BAGNARIA 16/06/2018: Greenway Voghera-Varzi. Saranno recuperati due ex caselli ferroviari

BAGNARIA – Il Comune di Bagnaria ha ottenuto la concessione per il comodato d’uso gratuito per l’utilizzo di due ex caselli posti sulla ex sede ferrovia Voghera-Varzi.

Gli immobili, attualmente inutilizzati ed in disuso da anni, sono stati concessi al Comune della valle Staffora in vista della futura realizzazione della Greenway all’interno del progetto SNAI “Strategia Nazionale Aree Interne” di cui il Comune fa parte e nell’ambito del quale intende riqualificare e ristrutturare come già accaduto per altri (vedi Retorbido).

Spiega il sindaco Mattia Franza. “Sulla scorta del finanziamento SNAI attraverso il quale il Comune fa parte, come amministrazione abbiamo dato priorità a 3 principali opere: il recupero del Torrione Fieschi Doria, ubicato nel borgo medievale; la riqualificazione a led dell’impianto della pubblica illuminazione; ed al recupero degli ex caselli della ex ferrovia Voghera-Varzi.”

Il progetto degli ex caselli, arriva in vista della futura realizzazione da parte della Provincia di Pavia del tratto ciclopedonale della GreenWay da Salice Terme a Varzi.

“Per questo motivo – aggiunge il sindaco – abbiamo pensato di intraprendere il percorso attraverso il quale andremo a riqualificare questi immobili sfruttando i fondi riservati ai Comuni per tali scopi”.

Se la Provincia interverrà sul sedime della pista Greenway; per parte sua il Comune interverrà sugli immobili.

“Andremo a recuperare dapprima il casello ubicato in località Poggio – spiega Franza – e successivamente in caso di ulteriori risorse economiche quello in loc Ponte Crenna, in modo tale da farli tornare fruibili a livello turistico. Il nostro intento – aggiunge il sindaco – sarebbe quello di trasformarli in bike sharing o in un piccolo B&B; oppure in locali per la promozione dei prodotti tipici: la cosa basilare è che possano creare sviluppo turistico e commerciale per il territorio.”

Il sindaco infine ringra “il Presidente Vittorio Poma, il consigliere provinciale, nonché consigliere comunale Paolo Gramigna”, e con loro “i tecnici della Provincia e del Comune per aver il lavoro svolto e la collaborazione sinergica tra i due enti”.

Commenti

Commenti via Facebook