VOGHERA 30/04/2018: Conclusi ad aprile i laboratori no slot nelle scuole. 240 gli alunni partecipanti

VOGHERA – Sono 240 i ragazzi delle scuole di Voghera che hanno partecipato al progetto “Voghera no slot” fortemente voluto dall’assessorato alla scuola e alla cultura guidato da Marina Azzaretti.

Da febbraio a aprile sono stati organizzati laboratori formativi per gli studenti dai 10 ai 13 anni per informarli sul pericolo del gioco d’azzardo.

Spiega l’Assessore Azzaretti:” Sono molto soddisfatta del risultato raggiunto; 12 le classi partecipanti,  che hanno seguito percorsi laboratoriali di 4 ore circa per classe e hanno affrontato la tematica del gioco d’azzardo in modo semplice e interattivo. Si tratta di un progetto concreto, realizzato anche grazie al contributo di Regione Lombardia, che permette di far crescere una cultura consapevole che aiuti a combattere il gioco d’azzardo. Partire dai più giovani è un’azione fondamentale.”

Durante il primo incontro si è approfondito il concetto di gioco, a partire dalle esperienze dei ragazzi, indagando le modalità e le caratteristiche dei loro giochi quotidiani. Successivamente è stato messo in relazione quanto è emerso individuando le somiglianze di alcune dinamiche, quali le emozioni provate o le motivazioni che sottostanno al gioco, evidenziando come alcune di queste si possono ritrovare anche nel gioco d’azzardo. Con i ragazzi sono state individuate e potenziate le abilità di vita e le strategie che ci permettono di far fronte in modo autoprotettivo agli eventi critici della vita, tra cui il gioco d’azzardo. Per realizzare interventi efficaci e vicini ai destinatari sono stati coinvolti gli studenti dell’Istituto superiore Maserati nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro, con l’obiettivo di promuovere la peer education.

Durante lo svolgimento dei percorsi educativi per i più giovani, si sono organizzati incontri per genitori e insegnanti. Nello specifico sono stati realizzati 4 incontri con i due Istituti comprensivi di Voghera, nei quali i ragazzi dell’alternanza scuola-lavoro dell’Istituto Maserati, che hanno seguito passo per passo il progetto, hanno restituito gli esiti dell’indagine sulle modalità di gioco dei destinatari del laboratorio e un operatore esperto ha approfondito i rischi legati al gioco d’azzardo e quali sono i fattori di rischio e meccanismi di protezione.

Commenti

Commenti via Facebook