VOGHERA 13/06/2018: Sicurezza e decoro. Nuovi Daspo Urbano contro chi tiene comportamenti molesti. Nuove norme e divieti per chi frequenta parchi e giardini

VOGHERAGrazie al nuovo Regolamento di Polizia urbana, entrato in vigore il primo febbraio di quest’anno, il Comune di Voghera, come molti già sanno, ha uno strumento in più per tenere sotto controllo e in ordine la città.

Fra i nuovi strumenti a disposizione dell’Amministrazione c’è anche il Daspo Urbano, un provvedimento che consente di allontanare temporaneamente da una determinata zona della città chi si comporta in modo scorretto e molesto.

Già applicato nei mesi scorsi (25 in tutto i casi), il Daspo nei giorni scorsi ha è stato utilizzato altre 4 volte dalla Polizia Locale.

In particolare l’ordine di allontanamento è stato inflitto a tre cittadini extracomunitari che in modo insistete chiedevano l’elemosina lungo le vie del centro storico di Voghera. Un quarto avvertimento è stato dato invece ad un altro straniero che, in via Emilia, utilizzando anche un cagnolino, chiedeva denaro ai passanti. Un’azione questa, fatta usando animali, espressamente vietata dal nuovo regolamento di Polizia Urbana.

In base alla nuova normativa comunale, i quattro soggetti dovranno stare lontani dal centro 48 ore, una “punizione” che punta a fare da deterrente per chi intende usare la città e le sue vie in modo non corretto e non conforme alle leggi.

Sempre nell’ottica di avere una Voghera più ordinata e vivibile, questa volta però a proposito del decoro dei giardini, il Comune nei giorni scorsi ha installato 60 nuovi cartelli di divieto all’intero di 44 fra parchi e aree verdi.

L’obiettivo, come ha spiegato il Sindaco Carlo Barbieri, è di “Sollecitare ancora di più l’attenzione della cittadinanza verso il verde, e consentire di sanzionare i trasgressori. Questa azione – ha aggiunto il primo cittadino – anticipa una revisione contrattuale per la gestione degli spazi verdi che permetterà a Voghera di essere ancora più ordinata.”

I nuovi cartelli posizionati nelle aree verdi della città impongono il divieto di: entrare con veicoli; cogliere fiori e tagliare erbe; smuovere le strutture (panche-sedili); introdurre animali; fumare; giocare a calcio, sporcare in genere, e anche di consumare bevande alcoliche.

 

Commenti

Commenti via Facebook