compagnie (nave e aereo) lo richiedono.”

Francesca Bettini e Maurizio Cornelli operano a di Siziano.

 

 

Commenti

Commenti via Facebook