VOGHERA 12/03/2018: Crisi nel reparto di Cardiologia (tagliati i posti letto). Il Codacons: “La salute non può essere sacrificata per mancanza di personale

VOGHERAManca il personale e il livello di assistenza rischia così di restare al di sotto degli standard regionali. Per questo motivo la Direzione sanitaria dell’ospedale di Voghera ha deciso di tagliare i posti letto sia Cardiologia (16 a 10), sia in reparto che in terapia intensiva-unità coronarica (da 6 a 4).

Sul caso, che sta provocando malumori fra gli addetti ai lavori e ad alcuni pazienti che per una urgenza cardiologica sono stati trasferiti in altri ospedali della provincia, interviene il Codacons.

“Il taglio dei letti è diventata una prassi ormai sistematica – spiega il combattivo sodalizio -, una via di comodo, sia all’ospedale di Voghera che in altri presidi ospedalieri, come Varzi e Stradella. Tra l’altro – aggiunge il Codacons -, il“taglio letti” ha interessato non solo i reparti (prima, ortopedia e chirurgia e, ora. chirurgia) ma anche le strutture di Pronto Soccorso.”

Prosegue l’associazione che difende i consumatori: “Ci troviamo, ancora una volta, di fronte all’ennesimo episodio di malasanità, mascherato dalla mancanza di personale. Una mancanza cronica – ci informano – che, però, non viene fronteggiata con assunzioni ma con il taglio dei posti letto, ora in un reparto importante e vitale come cardiologia.”

“Un paziente grave, residente in zona, dovrebbe, dunque, rivolgersi ad altro ospedale lontano, accettando il rischio reale di non sopravvivere mentre raggiunge la struttura… Tutto ciò è ingiusto e indegno di un paese civile” dice ancora il Codacons, che aggiunge: “Diffideremo l’ASST e la Regione Lombardia affinché venga immediatamente predisposto un piano assunzioni serio in grado di sopperire alle lacune di organico croniche sia a Voghera sia in altri ospedali provinciali, dando così risposte concrete alle esigenze dei pazienti”.

 

Commenti

Commenti via Facebook