VOGHERA 12/04/2018: Torre faro spenta da settimane alla rotonda per Campoferro. Le lamentele dei cittadini. I rischi per la circolazione. La Provincia. “Gara in atto. A breve avremo il nome della ditta che potrà intervenire”

VOGHERA – “La torre faro della rotonda Decathlon è spenta ormai da oltre un mese. Sono circa due anni che versa in queste condizioni, in quanto bastano poche gocce di pioggia per farla spegnere… e poi mediamente passano da 1 a 2 mesi prima che intervengano per riaccenderla.”

E’ queste una delle tante segnalazioni che vogheranews.it sta ricevendo negli ultimi giorni in merito all’illuminazione della rotonda per Campoferro, lungo via Piacenza.

La torre, come spiega il cittadino, da tempo funziona a intermittenza, cosa che risulta pericolosa per la viabilità, ma anche dispendiosa per le casse pubbliche… come illustra bene ancora il lettore Daniele. “Credo che in questi 2 anni – sottolinea – i tecnici siano intervenuti, inutilmente, almeno una decina di volte, con tutto ciò che questo comporta in termini di spese per il contribuente”.

Un altro problema è quello della competenza: il faro sorge nel comune di Voghera ma il responsabile è la Provincia di Pavia. Ed è alla Provincia che abbiamo chiesto lumi. La risposta che ci è arrivata lascia qualche speranza che il guaio venga risolto in tempi “non” biblici.

“Siamo coscienti dei disagi arrecati dal non funzionamento del faro – spiega Piazza Italia – ma sappiamo anche che il problema è di carattere strutturale: legato cioè ai quadri elettrici… che vanno sostituti. Per tale motivo, non essendo un lavoro di ordinaria amministrazione e di una certa complessità, l’Ente ha deciso di rivolgersi a una ditta specializzata”.

Ditta specializzata che, al momento, non c’è: perché per ora non esiste un soggetto che abbia in appalto la manutenzione dell’illuminazione su tutto il territorio provinciale.

Ma c’è una buona notizia: la gara pubblica con cui si punta a individuare il nuovo manutentore scade il 19 aprile, e nel giro di pochi giorni poi si avrà il nome.

L’”oggetto” del’Iindagine di mercato” lanciata dalla Provincia è, “la gestione degli impianti di illuminazione pubblica dislocati sulla rete viaria provinciale — anno 2018”.

“Il corrispettivo a base di gara, comprensivi degli oneri della sicurezza, al netto dell’IVA” (soggetto al ribasso), invece, è di € 36.192,00 (con oneri relativi alla sicurezza non soggetti a ribasso pari a € 1.508,00).

Mentre la durata prevista del contratto è pari a 6 mesi, a partire dalla data di consegna del servizio.

Secondo le stime della Provincia entro una decina di giorni si avrà il nome della ditta appaltatrice e i lavori all’illuminazione, almeno quelli più urgenti potranno essere fatti.

 

 

Commenti

Commenti via Facebook