VOGHERA 08/06/2018: Servizi Sociali. FdI: Cambiare il regolamento comunale per non penalizzare gli italiani

VOGHERA – “Oggi gli extracomunitari possono presentare una semplice autocertificazione che dichiari la loro situazione immobiliare o mobiliare. Mentre i nostri concittadini devono presentare una documentazione che certifichi nei minimi dettagli la loro posizione reddituale e immobiliare”.

Fratelli d’Italia in una conferenza stampa svoltasi ieri pomeriggio al Millenario, ha chiesto parità di trattamento fra vogheresi e immigrati nell’ottenimento dei servizi dal Comune (case, buoni pasto, assistenza sociale, asili nido, vaucher, mensa scolastica ecc).

Vincenzo Giugliano, segretario cittadino di FdI; Marco Sartori, neo consigliere comunale del partito della Meloni; e con loro il segretario provinciale Claudio Mangiarotti e l’avvocato Davide Cagnoni, hanno lanciato la proposta di arrivare al risultato facendo adottare alla città iriense il cosiddetto “Modello Voghera”, messo a punto da Sartori.

“Con la modifica dell’art. 6 del regolamento comunale, che noi oggi chiediamo – spiega Giugliano – anche gli extracomunitari, per accedere ai servizi comunali, dovranno presentare la stessa documentazione che i nostri cittadini vogheresi da sempre devono produrre. Con la conseguenza che chi non sarà in regola verrà escluso dalle graduatorie. In questo modo – aggiunge il segretario – si eviterà di penalizzare i vogheresi come spesso oggi accade”.

Fratelli d’Italia ha annunciato che da oggi, per tutti i prossimi Venerdì, il partito sarà in piazza duomo (zona banca San Paolo) per raccogliere firme (obiettivo minimo 500) per la modifica dell’art. 6 del regolamento comunale. “Firme che poi consegneremo all’Amministrazione comunale per sensibilizzarla sull’argomento.

 

Commenti

Commenti via Facebook