VOGHERA 12/02/2018: Doppio senso in via Emilia. Raccolta di firme per abolirlo. L’assessore Carbone: “Disponibili a rivedere la decisione: con la rotatoria fra via Barenghi e via Carlo Emanuele nasceranno nuove possibilità”

VOGHERANon piace a tutti il doppio senso di marcia nel primo tratto della via Emilia. Introdotto l’estate scorsa dall’Amministrazione comunale, il provvedimento (oltre ai consensi per aver creato una nuova via d’uscita veloce dalla città) sta raccogliendo diversi malumori.

Per questo nei giorni scorsi è stata avviata anche una raccolta firme volta a mettere in evidenza le problematiche che la nuova viabilità fra il rondò Quarleri e via Volturno sta generando.

Alcuni residenti lamentano infatti la sparizione dei molti posti auto che il senso unico (sul lato destro in entrata direzione centro) garantiva; ma al tempo stesso anche le difficoltà dovute al fatto che molti automobilisti continuano a posteggiare in quel tratto, creando evidenti problemi alla circolazione.

Altri abitanti invece sono preoccupati per l’uscita dai loro passi carrai, resa più difficoltosa dal doppio senso a dal maggiore disordine sorto nella zona dal giorno dell’istituzione del provvedimento.

La raccolta, che in poche settimane ha raggiunto alcune centinaia di firme, proseguirà ancora per qualche giorno, poi la petizione sarà consegnata al Comune.

Sul caso interviene l’assessorato alla Viabilità.

“Il provvedimento come molti sanno era stato introdotto per facilitare l’uscita dalla città nella zona dell’Ospedale in occasione dei lavori alla fognatura di via Barenghi – dichiara Giuseppe Carbone -. Si trattava di una scelta obbligata di quel momento ma anche un modo per vedere se la soluzione poteva funzionare.”

Alla luce di quanto accaduto, dei pro e dei contro, e delle lamentele sorte, “il Comune – prosegue l’assessore – è disponibile a rivedere la viabilità della zona… anche se non prima dell’entrata in funzione della rotatoria che sorgerà all’intersezione fra via Barenghi e via Carlo Emanuele. Quell’opera infatti rendendo più semplice l’uscita verso Casteggio dalla zona dell’Ospedale aprirà nuove possibilità nella gestione del traffico.”

“Insieme alla gestione della viabilità automobilistica, con l’entrata in funzione della nuova rotatoria, insieme all’introduzione dei sensi unici – conclude l’assessore -, potremo anche pensare al ritorno di una fermata dell’autobus di fronte all’ospedale”.

Commenti

Commenti via Facebook