VOGHERA 11/01/2018: Il capannone Medassino. Sfondata una porta sul retro. Ipotesi intrusione o crollo sotto la spinta dei rifiuti stoccati all’interno

VOGHERA – Il capannone pieno di rifiuti presente a Medassino lungo la sp206 resta al centro delle attenzioni, dell’Amministrazione comunale (che ieri ha tracciato l’iter per arrivare allo svuotamento), ma anche della popolazione della frazione, preoccupata per possibili incendi.

Un’attenzione che sarà ancora più pressante dopo quanto scoperto questa mattina, quando, alcuni residenti hanno notato come una delle porte presenti sul lato posteriore della struttura risulti aperta.

Da un primo controllo svolto sul posto dalla nostra testata, si evince, come si nota anche dalle foto, che si tratta della porta di un’uscita di sicurezza (dotata di maniglione antipanico). Porta che appare semiaperta e piegata nella parte superiore.

Appena dietro l’anta si notata inoltre un vero e proprio muro di materiale che tende a debordare dalla struttura.

Ovviamente ignote sono ancora le cause dell’accaduto. Il timore espresso da più di un residente è che qualcuno possa aver tentato di entrare nel capannone.

Ma resta anche possibile e probabile che la porta si sia aperta sotto il peso delle “balle” di scarti stoccate nel capannone: materiale che per qualche motivo si è mosso facendo scattare la serratura azionata del maniglione antipanico

Comunque sia andata, c’è che quel capannone di Medassino resta una fonte di pericolo: se non per via di possibili incendi; per via – alla luce di quanto accaduto negli ultimi giorni sul sue retro e di quando già avvenuto alcuni anni fa sul suo lato sinistro – di possibili crolli delle pareti perimetrali.

Commenti

Commenti via Facebook