VOGHERA 11/10/2017: Sicurezza in piazza S Bovo. Il Comune mette in campo i Daspo per allontanare i soggetti molesti

VOGHERA – Il Comune di Voghera vara la linea dura contro coloro che creano insicurezza e degrado nelle vie e nelle piazze della città. Lo fa mettendo in campo il Daspo, quella norma cioè che consente di allontanare dalla comunità gli indesiderati contenuta nel Decreto Legge 48 del 2017 sulla sicurezza urbana proposto dal ministro dell’Interno Marco Minniti.

La svolta è iniziata da San Bovo, la piazza che, mese dopo mese, sta diventando sempre più terra di nessuno per la presenza costante di personaggi sbandati e poco raccomandabili.

Stamattina alle 11 la prima operazione, con una pattuglia della Polizia Locale che ha applicato il Daspo a due cittadini extracomunitari. Si tratta di un 29enne residente a Voghera e di un 43enne residente a Genova. Entrambi si trovavano in piazza San Bovo e sono stati fermati ai fini della sicurezza urbana perché importunavano i passanti chiedendo con insistenza l’elemosina.

“La legge prevede che nelle prossime 48 ore non possano ripresentarsi nella stessa zona dove sono stati fermati – spiega il Comune -. Se le forze di Polizia dovessero ancora coglierli in piazza San Bovo verrà applicato dal Questore un secondo provvedimento di allontanamento per tre mesi.”

Nei giorni scorsi le lamentele dei cittadini e dei commercianti della piazza si era fatte più insistenti. Nel fine settimana scorsa inoltre la formazione Casapound aveva fatto un presidio notturno nella medesima piazza.

Commenti

Commenti via Facebook