VOGHERA 12/10/2017: Palestra del Maserati. Il Comune realizzerà una tensostruttura per andare incontro alle esigenze immediate della scuola. L’Amministrazione chiederà alla Provincia di partecipare alla Spesa

VOGHERAIl colpo di scena è arrivato alla fine dell’incontro tenutosi in Municipio a latere dello sciopero-corteo organizzato dagli studenti dell’istituto Maserati-Baratta per la mancanza della palestra.

Il Comune andrà (provvisoriamente) incontro alle esigenze immediate della più grande scuola di Voghera, terza di tutta la provincia di Pavia, costruendo una tensostruttura coperta e riscaldata a fianco del Palazzetto dello sport.

L’annuncio è stato fatto dal sindaco Carlo Barbieri e dall’assessore ai Lavori Pubblici Daniele Salerno dopo aver ascoltato e condiviso le preoccupazioni della scuola superiore iriense.

 

“L’opera sarà immediatamente inserita nel piano triennale delle opere pubbliche con priorità di realizzazione nell’anno 2018 – ha detto l’assessore Salerno -. La nuova palestra sarà progetta dai nostri uffici, avrà un costo stimato di 170 mila euro e prevedrà la creazione di un marciapiede fino all’istituto Maserati – ha aggiunto -, così da rendere sicuro il trasferimento a piedi dei ragazzi”.

“Con forza il Comune risponderà a questa esigenza, pur essendo una competenza della Provincia, approvando già lunedì il piano triennale delle opere pubbliche – ha detto Barbieri. Il documento conterrà la creazione di una nuova tensostruttura da costruirsi di fianco al PalaOltrepo che potrà essere utilizzata, insieme ai passaggi pedonali, nell’anno scolastico 2018-2019.”

Il sindaco si è augurato anche che alla spesa partecipi in cofinanziamento anche l’ente responsabile della scuola (come di tutte quelle superiori), ossia la Provincia, sollecitandola anche a realizzare al più presto una palestra ad hoc, attraverso la revisione dell’attuale spesa sostenuta sia per affittare altre palestre, sia per trasportarvi tutti i giorni con le navette i ragazzi.

“Trasporti e affitti – ha detto Carlo Barbieri – costano molto di più dell’accensione di un mutuo per costruire ex novo una palestra”.

Il preside Filippo Dezza si è detto piacevolmente colto in contropiede dalla proposta. “Ci auguriamo – ha detto – che serva di pungolo per l’ente nostro padrone di casa, per fare ciò che è di sua competenza: completare la nostra scuola con la palestra l’auditorium”.

Alla riunione hanno partecipato anche; il vice preside del Maserati Claudio Pusterla, il responsabile dell’ufficio tecnico della scuola Maurizio Poggi; una delegazione di studenti del Maserati (formata da Valentino Bonini, Nicolas Ginju ed Elia Paglia), la responsabile dell’istituto Baratta Milena Papalia, e una delegazione di studenti del Bratta (formata da Greta Lottari e Veronica Noto).

 

 

Commenti

Commenti via Facebook