CASTEGGIO 09/07/2018: Revocata la licenza al commerciante in oro arrestato nell’inchiesta sulla banda dell’Est che saccheggiale case ed aziende in Oltrepo

CASTEGGIO – Questa mattina i Carabinieri della Compagnia di Stradella, nell’ambito dell’indagine denominata “Vampiri” (svolta dai militari su una lunga catena di furti in Oltrepo ad opera di una banda di uomini dell’est europa), hanno dato esecuzione ad un Decreto della Questura di Pavia, con cui si dispone la revoca della licenza per l’esercizio del commercio di oggetti preziosi, gestito da S.S., 39enne di Casteggio ristretto presso la Casa circondariale di Pavia, e titolare del compro oro di via Manzoni 10 a Casteggio.

L’adozione di tale provvedimento era stato richiesto dai Carabinieri di Stradella a seguito delle indagini fatte sulla vicenda dei furti in abitazione e in aziende dell’Oltrepo, diversi dei quali perpetrati a Casteggio. A seguito delle investigazioni l’orefice – arrestato lo scorso 18 giugno – sarebbe emerso quale ricettatore della merce rubata. Per gli inquirenti S.S. sarebbe stato anche un basista dei gruppi criminali che operavano in Oltrepo.

Un’accusa questa che però il 39enne ha sempre respinto.

Commenti

Commenti via Facebook