MONTU’ BECCARIA 05/07/2018: Un uomo arrestato e uno denunciato per detenzione illegale di armi da fuoco. In casa di un 53enne un fucile artigianale lungo un metro e mezzo

MONTU’ BECCARIA – Montù Beccaria (dopo la maxi rissa fra albanesi dell’altro giorno, vedi articolo)  torna al centro della cronaca oltrepadana.

Nella prima mattinata di ieri i carabinieri della Compagnia di Stradella, ha effettuato diverse perquisizioni domiciliari finalizzate alla ricerca di armi detenute illegalmente.

Nel corso dell’operazione, i militari della Stazione di Montù Beccaria hanno tratto in arresto in flagranza un pregiudicato 53enne residente a Montù Beccaria, poiché responsabile del reato di detenzione illegale di arma da fuoco clandestina.

L’uomo è stato infatti trovato in possesso di un’arma di fabbricazione artigianale, assemblata con tubi in ferro con manici in legno, calibro 12, priva di qualsiasi segno distintivo e perfettamente funzionante; nonché di 5 cartucce a pallini del medesimo calibro.

L’arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo fissato per la mattinata di oggi.

Sempre ieri i carabinieri di Chignolo Po hanno denunciato in stato di libertà M.N. pregiudicato 66enne, originario della provincia di Cosenza, residente a Chignolo Po, resosi responsabile del reato di detenzione illegale d’arma da fuoco: l’uomo è stato trovato in possesso di una pistola lanciarazzi, nascosta in cantina e di ignota provenienza.

Commenti

Commenti via Facebook